Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Spopolamento montano nel cuneese: nascita e sviluppo del fenomeno

Il presente elaborato è frutto di una accurata ricerca su un fenomeno che ha caratterizzato, e che tutt’ora caratterizza, il nostro territorio. L’argomento trattato è lo spopolamento montano dall’unità d’Italia fino ai giorni nostri, con tutte le varie sfumature e scenari che lo hanno caratterizzano. Ogni sfaccettatura sarà osservata da un punto di vista storico ed economico, verranno infatti valutate le conseguenze che il fenomeno ha avuto sull’economia locale in relazione ai diversi periodi storici che verranno via via studiati. Si è scelto di partire dall’Unità d’Italia in modo da avere un quadro più chiaro della situazione italiana; Si è poi proseguito con un capitolo che riguardava il periodo tra le due guerre mondiali fino a metà del ‘900, un terzo che, invece, osservava il periodo del cosiddetto Boom economico ed infine un quarto capitolo riguardante l’ultimo cinquantennio, ovvero dagli anni sessanta fino al giorno d’oggi. Le conclusioni raggiunte hanno permesso di stabilire, nell’ambito dell’annoso problema dello spopolamento montano, alcuni punti d’orientamento che rappresentano la base per lo studio di azioni pratiche e risolutorie come ad esempio l’introduzione di colture specializzate o miglioramento delle vie di comunicazione al fine di ridurre la distanza temporale e spaziale dal resto della provincia e dai “distretti industriali” siccome l’industrializzazione per evidenti motivi non può toccare la montagna.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione Il presente elaborato è frutto di una accurata ricerca su un fenomeno che ha caratterizzato, e che tutt’ora caratterizza, il nostro territorio. Con questa tesi ho voluto trattare una problematica che riguardasse da vicino la nostra provincia, mettendola in relazione con il resto d’Italia. L’argomento trattato è lo spopolamento montano dall’unità d’Italia fino ai giorni nostri, con tutte le varie sfumature e scenari che lo hanno caratterizzano. Ogni sfaccettatura sarà osservata da un punto di vista storico ed economico, verranno infatti valutate le conseguenze che il fenomeno ha avuto sull’economia locale in relazione ai diversi periodi storici che verranno via via studiati. Si è scelto di partire dall’Unità d’Italia in modo da avere un quadro piø chiaro della situazione italiana, per poter confrontare la realtà cuneese con quella nazionale. Si è poi proseguito con un capitolo che riguardava il periodo tra le due guerre mondiali fino a metà del ‘900, un terzo che, invece, osservava il periodo del cosiddetto Boom economico ed infine un quarto capitolo riguardante l’ultimo cinquantennio, ovvero dagli anni sessanta fino al giorno d’oggi. Per non segmentare lo studio e cadere in banali conclusioni era però opportuno che le varie situazioni demografiche venissero poste in relazione innanzitutto agli ambienti d’origine e poi a sua volta incastrate nel contesto storico di appartenenza. Le conclusioni raggiunte hanno permesso di stabilire, nell’ambito dell’annoso problema dello spopolamento montano, alcuni punti d’orientamento che rappresentano la base per lo studio di azioni pratiche e risolutorie come ad esempio l’introduzione di colture specializzate o miglioramento delle vie di comunicazione al fine di ridurre la distanza temporale e spaziale dal resto della provincia e dai “distretti industriali” siccome l’industrializzazione per evidenti motivi non può toccare la montagna.

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Matteo Rossi Contatta »

Composta da 43 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 827 click dal 07/10/2011.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.