Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le classi di creditori nel concordato preventivo

Gli sviluppi e l'attuale situazione dello strumento della suddivisione in classi all'interno del nuovo concordato preventivo.

A seguito della riforma del 2007 si è cercato di incentivare il ricorso al del concordato preventivo attraverso l’eliminazione dei criteri di meritevolezza, e si è dato maggior risalto al lato negoziale della procedura con l’introduzione dell’istituto della suddivisione in classi dei creditori e la semplificazione dell’omologa.
Fermo restando che il concordato preventivo rimane uno strumento dal contenuto aperto, nel senso che può perseguire sia una finalità liquidatoria che una finalità conservativa dell’attività aziendale (a differenza del fallimento che ha come unico sbocco la liquidazione dell’attivo rimanente), con la suddivisione in classi si è voluta favorire la finalità conservativa, dando al debitore uno strumento che renda più facile la soluzione della crisi attraverso un accordo con i creditori.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 CAPITOLO 1 LA DISCIPLINA DELLA SUDDIVISIONE IN CLASSI 1.1 IL CONCORDATO PREVENTIVO E LE INFLUENZE DEL DIRITTO STRANIERO 1.1.1 Gli sviluppi del concordato preventivo L’insolvenza dell’imprenditore individuale o collettivo, può comportare lo sbocco nella procedura di fallimento, e di conseguenza si arriva alla fine dell’impresa. Si ha quindi la necessità di evitare o quantomeno moderare queste conseguenze. Ciò ha spinto il legislatore a dar vita alle cosiddette procedure concorsuali minori, che nella realtà dei fatti forniscono al debitore una valida alternativa al fallimento. Nel 1808, con la pubblicazione del Code de Commerce, si ha il primo esempio di legge che consacra la regola secondo cui la maggioranza dei

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Economiche e Aziendali

Autore: Gianluca Vespasiano Contatta »

Composta da 113 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2590 click dal 28/06/2011.

 

Consultata integralmente 11 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.