Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Birago Diop: Les Contes et Les Nouveaux Contes d'Amadou Koumba

L' elaborato si articola in tre distinti capitoli che affrontanoil contesto sociale e letterario degli anni '30 in cui operarono gli intellettuali africani, gli aspetti del racconto africano delineando le componenti formali, strutturali e stilistiche che ne costituiscono l' ossatura, e l'analisi dei racconti di Birago Diop.
La scelta di affrontare uno studio sul racconto africano èn giustificata dalla volontà di elevarlo a strumento utile per sciogliere le catene cfhe imprigionano l' uomo europeo nel suo etnocentrismo, favorendo, così, la scoperta della richezza e della varietà culturale di Paesi spesso messi in ombra, ma sopratutto la conoscenza e l'incontro con una cultura diversa dalla propria.

Mostra/Nascondi contenuto.
6 I. 1. Dalle origini alla Negritudine La nascita di letterature africane in lingue europee è strettamente legata alla colonizzazione. Denominate letterature “negro-africane” , “neo-africane” e, più recentemente, “postcoloniali” , esse emergono in una societ{ in transizione, come reazione alla cultura coloniale. Come afferma J. P . Makouta-Mboukou: Ce sont les désastres et les malheurs de la colonisation qui ont donné naissance à la littérature noire. 1 Si tratta di letterature giovani che, pur utilizzando l’ idioma dell’ ex colonizzatore, affondano le loro radici nell’ immaginario della cultura di origine. 2 Il sorgere delle letterature africane è legato ad una presa di coscienza culturale e razziale da parte di una élite di intellettuali delle colonie francesi residenti a Parigi che, nel 1930, sfociò nella nascita di un movimento chiamato Negritudine. Il movimento risultò dal fallimento della politica di assimilazione praticata dalla Francia nelle sue colonie. In teoria l'assimilazione doveva portare gli abitanti delle colonie a condividere la stessa cultura dei cittadini francesi; in pratica anche i più “assimilati” si resero ben presto conto di essere sempre trattati come esseri inferiori e di trovarsi nella drammatica situazione di aver perso la loro cultura originaria senza essere riusciti a farsi accettare dall'ambiente di adozione. Il movimento fu un mezzo per riscoprire e rivalutare i valori tradizionali africani e per rigettare la nozione di superiorità della cultura europea. Paradossalmente i fondatori del movimento cercarono 1 J. P. Makouta-Mboukou, Introduction à la littérature noire, Yaoundé, CLE, 1970, p. 140. 2 L. Bottegal, Noci di cola, vino di palma: Letterature dell’ Africa subsahariana in un’ ottica interculturale, Lavoro, Roma, 1997, p. 111.

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Liliana Longo Contatta »

Composta da 94 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 288 click dal 19/07/2011.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:
×