Skip to content

Valutazioni Organizzative e Strategiche dei Servizi Ancillari. Indagine sul Settore del Trasporto Aereo

Informazioni tesi

  Autore: Antonio Palomba Murgia
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2010-11
  Università: Libera Univ. Internaz. di Studi Soc. G.Carli-(LUISS) di Roma
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia e gestione delle imprese - Management
  Relatore: Franco Fontana
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 115

Questo elaborato nasce dall’idea di mettere in evidenza una tendenza che, nel settore dei trasporti in generale (non solo nel settore del trasporto aereo, ma, come vedremo, anche in quello ferroviario e marittimo) e in molte infrastrutture collegate ai trasporti (porti, aeroporti e stazioni ferroviarie), sta prendendo sempre più piede. Si tratta dei “Servizi Ancillari”, anche chiamati “Accessori”, ossia di quella gamma di servizi che vengono offerti da contorno rispetto al servizio core. Nel caso delle compagnie aeree, tra gli altri, possono rientrare in tali servizi il catering a pagamento, l’assicurazione di viaggio e l’imbarco prioritario; nel caso delle compagnie ferroviarie, tra gli altri, possono essere menzionati i servizi di spedizione del bagaglio con corriere espresso, collegamenti in pullman alle stazioni, carte di fidelizzazione (es. Cartafreccia); nel caso di porti, aeroporti e stazioni ferroviarie gli esempi più rilevanti riguardano i servizi di parcheggio, gli affitti dei locali commerciali e gli spazi pubblicitari.
Tali servizi in genere permettono alle compagnie di ottenere ricavi maggiori grazie allo scorporamento dell’offerta (unbundling) e alla possibilità di offrire una gamma sempre maggiore di servizi in collaborazione con partner di alto livello. In questo modo il cliente ha la possibilità di spendere meno per il prodotto core e di costruire un “pacchetto” di servizi aggiuntivi in base alle sue esigenze.

Il percorso seguito per spiegare la funzionalità e l’utilità di tali servizi comincia con una breve descrizione delle strategie “competitive e di crescita” per inquadrare la situazione riguardante la leadership di costo e la differenziazione che, anche nel caso preso in esame, possono portare le società a raggiungere un vantaggio competitivo.
Dopo aver chiarito il significato di strategie competitive e di crescita viene trattato l’argomento relativo ai business model che caratterizzano il settore del trasporto aereo, focalizzando l’attenzione sulle differenze che si riscontrano nel modello impiegato dalle compagnie cosiddette “tradizionali” e quello impiegato dalle compagnie “low-cost”. Proprio quest’ultimo modello è quello che ci permette di studiare e di evidenziare i Servizi Ancillari nonché i conseguenti Ricavi Ancillari, uno dei principi cardine di tale modello, nonché uno dei fattori che permette alle compagnie low-cost di ridurre i costi, aumentare i ricavi e di conseguenza offrire delle tariffe inferiori rispetto ai vettori tradizionali.
A seconda del settore di trasporto preso in considerazione, si vedrà come prevale l’offerta di taluni servizi rispetto ad altri; inoltre si analizzeranno gli accordi che prevalgono per le principali categorie di Servizi Ancillari, con i partner scelti dai carrier al fine di offrire un servizio efficace e ai quali, spesso, viene affidata la gestione. Segue una classificazione dei Servizi Ancillari, che comprende le 3 categorie: à la carte, prodotti basati su commissione e programmi frequent flyer.
Secondo IdeaWorks, società di consulenza specializzata nell’analisi dei ricavi delle compagnie aeree generati dai servizi ancillari, grazie all’utilizzo di 5 passaggi (Definire il proprio brand delle entrate accessorie, dotare i manager di risorse idonee, creare chiarezza per i consumatori, integrare il messaggio di vendita, assumere dipendenti come sostenitori) è possibile adottare un’efficace strategia che porta ad un incremento delle Entrate Ancillari.
La nascita e la diffusione del modello low-cost hanno avuto senz’altro un impatto sulla catena del valore delle compagnie aeree. Si cerca di mostrare come questo cambiamento sia avvenuto e quali siano le differenze tra il modello “tradizionale” e quello “low-cost”.
Anche se presentano delle differenze nelle loro strategie, AllegiantAir e RyanAir possono essere prese come esempio per il loro apporto alle strategie dei Servizi Ancillari. Infatti la prima spicca per i suoi primati nei “Ricavi dei Servizi Ancillari per passeggero” e nei “Ricavi Ancillari come % dei ricavi totali”, nonostante le sue dimensioni certamente meno elevate rispetto ad altre realtà. La seconda spicca per il modo in cui è riuscita a farsi largo grazie alle sue strategie riguardanti la leadership di costo, con conseguente incremento delle economie di scala e vantaggi dal punto di vista economico con rapporti di partnership per i servizi ancillari offerti.
Infine viene riportato un interessante sondaggio svolto da Amadeus, leader nella distribuzione globale (GDS) e nella fornitura di tecnologie per l’industria dei viaggi, che raccoglie le opinioni dei viaggiatori sui modelli emergenti di tariffazione a servizio, il cosiddetto volare "à la carte”. I risultati del sondaggio evidenziano che i viaggiatori apprezzano la possibilità di scegliere la modalità "à la carte" e di pagare per ciò che scelgono.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione Questo elaborato nasce dall’idea di mettere in evidenza una tendenza che, nel settore dei trasporti in generale (non solo nel settore del trasporto aereo, ma, come vedremo, anche in quello ferroviario e marittimo) e in molte infrastrutture collegate ai trasporti (porti, aeroporti e stazioni ferroviarie), sta prendendo sempre più piede. Si tratta dei “Servizi Ancillari”, anche chiamati “Accessori”, ossia di quella gamma di servizi che vengono offerti da contorno rispetto al servizio core. Nel caso delle compagnie aeree, tra gli altri, possono rientrare in tali servizi il catering a pagamento, l’assicurazione di viaggio e l’imbarco prioritario; nel caso delle compagnie ferroviarie, tra gli altri, possono essere menzionati i servizi di spedizione del bagaglio con corriere espresso, collegamenti in pullman alle stazioni, carte di fidelizzazione (es. Cartafreccia); nel caso di porti, aeroporti e stazioni ferroviarie gli esempi più rilevanti riguardano i servizi di parcheggio, gli affitti dei locali commerciali e gli spazi pubblicitari. Tali servizi in genere permettono alle compagnie di ottenere ricavi maggiori grazie allo scorporamento dell’offerta (unbundling) e alla possibilit{ di offrire una gamma sempre maggiore di servizi in collaborazione con partner di alto livello. In questo modo il cliente ha la possibilità di spendere meno per il prodotto core e di costruire un “pacchetto” di servizi aggiuntivi in base alle sue esigenze. Il percorso seguito per spiegare la funzionalit{ e l’utilit{ di tali servizi comincia con una breve descrizione delle strategie “competitive e di crescita” per inquadrare la situazione riguardante la leadership di costo e la differenziazione che, anche nel caso preso in esame, possono portare le società a raggiungere un vantaggio competitivo. Dopo aver chiarito il significato di strategie competitive e di crescita viene trattato l’argomento relativo ai business model che caratterizzano il settore del trasporto aereo, focalizzando l’attenzione sulle differenze che si riscontrano nel modello impiegato dalle compagnie cosiddette “tradizionali” e quello impiegato dalle

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi