Skip to content

Di Emanuel Carnevali e altre maschere

Informazioni tesi

  Autore: Mattia Nesto
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli studi di Genova
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lettere
  Relatore: Franco Contorbia
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 51

Emanuel Carnevali è un poeta italiano di modesta fama che in vita pubblicò un solo libro, per altro non di sua volontà, e di cui ci sono rimasti una cinquantina di componimenti in totale, anche a causa della perdita di alcuni (mentre infuriava la seconda guerra mondiale, la padrona della pensione di Bazzano, dove il poeta soggiornò per un lungo periodo, bruciò numerose carter autografe per paura che i tedeschi potessero insospettirsi leggendo quelle righe).
Carnevali, nato a Firenze nel 1897, è divenuto noto quando la casa editrice Adelphi mise alle stampe Il Primo Dio: il libro in questione era una sorta di antologia di spunti di prosa, capitoli di un romanzo mai terminato, racconti, poesie e saggi dell'autore. Egli cresciuto assieme alla madre e alla zia, dopo essersi trasferito in varie città in giro per l'Italia, tra cui Firenze, Biella, Bologna e Venezia emigra in America nel 1916, per dissapori con il padre, che all'indomani della morte della madre, lo aveva preso con sé. A New York Carnevali si impiega in piccoli lavori e inizia a interessarsi di letteratura, critica letteraria e poesia. Si sposa con una donna italiana dalla quale però ben presto divorzierà. Dopo aver ricevuto offerte di lavoro come critico, si trasferisce a Chicago nel 1919, per entrare in diretto contatto con insigni poeti americani e dove lavora per importanti riviste di critica letteraria come «Poetry» o «Others». Dopo il'21 le condizioni di salute peggiorano e dopo un'altra storia d'amore fallita, ritorna in Italia, dove non farà altro che passare da un ospedale all'altro, da una clinica ad un'altra fino a che non cessò di vivere nel 1942. Per lungo tempo visse a Bazzano, poco fuori Bologna, dove oggi gli sono state dedicate la biblioteca comunale e l'attiguo archivio. Nel 1995 nell'album musicale Lungo i bordi, il gruppo indipendente Massimo Volume dedica una canzone ad Emanuel Carnevali, Il Primo Dio, facendo rinascere l'interesse per la «disturbatrice cometa» delle lettere americane.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
6 La maschera umana e letteraria di Emanuel Carnevali Emanuel Carnevali è un poeta che ebbe una parabola letteraria ed esistenziale singolare. Nacque a Firenze il 4 dicembre 1897, da una coppia di genitori già separati. A 16 anni partì da emigrante alla volta dell‟America e qui apprese con estrema facilità la nuova lingua. A New York prima e a Chicago poi, entrò in contatto con i giornali e il mondo culturale americano, diventando amico e confidente di importanti poeti e direttori di riviste. Carnevali, affetto da gravi malattie psichiche e fisiche, dovette sempre fare fronte a questi disturbi, portando su di sé la matrice della malattia come cifra stilistica precipua. Non ebbe una vita lunga, poiché morì a soli 45 anni, a causa di soffocamento, presso la clinica di malattie nervose e mentali dell‟ospedale di Bologna. La figura di Emanuel Carnevali merita di essere studiata proprio per il suo carattere di caso sui generis. Per prima cosa egli scrisse in una lingua non sua, dimostrando una capacità di significazioni e una perizia di uso, non paragonabile con quelle degli autori suoi contemporanei. Poi bisogna ricordare come, vivo, venne pubblicata un‟unica opera a suo nome, Tales of a hurried man, edita nel 1925 a Parigi per iniziativa del suo amico Robert McAlmon. Questo libro, che raccoglieva articoli, poesie e racconti, non varcò mai la frontiera, poiché fu fermato dalle autorità per oscenità. Egli non vide mai uscire un libro di sua iniziativa, ma riuscì solamente a pubblicare per le riviste americane qualche poesia, taluni articoli e poche critiche letterarie. Non conseguì mai una larga fama, che non uscisse fuori dalla ristretta cerchia dei poeti e giornalisti suoi conoscenti. In Italia Carnevali tornò solamente all‟indomani dell‟aggravarsi delle sue condizioni di salute, abbandonato dal padre al suo destino e mantenuto dai lasciti in denaro dei suoi amici. Carnevali insomma apparirebbe a prima vista un attore di secondo piano della letteratura, un dimenticato e dimenticabile autore. Invece egli possiede una propria autonoma rilevanza all‟interno della letteratura italiana, proprio per la caratteristica di caso «altro». La parabola letteraria di Emanuel Carnevali ci permette di analizzare un autore che fu a cavallo di due tradizioni letterarie molto distanti fra di loro, quella anglosassone/americana e quella italiana, in una costante ricerca ora di sintesi ora di superamento dell‟una o dell‟altra. Carnevali è un poeta sfuggente e ambiguo; così allo stesso modo egli si descrive nel componimento Schizzo di me stesso: Posso sempre tornare alla parte di me che mi fa da rifugio e stare lì tranquillo, come una noce nel guscio, senza né felicità né infelicità. Vado, solitario come una roccia che si erga nuda e sola in un campo dove l‟erba gioca. Vado, solitario come un‟orchidea in un bosco e i miei passi, che nessuno ostacola, suonano grati al mio orecchio.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

adelphi
italo americano
emanuel carnevali
primo dio
poeta dei due mondi
gabriel cacho millet
franco contorbia
gerard de nerval
pietro citati
massimo volume

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi