Skip to content

Welcome to Tijuana: Analisi storico-sociale del flusso migratorio dal Messico agli Stati Uniti

Informazioni tesi

  Autore: Nadia Dabbene
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Palermo
  Facoltà: Lingue straniere per la comunicazione internazionale
  Corso: Scienze della mediazione linguistica
  Relatore: Daniele Pompejano
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 66

Una serie di caratteristiche come l'adiacenza e l'unidirezionalità rendono la relazione migratoria dal Messico agli Stati Uniti un fenomeno unico e complesso.
Nonostante la formazione della nazione degli Stati Uniti sia stata generata dalla mescolanza di popoli migranti provenienti da varie parti del mondo, non sono rari i casi in cui si sono originati movimenti contrari al fenomeno della migrazione in territorio statunitense. In seguito agli attentati terroristici del 2001 si è aperta la stagione della caccia all’islamico, che in poco tempo ha visto come prede anche i vicini messicani e in generale il popolo latino. Offeso e accusato di furto di impiego agli statunitensi, esso è diventato il bersaglio preferito della propaganda nordamericana.

Le conseguenze hanno determinato il sorgere di un fenomeno secondo cui con l’aumentare del numero dei migranti negli Stati Uniti aumentano le campagne antimigrante e si intensificano i controlli lungo la frontiera messicana. Tuttavia l’analisi dettagliata del fenomeno migratorio e delle politiche di mantenimento e controllo ad esso connesse, ha evidenziato, nel corso del lavoro, che il rafforzamento dei controlli sulla frontiera nord non ha in nessun caso rappresentato un deterrente per i flussi migratori ma ne ha soltanto dirottato le traiettorie verso luoghi di accesso meno sicuri.

Preme mettere in luce che, se la necessità e il diritto di andare incontro a migliori condizioni di vita spingeno l’uomo ad andare incontro a maltrattamenti e in alcuni casi alla morte, allora il governo messicano dovrebbe iniziare a interrogarsi sulle cause che spingono i suoi cittadini a cercare nuove e migliori alternative d’impiego.

In conclusione possiamo affermare che l’entità del fenomeno è talmente rilevante che le soluzioni vanno cercate attraverso una cooperazione bilaterale, ovvero di entrambi i paesi, poiché risulta chiaro che, nel caso in cui si dovesse decidere di negare totalmente l’accesso di migranti attraverso la frontiera sud degli Stati Uniti, la speranza di raggiungere la land of hope and opportunities cercherebbe altri varchi, siano essi marittimi o attraverso la frontiera canadese.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
2 CAPITOLO 1. ORIGINI E CAUSE DELLA MIGRAZIONE VERSO GLI STATI UNITI 1.1. Merci ma non uomini: la politica migratoria 1993.2001 Le frontiere, linee di confine che circoscrivono il territorio di uno stato, non rappresentano una conseguenza diretta di fenomeni naturali, ma vengono marcate ed eliminate sulla base di trasformazioni di carattere politico ed economico. La maggior parte dei confini nazionali furono tracciati più di due secoli fa. Nel 1985 il numero totale degli stati sovrani nel mondo era di circa 180 ma, in seguito al collasso dell’Unione Sovietica, questo numero crebbe fino a 202. Il trattato NAFTA 1 (North American Free Trade Agreement), politica economica neoliberale applicata in tutta l’America Latina con l’obiettivo di risolvere i problemi finanziari causati dalla crisi degli anni ‘80, rappresenta il tentativo più recente di abbattere quelle barriere che limitavano la circolazione di capitali ma, paradossalmente, rappresenta anche il rafforzamento dei limiti territoriali che proibivano la circolazione di lavoratori. L’obiettivo del NAFTA era facilitare e l iberalizzare il commercio, aumentando le possibilità di investimento di capitali. Tuttavia l’attenzione focalizzata sull’aspetto economico lasciò in secondo piano la questione relativa alla libera circolazione degli individui attraverso la frontiera. I finanziatori americani infatti si concentrarono sul diritto unilaterale di impedire ai lavoratori messicani di migrare negli Stati Uniti mediante politiche restrittive di frontiera. Il risultato di tale politica fu da un lato un miglioramento in termini di c rescita economica dell’America del Nord e dall’altro un aumento degli sforzi per limitare il passaggio dei messicani lungo la frontiera. 1 Fernández -Kelly P., Massey D.S., Borders for Whom? The role of NAFTA in Mexico-U.S. Migration, in “The ANNALS of the American Academy of Political and Social Science”, Vol. 1, No. 610, 2007, pp. 98-106.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi