Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il Laboratorio nella diagnosi delle Tireopatie

L'elaborato si pone come obiettivo quello di descrivere le più comuni tireopatie (esempio tiroidite di Hashimoto) e il significato dei dosaggi (TSH, Ft3 e Ft4, Anti-Tpo e Tg) fatti in laboratorio per diagnosticarle.L'inizio dell'elaborato descrive in maniera generica l'anatomia e la fisiologia della ghiandola tiroide nonchè le patologie ad essa connesse; continua poi descrivendo le tecniche maggiormente utilizzate per i dosaggi ormonali (tecniche immunologiche) e termina con una descrizione e discussione approfondita dei dosaggi da me effettuati : TSH , FT3 , FT4 con strumento VIDAS; Anti-Tpo e anti-Tg con strumento Liaison.

Mostra/Nascondi contenuto.
-3- INTRODUZIONE Durante il periodo di stage presso il laboratorio S.Giuseppe di Taurianova mi sono occupato delle tecniche immunoenzimatiche maggiormente utilizzate per il dosaggio di analiti legati alla funzionalità tiroidea. In modo particolare la metodologia ELFA (Enzyme-Linked Fluorescent Assay) sugli strumenti VIDAS e, gli immunodosaggi “sandwich” in chemiluminescenza sull’analizzatore LIAISON. Mi sono occupato di questi dosaggi poiché le patologie tiroidee si manifestano con elevata frequenza nella popolazione e, soprattutto nel sesso femminile con un rapporto di oltre 15 a 1. Il gozzo, evidente aumento di volume della ghiandola tiroide, colpisce oggi in Italia circa 6 milioni di persone, corrispondenti a più del 10% della popolazione. L’ipertiroidismo è la patologia maggiormente frequente con una prevalenza nel sesso femminile del 4%. La prevalenza dell’ipertiroidismo subclinico è alta con variazioni da 0,7 a 12,4 %. L’ipertiroidismo più comune è il morbo di Basedow-Graves la cui prevalenza è stimata intorno a 2.45% con una frequenza nettamente superiore nel sesso femminile ed un picco di incidenza compreso tra i 40 e i 60 anni. Per quanto riguarda l’ipotiroidismo, è una patologia variamente influenzata da fattori genetici ed ambientali quali la carenza di iodio. La prevalenza dell’ipotiroidismo franco nella popolazione varia tra 0,6-1,4 %. Maggiore è la prevalenza dell’ipotiroidismo subclinico nella popolazione generale 4-10%. Stretta è la relazione dell’ipotiroidismo con la tiroidite di Hashimoto che colpisce il 5-15 % della popolazione femminile e l’ 1-5 % di quella maschile. Una review delle patologie tiroidee subcliniche riferisce di un lavoro che rileva che nel 40% delle donne con ipotiroidismo la causa è autoimmunitaria.

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Francesco Messina Contatta »

Composta da 42 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1901 click dal 12/04/2011.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.