Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La concezione della donna in Dante Alighieri e in Dante Gabriel Rossetti

Correlazione della concezione della donna nella visione di Dante Alighieri e di Dante Gabriel Rossetti, pittore e poeta inglese della seconda metà dell'Ottocento. Partendo dalla situazione culturale e storica vengono affrontate le due visuali letterarie, sociali e psicologiche della concezione femminile nei due autori. Dante Gabriel Rossetti, figlio del dantista Gabriele, si discosta da una dimensione cabalistica della Divina Commedia per affrontare il lato umano e interiore della condizione femminile. Partendo dai poeti stilnovisti affronta il tema della donna in Dante Alighieri, ripercorrendo nella propria tematica poetica e pittorica i principali tratti del grande poeta italiano. Si scopre un'identificazione anche psicologica di Rossetti, valutata nella descrizione e nell'analisi delle donne più importanti della sua vita, che incarnano l'idealizzazione, la passione e la spiritualità, elementi necessari per l'amore completo ma difficilmente riuniti allo stesso tempo. Soltanto la morte dell'amata intensifica la forza dell'amore, da qui la trasfigurazione della donna, che può essere amata come un'icona spirituale.

Mostra/Nascondi contenuto.
CAPITOLO PR1J\tIO GLI ANNI GIOVANILI L'ambiente familiare in cui visse Rossetti fu un im­ mensa' ricettacolo di stimoli, determinanti per la sua for­ mazione personale e artistica. All'interno della famiglia Rossetti il padre occupava un posto importante, influenzando in parte il destino poe­ tico di Dante Gabriel, come vedremo in seguito. Carat­ teri almen te padre e figlio si somigliavano; entrambi diffidenti e suscettibili alle critiche, possedevano una na­ tura ipocondriaca che li portava ad accentuare la gravità dei loro malesseri. Un altro elemento che li accomunava era il rimpianto, che nel figlio fu rappresentato dalla perdita della moglie Lizzie, e nel padre dall'impossibilità di ritornare in patria dopo l' esilio. Dante Gabriel s'avvicinava per temperamento anche - 20-

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere Moderne

Autore: Cristina Parente Contatta »

Composta da 343 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4757 click dal 12/04/2011.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.