Skip to content

Sviluppo storico della relatività generale negli anni tra il 1915 e il 1980

Informazioni tesi

  Autore: Paolo Bussolon
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1999-00
  Università: Università degli Studi di Trento
  Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali
  Corso: Fisica
  Relatore: Silvio Bergia
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 138

L’obbiettivo che questo lavoro si prefigge è proprio quello di analizzare lo sviluppo della teoria della relatività generale dalle origini sino alla seconda metà degli anni Settanta, attraverso le vicissitudini che ne hanno caratterizzato la storia. In questo contesto più che a dedicarci ad una catalogazione bibliografica di articoli e lavori scientifici pubblicati in un arco di oltre sessanta anni, opera che avrebbe richiesto più tempo di quanto siamo disposti a concederci, abbiamo cercato di capire quali furono le cause delle fortune così alterne avute, nel corso degli anni, da questa teoria.
Nel primo capitolo ci siamo occupati degli sviluppi, in campo teorico ed in campo sperimentale, avuti dalla teoria dalla sua nascita, nel 1915, fino, grossomodo, alla prima metà degli anni Venti, cioè nel periodo antecedente alla crisi cui si faceva riferimento poc’anzi. Un periodo nel quale, come vedremo, la teoria ha goduto in maniera anche eccessiva dei benefici derivanti dalla spettacolare conferma sperimentale del 1919.
Nel secondo capitolo abbiamo cercato di tratteggiare un quadro della comunità scientifica nel periodo che va dalla seconda metà degli anni Venti sino alla fine degli anni Cinquanta, periodo in cui si consumò la crisi della relatività generale. Cercando di individuare le cause della drammatica sterilità che afflisse la teoria in quegli anni, abbiamo rivolto il nostro sguardo in molteplici direzioni, nel tentativo di riuscire ad apprezzare, in tutta la loro complessità, tutti quei meccanismi sottili che determinano quello straordinario processo di elaborazione della conoscenza, che va sotto il nome di progresso scientifico. In questo contesto sarà molto interessante cercare di capire le ragioni che hanno spinto il grosso della comunità scientifica a rifiutare una teoria che, oltre a dare conto di tutti fenomeni osservati, riusciva finalmente a spiegare un fenomeno la cui esistenza tormentava gli astronomi da oltre sessanta anni. Un episodio, questo, che si allontana di molto dalla visione ingenua che generalmente si ha, e non solo al di fuori degli ambienti scientifici, del modo in cui si evolve il pensiero scientifico.
Mentre nel secondo capitolo ci siamo occupati del periodo della crisi da un punto di vista più sociologico che fisico, cercando di delinearne le cause e le conseguenze, nel terzo capitolo abbiamo analizzato più in dettaglio quelli che costituivano i pochi elementi di vitalità che riguardavano in quegli anni la teoria. Cioè quegli sviluppi tecnici, sia teorici sia sperimentali, ma non solo quelli, che costituirono le premesse per la rinascita della relatività generale avvenuta negli anni Sessanta.
Proprio tale rinascita costituisce l’argomento del quarto capitolo, nel quale abbiamo cercato di delineare tutta quella serie di circostanze che ha prodotto un così clamoroso mutamento nell’atteggiamento della comunità scientifica nei confronti di una teoria da essa pressoché totalmente emarginata sino a pochi anni prima. In questo ultimo capitolo abbiamo così passato in rassegna tutti i più importanti successi della relatività generale tra gli anni Sessanta e Settanta, soffermandoci, infine, sui buchi neri e sulla cosmologia. Questi due campi di ricerca così intimamente connessi con la relatività generale, sono particolarmente importanti in quanto essi hanno segnato, allo stesso tempo, il trionfo della teoria e il sintomo inequivocabile della sua incompletezza.



CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Pagina 4 di 4 STORIA DELLA RELATIVITÀ GENERALE Introduzione Dal trionfo all’ oblio, dall’oblio alla rinascita Il 26 novembre 1915, dopo tre settimane di lavoro intensissimo, Albert Einstein presentò al mondo la versione definitiva della teoria della relatività generale, concludendo una sorta di via crucis scientifica iniziata otto anni prima con un articolo riassuntivo sulla teoria della relatività ristretta. Quattro anni più tardi, il 6 novembre 1919, sir Artur Eddington in una storica riunione della Royal Society, esponendo i risultati delle spedizioni per l’eclissi del maggio di quello stesso anno, sembrò dare la definitiva consacrazione sperimentale alla nuova teoria. Fu il trionfo, Einstein diventò una celebrità e non solo in ambito scientifico. La gente si innamorò del “personaggio” Einstein, oltre che per la sua genialità, per i tratti del suo carattere, mitizzandone la figura che entrò da allora a far parte dell’immaginario collettivo quale quella dello scienziato per antonomasia. Ma se la fama dell’uomo è rimasta pressoché immutata attraverso tutti questi anni, così non fu per la teoria che gli diede la celebrità. La relatività generale,

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
redaz[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

cosmologia
spaziotempo
relatività generale
buchi neri
progresso scientifico
stephen hawking
teoria della relatività
storia della fisica
albert einstein
forza di gravità
storia della scienza

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi