Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Fundraising 2.0: nuove forme di comunicazione e di organizzazione delle aziende non profit

In questo testo cercheremo di porre in relazioni le nuovi dinamiche del web sociale con l’attività svolta dalle organizzazioni non profit. In particolare cercheremo di incentrare la nostra attenzione sull’applicazione dei social media alla raccolta fondi e alla comunicazione in generale verso associati, donatori e prospect.
Il testo si articola in tre parti.
La prima parte si propone di analizzare alcuni aspetti propedeutici alla comprensione del tema centrale. Il primo capitolo sarà dedicato all’analisi del fenomeno del Web 2.0; un attenzione particolare sarà posta alle azioni degli utenti nel web, allo sviluppo dei social media e ai processi sociali che governano la rete. Nel capitolo successivo analizzeremo come principi del web sociali abbiano trovato applicazione anche nell’attività delle aziende dando via al fenomeno dell’Enterprise 2.0. Nel quarto capitolo effettueremo un breve analisi del Terzo Settore e dell’attività di raccolta fondi in Italia; in particolare i nuovi trend e i mutamenti che hanno caratterizzato il fundrasing ponendo le premesse per affrontare il tema principale.
La seconda parte sarà invece dedicata al tema centrale. Nel quarto capitolo cercheremo di capire in che modo i media sociali possono rispondere alle esigenze delle ONP. Nel quarto capitolo cercheremo di capire come i social media possono rispondere alle nuove esigenze delle ONP della raccolta fondi; individueremo le opportunità offerte da questi nuovi strumenti, i limiti del loro utilizzo, le strategie da attuare, e le implicazione per le ONP. Nel quinto capitolo verranno descritte le principali community online dedicate al non profit e i servizi che i principali social media offrono alle ONP. Il sesto capitolo sarà invece incentrato sull’uso integrato di strumenti web con i canali tradizionali di raccolta fondi. In questo capitolo sarà presentato il progetto di Postel per le ONP.

Mostra/Nascondi contenuto.
6 Introduzione Il web 2.0 segnala l’evoluzione del World Wide Web da una serie di siti statici a un ambiente globale nel quale i software online, le connessioni a banda larga e le applicazioni multimediali offrono contenuti più ampi e una maggiore interazione. Il termine web 2.0 diventa per questo motivo l’espressione di una nuova modalità di fruizione del sapere e delle informazioni offerte dal web ovvero di un nuovo modo di intendere la Rete che pone al centro i contenuti, l’informazione e soprattutto le relazioni sociali. Grazie ai nuovi canali del web, gli utenti hanno a disposizione spazi in cui pubblicare propri contenuti ed entrare in relazione reciproca. Blog, wiki, social network, Twitter sono i nuovi media, accomunati dalla loro natura profondamente sociale. Il successo del web 2.0 non dipende però dalle singole applicazioni, ma dalle azioni degli utenti. Lo scambio, la condivisione, la collaborazione hanno attivato nel web veri e propri meccanismi sociali: la costruzione della reputazione, la funzione del dono nella relazione tra gli utenti, l’estensione della propria rete sociale. L’affermazione di questi nuovi principi della Rete ha avuto ripercussioni anche sui modelli di funzionamento e di organizzazione delle aziende, portando all’affermazione di un nuovo approccio organizzativo, definito Enterprise 2.0. Il nuovo modello d’impresa vuole riproporre i principi del social networking per favorire lo scambio e la condivisione delle informazioni, sia all’interno sia all’esterno dell’azienda, coinvolgendo tutti gli stakeholders (dipendenti, clienti, azionisti, fornitori). L’uso di blog interni, wiki, sistemi di social tagging ha modificato la gestione dell’informazione e la modalità in cui le persone collaborano all’interno dell’azienda. Inoltre l’affermazione dei nuovi media sociali (blog, social network, Twitter, You Tube) ha fortemente influenzato le strategie di comunicazione con i propri soci e clienti. I meccanismi del web sociale sembrano offrire importanti opportunità, non solo alle organizzazioni profit, ma anche alle realtà non profit. Come le aziende, le organizzazioni non profit hanno la possibilità di usufruire di questi strumenti per creare una rete di relazione, coinvolgendo tutti gli attori attivi nel mondo della solidarietà: enti non profit, volontari, istituzioni, aziende, donatori. E’ soprattutto nella relazione con questi ultimi che i nuovi media sociali sembrano offrire importanti opportunità. La condivisione è la parola chiave del web 2.0; la collaborazione, lo scambio, il dono sono le azioni attraverso le quali si costruiscono e rafforzano le relazioni in Rete. Questi nuovi meccanismi del web ripropongono una nuova modalità di espressione della solidarietà. La logica del web

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Laura Rotatori Contatta »

Composta da 227 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3318 click dal 22/03/2011.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.