Skip to content

Rapporto di coevoluzione impresa-ambiente: un confronto tra contesti favorevoli e non favorevoli

Informazioni tesi

  Autore: Andrea Bernieri
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2009-10
  Università: Seconda Università degli Studi di Napoli
  Facoltà: Scienze Economiche e Aziendali
  Corso: Economia aziendale
  Relatore: Francesco Gangi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 155

Nel presente lavoro si analizzerà il rapporto che si genera tra l’impresa - principale elemento di analisi nel campo economico/aziendale - ed il suo ambiente di riferimento. L’argomento, abbracciando diverse prospettive di analisi, si presta ad essere osservato sotto molteplici punti di vista; si partirà, pertanto, da una prospettiva universale di osservazione, per giungere ad una più specifica rappresentazione di suddetto rapporto, contestualizzato su realtà locali.
Più in particolare il primo capitolo si baserà su alcune considerazioni preliminari sulla natura dell’impresa, partendo da cenni e definizioni generali del codice civile, descrivendone le differenti tipologie e gli aspetti caratterizzanti il modello istituzionale, fino ad arrivare alla cosiddetta visione sistemica. Dopo un breve accenno all’etica d’impresa si passerà poi ad analizzare l’ambiente, definendo prima di tutto il concetto di macro-ambiente e, conseguentemente, specificandone le sub-componenti. Procedendo nell’analisi si arriveranno a designare altri due concetti fondamentali nelle relazioni impresa-ambiente: il settore ed il mercato.Nella parte finale del primo capitolo si parlerà dell’ambiente specifico in cui l’impresa opera, il micro-ambiente, a sua vota ulteriormente diviso in ambiente transazionale e competitivo.
Nel capitolo successivo si farà invece un excursus sulle differenti scuole di pensiero che hanno caratterizzato la storia economica dell’ultimo secolo, dalla microeconomia neoclassica fino alle teorie cosiddette evoluzionistiche, passando attraverso logiche “strutturaliste” e “strategiche”. Saranno quindi brevemente ripresi gli studi condotti da alcuni economisti, da Alfred Marshall, Chamberlin e Bain, ad Abell, Nelson e Winter.
Il terzo capitolo, invece, sarà dedicato all’analisi del nuovo scenario competitivo che sta caratterizzando gli ultimi anni, valutato secondo una logica di coevoluzione delle imprese con l’ambiente e tra le imprese stesse. La prima parte del capitolo sarà incentrata sull’applicazione della teoria della complessità in campo economico per delineare le caratteristiche dei sistemi complessi. Tale concetto introdurrà anche il fenomeno delle reti di imprese, le quali permettono di distribuire tra i diversi soggetti coinvolti l’investimento complessivamente richiesto nonché il rischio (congiunto) delle operazioni poste in essere. Continuando con l’analisi dei fenomeni in atto nell’economia odierna, si parlerà della concorrenza sempre più forte (ipercompetizione) e della convergenza settoriale che sta investendo i mercati; entrambi i processi sono accelerati dalla crescente globalizzazione dei mercati, dalle nuove preferenze espresse dai clienti e dalle condotte innovative delle imprese, alla ricerca di sempre nuove opportunità di business. Sarà poi dato ampio spazio all’importanza della conoscenza e dell’innovazione, analizzando anche gli ostacoli che possono nascere alla loro genesi e diffusione all’interno dell’impresa. Nella parte finale del capitolo la trattazione verterà sull’importanza della coevoluzione come fattore determinante per la sopravvivenza e la crescita nel mercato globale odierno.
Nel quarto capitolo, per concludere con un’analisi empirica il presente lavoro, si partirà da una panoramica sul contesto europeo ed italiano, per poi fare riferimento allo specifico ambito campano, confrontato con quello emiliano-romagnolo, adottati come modelli rispettivamente di un ambiente sfavorevole e di uno virtuoso. Si considereranno alcune variabili, valutate come significative per determinare l’efficienza di un dato ambiente, per evidenziare le profonde differenze presenti tra i due contesti in esame.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 CAPITOLO PRIMO IL SISTEMA IMPRESA ED IL SUO AMBIENTE 1.1 L’impresa. Caratteri essenziali, cenni e definizioni L’impresa, sotto il profilo giuridico, è tradizionalmente definita come un'attività economica professionalmente organizzata al fine della produzione o dello scambio di beni o di servizi; ciò è quanto si desume dalla definizione di "imprenditore" che all'art. 2082 fornisce il vigente codice civile. Non è concepibile quindi attività d’impresa senza l’impiego coordinato di fattori produttivi quali il capitale ed il lavoro proprio e/o altrui, e senza l’esistenza di un determinato scopo, che consiste nella produzione o nello scambio di beni o servizi. E’ altresì vero che per aversi impresa, come indicato dal suddetto art. 2082 del vigente codice civile, è richiesta, in aggiunta allo scopo produttivo dell’attività, l’economicità dell’attività di impresa. Ne consegue quindi che requisito essenziale perché si abbia impresa è che l’attività produttiva sia svolta con metodo economico, secondo modalità cioè che consentano quanto meno la copertura dei costi con i ricavi ed assicurino l’autosufficienza economica, altrimenti si avrebbe consumo e non produzione di ricchezza. È fondamentale, quindi, che l’impresa procuri capitale sufficiente a coprire ed eventualmente superare il costo delle spese (in tal caso per la parte eccedente i costi sostenuti si parlerà di profitto). Perché l’attività possa dirsi economica non è però essenziale che essa sia caratterizzata anche dall’intento dell’imprenditore di conseguire un guadagno o profitto personale (scopo di lucro). Quest’ultimo non può essere perciò elevato a requisito essenziale dell’attività dell’impresa. Possiamo quindi concludere affermando che è sufficiente che l’attività venga svolta secondo modalità oggettive tendenti al pareggio tra i costi e ricavi (metodo economico) ma non è ulteriormente necessario che le modalità di gestione tendano alla realizzazione di ricavi eccedenti i costi (metodo lucrativo).

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

ambiente
analisi empirica
campania
coevoluzione
complessità
contesti favorevoli
contesti sfavorevoli
emilia-romagna
impresa
impresa ambiente
indice di libertà economica
ipercompetizione
libertà economica
macro regioni
rapporto
regioni italiane
unione europea

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi