Skip to content

Urbanizzazione e impatto ambientale nel bacino mediterraneo

Informazioni tesi

  Autore: Laura Cafiero
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Cagliari
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze sociali per la cooperazione, lo sviluppo e la pace
  Relatore: Monica Iorio
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 60

Scopo della relazione è quello di esporre la realtà dell'urbanizzazione nell'area mediterranea e i conseguenti problemi in ambito ambientale. Il lavoro è articolato in tre capitoli: nel primo, dopo una breve storia del mare Mediterraneo, ho illustrato quella che è la situazione attuale dell'urbanizzazione, individuando le aree di più intensa e meno intensa urbanizzazione.
Nel secondo capitolo ho indicato quali sono i principali problemi legati all'urbanizzazione, in particolare i problemi di tipo ambientale. Ho proseguito presentando vari progetti che sono nati proprio con l'intento di porre rimedio alle conseguenze negative della forte pressione umana sul territorio.
Infine, nel terzo capitolo, ho analizzato i casi di Barcellona e Roma cercando di evidenziare le loro caratteristiche e i piani e progetti da loro attuati per fornire esempi concreti di urbanizzazione.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione Il mare Mediterraneo è stato fin dai tempi piø antichi un’importante culla di civiltà. Tutta la storia del mondo antico ha a che fare con il Mediterraneo. Le città che sorgono sulle sponde di questo mare hanno sempre assunto grande importanza, sia come centri di commercio che come centri interculturali. Inizialmente il mare veniva visto come un pericolo, pian piano con il passare del tempo l’uomo capì il grande valore del Mediterraneo, inizialmente come fonte di sussistenza (pensiamo alla pesca) e infine come strumento per poter comunicare con le altre culture, mezzo di scambio e di informazione. Tra tutti gli imperi ricordiamo principalmente quello Romano che controllava tutte le coste del Mediterraneo. Da allora il Mediterraneo ha visto molti tumulti dati dalla sete di ricchezza di alcuni imperatori. Col tempo le navi divennero piø grandi e piø adatte per affrontare il mare e le sue insidie. Pisa, Genova, Ravenna e Venezia divennero le potenze marinare piø importanti, dominavano tutta l’area mediterranea. Nella storia piø recente notiamo che la protezione del Mediterraneo è stato affidata alle forze NATO, la quale possiede varie basi aeree e navali in quest’area. La storia del Mediterraneo è in continuo divenire, nel senso che a tutt’oggi sono presenti vari eventi che contribuiscono a scrivere la sua storia, pensiamo ai confini dei paesi europei che vengono eliminati o le migrazioni dai paesi piø poveri a quelli piø ricchi. Arrivati al XXI secolo il Mediterraneo è ormai caratterizzato da una forte urbanizzazione, sia nella sponda settentrionale che meridionale, con differenti dinamiche che cercherò di spiegare nel corso del lavoro. Pian piano, poi, all’interno del grande fenomeno dell’urbanizzazione risalta la litoralizzazione , che indica la forte presenza di insediamenti urbani lungo le coste mediterranee. C’è un crescente senso di responsabilità da parte dei paesi confinanti con questo mare, si stanno compiendo grandi passi per proteggerlo, per mantenerlo piø pulito e per garantire la sopravvivenza delle specie che lo abitano. Lo scopo della presente relazione è quello di esporre la realtà dell’urbanizzazione nell’area mediterranea e i conseguenti problemi in ambito ambientale. Il lavoro si articola in tre capitoli: nel primo dopo, una breve storia del mare Mediterraneo, ho illustrato quella che è la situazione attuale dell’urbanizzazione, individuando le aree di piø intensa e meno intensa urbanizzazione. Nel secondo capitolo ho indicato quali sono i principali problemi legati all’urbanizzazione, in particolare i problemi di tipo ambientale. Ho proseguito presentando vari progetti che sono nati proprio con l’intento di porre rimedio alle conseguenze negative della forte pressione umana sul territorio.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

roma
problemi ambientali
questione demografica
popolazione
progetti
desertificazione
mediterraneo
barcellona
porto
urbanizzazione
piani urbanistici
area mediterranea

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi