Skip to content

L'immagine coordinata. Progetto e design Agenzia del Mediterraneo

Informazioni tesi

  Autore: Marianna Mercanti
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Palermo
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Scienze e tecnologie delle arti figurative, musica, spettacolo e moda
  Relatore: Ernesto Graditi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 45

Lo scopo di questo lavoro è di mostrare tutti questi elementi in termini generali facendo anche un excursus storico che ci permetta di inquadare anche nel passato come questa pratica di disegno industriale si è evoluta e come si presenta oggi, come i vari elementi si concatenano tra loro, affinchè si abbia come risultato la creazione di una grande architettura comunicativa.
Vedremo anche come molti studiosi, tra cui Anceschi, Bonsiepe, Floch, Maldonado ecc... si sono interessati all’argomento affrontando gli aspetti sia a livello di marketing sia a livello semiotico che di impatto sull’utente, come Floch che in un saggio mette a confronto il logo di due giganti dell’informatica come Ibm e Apple, mostrandoci come in modi completamente opposti questi abbiamo costruito un immagine molto diversa e come questa viene comunicata esprimendo significati assolutamente differenti.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE L’uomo vive di comunicazione, come lui anche l’azienda, l’ente, o le associazioni a qualsiasi livello di complessità. Fino ad alcuni anni fa il suo studio sembrava superfluo, oggi invece la comunicazione è divenuta un aspetto totalizzante per l’uomo che per sua natura è un essere comunicante; questa funzione pervade tutta l’esistenza dell’essere umano ed è talmente innata che spesso viene svolta inconsapevolmente. Nonostante ciò, dietro una comunicazione tra esseri umani si nascondono moltissime variabili che sono state, e continuano ad essere, oggetto di studi di diverse discipline come la psicologia dei processi cognitivi, la linguistica, le scienze della comunicazione, la storia dell’arte e molte altre ancora. Ma la comunicazione non è una prerogativa umana. Da quando questo processo ha cominciato ad interessare anche organismi sociali complessi, gli studi su di essa si sono moltiplicati. Da essi è risultato che qualsiasi manifestazione anche involontaria e incon- sapevole di un qualsiasi soggetto, sia esso pubblico o privato, costituisce comunicazio- ne. Ma questo importantissimo aspetto della vita di ognuno, pur apparendo innato, ha un fondamento, una base da cui muove. Possiamo dire forse che la comunicazione è conse- guenza diretta dell’identità di ognuno, che attraverso essa trova il modo di manifestarsi. Se questo è vero per le persone, allora è vero anche per le organizzazioni complesse come le imprese. Le organizzazioni, infatti, come le persone hanno personalità e quindi identità che deve essere trasformata in immagine. Ogni azienda grande o piccola che sia, possiede un’ immagine aziendale o per dirla alla anglosassone una corporate image che la gente porta impressa nella mente e ricorda quando decide di servirsi dei prodotti dell’azienda o dei suoi servizi. Questa immagine è creata da tutte le espressioni visive della società siano esse, il prodotto stesso, il packa- ging , il marchio, la carta intestata, stampati, architettura, divise del personale ecc... Tutti questi elementi eterogenei informano il pubblico sulla natura, sulla qualità e sull’efficenza della società stessa. Quanto più una società vuole distinguersi tanto più deve trovare il modo di costruire 3

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

marchio
fiat
olivetti
ibm
comunicazione visiva
disegno industriale
maldonado
lettering
shell
immagine coordinata
apple
logotipo
bonsiepe
scuola di ulm
metropolitana di londra
simbolo iconico
aeg

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi