Skip to content

Bank Dividend Policy during the Financial Crisis 2007-2009: an Empirical Analysis

Informazioni tesi

  Autore: Alessandra Marsili
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2010-11
  Università: Università Commerciale Luigi Bocconi di Milano
  Facoltà: Economia
  Corso: Finanza
  Relatore: Andrea Sironi
  Lingua: Inglese
  Num. pagine: 84

This study analyze the banks’ dividends explanatory factors during a steep recession in US and Europe and investigates if the relationship that exists between dividend policies of banks and their determining factors changes across the economic cycle. Furthermore I investigate the role and expectation of regulators during financial distress in the bank dividend policy. Data is obtained from Bank Scope. The empirical evidences show that investment opportunities, prior dividends and capitalization are the relevant factors that affect banks’ dividends policy. In particular the investment opportunities and capitalization are the most relevant factors with a positive sign. Then I analyze the most common explanations for paying dividends. Based on the previous studies and researches strong support exists for signaling explanation and a weak support for the tax preference theory and agency cost explanation. These evidences may be useful to bank managers, regulators and investors when considering bank dividends policy. Indeed the analysis of the determinant factors of the dividend policy and the reason why such dividends are paid should be considered as starting point to improve the banking regulation

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 1. Introduction If it is true that dividends impact firm value, the explanatory factors of dividend policy deserve investigation. As no clear reason for dividend payments is apparently evident, researchers proposed a variety of theories. The majority of dividends theories were formulated during periods of little economic duress so the steep recent recession offers an opportunity to study dividend policy under drastic economic stress. Furthermore most empirical evidence is focused on US companies and the results from US firms may not be fully consistent with the conditions of European companies. Thus this study aims to empirically indentify banks‟ dividend determinants during a steep recession in US and Europe and investigate if the relationship that exists between dividend policies of banks and their determining factors changes across the economic cycle. I use as data source Bank Scope and the period observation is from 2006 to 2010. Among the extensive literature that investigates the explanation for paying dividends, strong support exists for the signaling explanation including research by Aharony and Swary (1980), Asquith and Mullins (1983), Kalay and Lowenstein (1986), Healey and Palepu (1988), and Nissim and Ziv (2001). The signaling hypothesis suggests that managers as insiders choose dividend payment levels and dividend increases to signal private information to investors. Weak to little support for the tax preference and agency cost explanation. The tax preference theory argue that a lower capital gains tax rate and deferral of capital gains tax should prompt investors to prefer non dividend-paying stocks. The agency cost explanations states that firms pay dividends to help reduce the costs associated with the separation of ownership and control. No support to the bird-in-the-hand explanation, that asserts that dividends (bird in the hand) are better than earnings (a bird in the bush), since the latter may never realize as future

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

financial crisis
bank dividend policy

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi