Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il Rating Etico

Nell’ultimo ventennio si stanno affermando nuove modalità di valutazione finanziaria che tengono conto di aspetti di natura etica e non solo limitati a elementi di redditività in senso stretto. In merito, il rating etico risulta essere una proposta per integrare nei criteri tradizionali di contabilità e finanza principi di eticità. Cosa rappresentano, perché e da quando l’uomo pensa di associarli a un’attività economica sono quesiti che hanno spinto numerosi studi ad approfondire la fattibilità, la convenienza e i costi di applicazione.
Lo sviluppo del lavoro con l’aiuto degli approfondimenti degli ultimi vent’anni è dedicato a questo nuovo strumento di valutazione dell’attività economica, cercando di scandire un percorso lungo il quale ci si è ritrovati ai giorni odierni. La motivazione per cui siamo attualmente in cerca di un ulteriore criterio di selezione imprenditoriale la si trova appunto nelle lacune che il sistema finanziario ha dimostrato di avere in tutti i paesi del mondo, senza alcuna eccezione.
Alla luce di esigenze di questo tipo, l’elaborato nel suo primo capitolo mira all’esposizione delle caratteristiche che contraddistinguono parte dell’universo finanziario attraverso la finanza etica, che cosa abbia spinto l’uomo a pretendere altre categorie di informazione e a non fermarsi al mero profitto. In questa prima parte si mettono a confronto le posizioni di economisti e storici, le quali hanno come elemento centrale l’etica e la morale. Ci si interroga se il valore d’impresa possa indossare un vestito etico, che importanza possa avere la responsabilità morale nelle azioni imprenditoriali dato che queste portano a delle conseguenze a volte irreversibili nell’ambiente che ci circonda, pertanto che considerazione bisogna avere del profitto in un contesto etico. Nell’ultimo paragrafo si accennano i modelli e gli strumenti che permettono l’impiego di capitali orientato a promuovere lo sviluppo sostenibile ovvero quello sviluppo che permetta di soddisfare le esigenze dell’attuale generazione senza impedire alle generazioni future di soddisfare le proprie.
Il secondo capitolo si sofferma sulle logiche di costruzione dei rating etici, sulla loro attendibilità e sugli effetti nel mondo finanziario dopo aver analizzato la possibilità di misurare i comportamenti etici e quali costi comporta.
Nel terzo capitolo si raccolgono utili indicazioni sui risultati derivanti da alcuni studi effettuati sui fondi etici, una volta descritte le caratteristiche dei principali indici etici mondiali.
Sulla base di quanto detto, il presente elaborato si pone l’obiettivo di portare a conoscenza le modalità attraverso le quali viene estrapolato il giudizio etico, che tipo di servizio viene offerto dalle agenzie di rating e quali sono le performance dei fondi e indici etici che utilizzano lo strumento del rating etico come unico criterio di selezione.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 INTRODUZIONE Nell’ultimo ventennio si stanno affermando nuove modalità di valutazione finanziaria che tengono conto di aspetti di natura etica e non solo limitati a elementi di redditività in senso stretto. In merito, il rating etico risulta essere una proposta per integrare nei criteri tradizionali di contabilità e finanza principi di eticità. Cosa rappresentano, perché e da quando l’uomo pensa di associarli a un’attività economica sono quesiti che hanno spinto numerosi studi ad approfondire la fattibilità, la convenienza e i costi di applicazione. Lo sviluppo del lavoro con l’aiuto degli approfondimenti degli ultimi vent’anni è dedicato a questo nuovo strumento di valutazione dell’attività economica, cercando di scandire un percorso lungo il quale ci si è ritrovati ai giorni odierni. La motivazione per cui siamo attualmente in cerca di un ulteriore criterio di selezione imprenditoriale la si trova appunto nelle lacune che il sistema finanziario ha dimostrato di avere in tutti i paesi del mondo, senza alcuna eccezione. Alla luce di esigenze di questo tipo, l’elaborato nel suo primo capitolo mira all’esposizione delle caratteristiche che contraddistinguono parte dell’universo finanziario attraverso la finanza etica, che cosa abbia spinto l’uomo a pretendere altre categorie di informazione e a non fermarsi al mero profitto. In questa prima parte si mettono a confronto le posizioni di economisti e storici, le quali hanno come elemento centrale

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Giovanni Rasulo Contatta »

Composta da 60 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3472 click dal 10/11/2011.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.