Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La tubercolosi oro-cervico-faciale: esame retrospettivo di 42 casi

E' compito dell'odontoiatra diagnosticare, e/o per lo meno rilevare, non solo le comuni lesioni di denti e parodonto con le quali quotidianamente si cimenta, ma anche quelle delle mucose orali, siano esse di natura infettiva, autoimmune, traumatica o neoplastica che spesso presuppongono patologie sistemiche. La tubercolosi del cavo orale si presenta spesso (ma non esclusivamente) come ulcera della mucosa buccale dalle peculiari caratteristiche. Nel lavoro vengono esaminati retrospettivamente 42 casi diagnosticati presso il dipartimento di medicina orale dell'Università Federico II di Napoli e indicate le direttive cliniche.

Mostra/Nascondi contenuto.
- 3 - Introduzione La tubercolosi è una malattia infettiva cronica granulomatosa causata dal Mycobacterium tuberculosis, meno frequentemente dal Mycobacterium bovis o da altri “Micobatteri atipici” e, sebbene l’incidenza della malattia sia nel complesso in continua diminuzione, essa rimane un serio problema sanitario in varie zone geografiche (Hock-Liew et al, 1996; Shafer et al, 1983; McCracken e Cawson, 1983; Nolte 1982) Negli USA i nuovi casi superano i 20.000 ogni anno e, se si considerano nel computo anche le infezioni allo stato latente, essi oscillano tra i 10 e i 15 milioni (Kolokotronis et al, 1996). Nell’Europa meridionale si valuta attualmente un’incidenza compresa tra i 40 e i 50 casi per 100.000 persone ogni anno (Carratù et al, 1991). In base a una stima mondiale dell’ampiezza del problema si può affermare che la metà circa della popolazione è infettata da

Tesi di Laurea

Facoltà: Medicina e Chirurgia

Autore: Giulio Palladino Contatta »

Composta da 45 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2024 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.