Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Analisi economico-finanziaria degli effetti della crisi sulle aziende industriali emiliano-romagnole

L’obiettivo dell’elaborato è quello di analizzare l’impatto e le ricadute che la crisi economica globale, scoppiata negli Stati Uniti nel 2008 e che in breve tempo si è diffusa ad altre economie globali, ha avuto su un settore portante dell’economia dell’Emilia-Romagna quale l’industria manifatturiera.
Nel capitolo 1 si analizzerà la natura sistemica dell’azienda, le caratteristiche di questo sistema ed alcuni modelli di analisi dell’azienda. Particolare attenzione sarà rivolta all’apertura dell’azienda verso l’esterno e alla rete di relazioni che quest’ultima tesse con soggetti appartenenti all’ambiente esterno e capaci di influenzare fortemente la vita aziendale.
Nel secondo capitolo si discuterà delle crisi economiche maggiormente rilevanti vissute a partire dal ‘900: la grande crisi del 1929, la crisi degli anni Settanta, le crisi degli anni Novanta e soprattutto la crisi economica globale odierna. Con particolare riferimento alla crisi del ’29 ed alla crisi attuale si analizzeranno puntualmente cause e conseguenze di questi avvenimenti evidenziando alcuni elementi di comunanza. Si offrirà, infine, un’analisi del quadro economico internazionale e nazionale degli ultimi anni e si cercherà di capire se è possibile considerare concluso questo periodo di crisi.
Per capire quale sia stato effettivamente l’impatto di questa crisi sul settore manifatturiero della nostra regione si utilizzeranno gli strumenti dell’analisi economico-finanziaria applica al settore nel periodo 2007-2010 (capitolo 4), tutto ciò dopo aver discusso il tipo di analisi effettuata (capitolo 3): gli obiettivi dell’analisi, la metodologia utilizzata e le criticità di questo strumento. In particolare si analizzerà la variazione subita dall’attività industriale romagnola, sia in termini di fatturato che di valore della produzione, per capire quali, e in che misura, sono stati i settori industriali più colpiti. Il secondo obiettivo è capire come questa variazione dell’attività aziendale abbia impattato sulla redditività operativa delle aziende. L’ultimo, ma non meno importante, scopo dell’analisi è indagare l’evoluzione della stabilità aziendale in termini finanziari e patrimoniali.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione L’obiettivo dell’elaborato è quello di analizzare l’impatto e le ricadute che la crisi economica globale, scoppiata negli Stati Uniti nel 2008 e che in breve tempo si è diffusa ad altre economie globali, ha avuto su un settore portante dell’economia dell’Emilia-Romagna quale l’industria manifatturiera. Nel capitolo 1 si analizzerà la natura sistemica dell’azienda, le caratteristiche di questo sistema ed alcuni modelli di analisi dell’azienda. Particolare attenzione sarà rivolta all’apertura dell’azienda verso l’esterno e alla rete di relazioni che quest’ultima tesse con soggetti appartenenti all’ambiente esterno e capaci di influenzare fortemente la vita aziendale. Nel secondo capitolo si discuterà delle crisi economiche maggiormente rilevanti vissute a partire dal ‘900: la grande crisi del 1929, la crisi degli anni Settanta, le crisi degli anni Novanta e soprattutto la crisi economica globale odierna. Con particolare riferimento alla crisi del ’29 ed alla crisi attuale si analizzeranno puntualmente cause e conseguenze di questi avvenimenti evidenziando alcuni elementi di comunanza. Si offrirà, infine, un’analisi del quadro economico internazionale e nazionale degli ultimi anni e si cercherà di capire se è possibile considerare concluso questo periodo di crisi. Per capire quale sia stato effettivamente l’impatto di questa crisi sul settore manifatturiero della nostra regione si utilizzeranno gli strumenti dell’analisi economico-finanziaria applica al settore nel periodo 2007-2010 (capitolo 4), tutto ciò dopo aver discusso il tipo di analisi effettuata (capitolo 3): gli obiettivi dell’analisi, la metodologia utilizzata e le criticità di questo strumento. In particolare si analizzerà la variazione subita dall’attività industriale romagnola, sia in termini di fatturato che di valore della produzione, per capire quali, e in che misura, sono stati i settori industriali più colpiti. Il secondo obiettivo è capire come questa variazione dell’attività aziendale abbia impattato sulla redditività operativa delle aziende. L’ultimo, ma non meno importante, scopo dell’analisi è indagare l’evoluzione della stabilità aziendale in termini finanziari e patrimoniali. 1

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Economia

Autore: Giulia Laghi Contatta »

Composta da 156 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2889 click dal 06/10/2011.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.