Skip to content

Il concetto del tempo nel romanzo ''Momo'' di Michael Ende

Informazioni tesi

  Autore: Sara Bonacina
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lingue e letterature straniere
  Relatore: Franz Haas
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 64

Questo lavoro è stato ideato con l’intenzione di prendere in considerazione e dare maggior riconoscimento ad un autore, Michael Ende, e alle sue opere, in particolare il romanzo “Momo”, che fino a poco tempo fa veniva relegato e sottovalutato dalla critica. Questo anche perché sia su di lui che sulle sue opere sono stati condotti scarsi studi, che l’hanno catalogato nella categoria “letteratura per l’infanzia”, cosa che non è del tutto errata, se si prendono in considerazione, ad una prima lettura, i suoi primi romanzi dedicati a giovani lettori.
Tuttavia negli ultimi anni, soprattutto grazie ad alcune saghe come Harry Potter, c’è stata una rivalutazione del genere Fantasy e questo ha comportato una più attenta analisi di autori appunto come Ende, notando quindi una doppia lettura dei suoi romanzi; infatti viene messo in risalto un mondo interiore, il mondo della fantasia, vista come portatrice di libertà, come forza creatrice capace di creare universi paralleli o addirittura vite parallele, che permettono alle persone di evadere dalla realtà, dalle sue costrizioni e obblighi e in questo modo ritrovare il bambino che ognuno conserva dentro di sé, ma anche un consumismo che dirige e forse controlla la nostra vita e che porta le persone ha dimenticarsi delle cose veramente importanti.
Questo lavoro ha appunto come base queste riflessioni e si muove in diverse direzioni, prendendo in esame una particolare opera di Ende e cioè il romanzo “Momo”, che molto volentieri viene messo in secondo piano rispetto ad altre opere dell’autore, considerate più importanti o comunque più conosciute dal pubblico.
In primo luogo bisogna capire chi sia realmente Michael Ende, dove e come abbia trascorso la sua vita, il rapporto che aveva con i genitori e per quale motivo ha fatto determinate scelte, dato che, essendo un autore di difficile classificazione, se non si conoscono almeno in parte queste informazioni risulterà molto difficile una comprensione del suo carattere e soprattutto della sua poetica e opere.
Per questo motivo è importante partire da una figura molto importante, che avrà una grande influenza su Ende: il padre, che fu presente a fasi alterne e con cui non ha avuto un rapporto sempre felice anzi per un periodo non si sono neanche parlati; analizzando il loro rapporto si può notare che l’arte del padre è stata il punto di partenza del concetto poetico del figlio.
Chiariti questi passaggi, necessari per capire l’autore, prenderò in considerazione la sua appartenenza al genere Fantasy, soprattutto in riferimento al romanzo “Momo”, e darò una panoramica dell’origine e delle caratteristiche di questo genere, che si sta diffondendo anche tra gli adulti; in seguito mi concentrerò sul romanzo “Momo”, pubblicato nel 1973, quindi le sue origini, la sua diffusione e i riconoscimenti e collegato ad esso verrà presentata anche un’anteprima del ruolo del bambino nella letteratura, che come si può notare è molto cambiato nel corso dei secoli.
Per continuare ho preso in considerazione uno dei temi fondamentali del romanzo “Momo”: il concetto del tempo, che viene analizzato dall’autore dal punto di vista sia materiale sia spirituale, infatti, vengono contrapposte le due affermazioni “Zeit ist Geld” e “Zeit ist Leben”; Ende analizza questo concetto attraverso metafore e soprattutto la bambina Momo, che rappresenta la purezza, la semplicità grazie alla quale è l’unica a non cadere nella trappola degli uomini grigi.
Verranno citati anche altri filosofi come Platone, Heidegger, Kant e Bergson, che si sono occupati del concetto del tempo, ovviamente prendendo altre strade; nonostante questi grandi della filosofia anche Ende riesce, in qualche modo, a spiegare il concetto del tempo e tutto questo può essere riassunto con la frase “vivere consuma il tempo ma ne conserva la qualità vitale, risparmiare il tempo spegne la vita e distrugge così il tempo”.
Da questa analisi poi sono passata ad analizzare le figure del Bene e del Male nel romanzo, dove si possono distinguere uno spazio del tempo e uno al di fuori del tempo; questa opposizione tra Bene e Male può essere anche vista come opposizione tra la vita e la morte, paragonando il risparmio del tempo alla morte e tutto questo Ende lo applica più generalmente alla vita moderna, infatti, oggigiorno si lavora più velocemente e di ciò ne risente la qualità, non si gioca più con gioia, ma entra in gioco un atteggiamento negativo orientato allo scopo e i bambini assumono molto spesso un comportamento aggressivo.
In ultima analisi ho preso in considerazione i concetti nascosti a cui l’autore fa riferimento e cioè la critica alla società moderna e il consumismo. Ende muove queste critiche attraverso metafore e mai esplicitamente, infatti “Momo” rappresenta un atto di accusa contro l’intera società moderna, dove le persone sono sempre più prese dal lavoro, dalla frenesia.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 INTRODUZIONE Questo lavoro è stato ideato con l‟intenzione di prendere in considerazione e dare maggior riconoscimento ad un autore, Michael Ende, e alle sue opere, in particolare il romanzo “Momo”, che fino a poco tempo fa veniva relegato e sottovalutato dalla critica. Questo anche perché sia su di lui che sulle sue opere sono stati condotti scarsi studi, che l‟hanno catalogato nella categoria “letteratura per l‟infanzia”, cosa che non è del tutto errata, se si prendono in considerazione, ad una prima lettura, i suoi primi romanzi dedicati a giovani lettori. Tuttavia negli ultimi anni, soprattutto grazie ad alcune saghe come Harry Potter, c‟è stata una rivalutazione del genere Fantasy e questo ha comportato una più attenta analisi di autori appunto come Ende, notando quindi una doppia lettura dei suoi romanzi; infatti viene messo in risalto un mondo interiore, il mondo della fantasia, vista come portatrice di libertà, come forza creatrice capace di creare universi paralleli o addirittura vite parallele, che permettono alle persone di evadere dalla realtà, dalle sue costrizioni e obblighi e in questo modo ritrovare il bambino che ognuno conserva dentro di sé, ma anche un consumismo che dirige e forse controlla la nostra vita e che porta le persone ha dimenticarsi delle cose veramente importanti. Tutto questo è contenuto nei romanzi di Ende ed è ciò che l‟autore vuole trasmettere ai suoi lettori, assumendo la forma di personaggi fantastici, creature e mondi immaginari. Questo lavoro ha appunto come base queste riflessioni e si muove in diverse direzioni, prendendo in esame una particolare opera di Ende e cioè il romanzo “Momo”, che molto volentieri viene messo in secondo piano rispetto ad altre opere dell‟autore, considerate più importanti o comunque più conosciute dal pubblico. In primo luogo bisogna capire chi sia realmente Michael Ende, dove e come abbia trascorso la sua vita, il rapporto che aveva con i genitori e per quale motivo ha fatto determinate scelte, dato che, essendo un autore di difficile classificazione, se non si conoscono almeno in parte queste informazioni risulterà molto difficile una comprensione del suo carattere e soprattutto della sua poetica e opere.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

società
bambino
consumismo
momo
edgar ende
michael ende
lotta tra bene e male

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi