Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

''L'enfance d'un chef''. Per una lettura pedagogica di Jean-Paul Sartre

L’enfance d’un chef è un romanzo fortemente pedagogico, benché vi si mostri un’ “anti-formazione” o, meglio, una “de-formazione”. Il protagonista di questo racconto è, come spesso succede nelle opere di Sartre, l’uomo qualunque alle prese con l’esistenza nelle sue varie forme, ossia la libertà, la scelta, la responsabilità.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 CAPITOLO I Introduzione A cent’anni dalla nascita, e a venticinque dalla morte, Jean-Paul Sartre rimane senza dubbio uno dei più presenti e, di conseguenza, dei più discussi intellettuali dell’ultimo secolo, Il secolo di Sartre, come lo definisce Bernard-Henri Lévy 1 . Un intellettuale a tutto tondo, completo, uno scrittore totale, che ha saputo dare contributi fondamentali in campo filosofico, letterario, politico, saggistico, etico (per non dimenticare una canzone scritta per Juliette Gréco, Dans la rue des Blancs-Manteaux,e delle sceneggiature scritte per la radio e per il cinema). La parola “intellettuale” è forse l’unica che si addice a Sartre, ed egli, a sua volta, è forse una sorta di prototipo dell’intellettuale moderno, incarnando appieno e con estrema coerenza morale il ruolo che egli affida all’uomo, particolarmente all’uomo di cultura, ossia un dovere di engagement nella realtà in cui è immerso. A questo proposito ci viene in aiuto la figura di Mathieu Delarue, uno dei protagonisti de L’ âge de raison 2 : ci viene in aiuto per contrasto, in quanto figura dell’intellettuale che non sa decidersi, non sa scegliere, non sa assumere le proprie responsabilità: “J’aurais cru, moi, dit Jacques, que la liberté consistait à regarder en face les situations où l’on s’est mis de son plein gré et à accepter toutes ses responsabilités. Mais ça n’est sans doute pas ton [di Mathieu] avis” 3 . Sartre è un filosofo intransigente, che ha delineato i termini del proprio sistema di pensiero e li ha seguiti fino in fondo (tanto da arrivare a 1 B.-H. Lévy, Le siècle de Sartre (2000), trad. it. Il secolo di Sartre, Milano, Il Saggiatore, 2004 2 J.P. Sartre, L’ âge de raison (1945), Paris, Gallimard, 2002 3 Ivi, pag. 132

Laurea liv.I

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere Moderne

Autore: Orlando Bonserio Contatta »

Composta da 45 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 704 click dal 05/07/2011.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.