Skip to content

Valutazioni posturali e antropometriche mirate all’analisi e al miglioramento della postura nei bambini attraverso l’esercizio fisico nel calcio giovanile

Informazioni tesi

  Autore: Cristiano Marmiroli
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Parma
  Facoltà: Scienze Motorie
  Corso: Scienze e tecniche delle attività motorie preventive e adattative
  Relatore: Giuliana Gobbi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 91

Scopo della tesi
Il mio progetto di tesi si è focalizzato sull’elaborazione, in un gruppo di giovani calciatori, di un programma di allenamento specifico per valutare le eventuali modificazioni posturali e antropometriche verificatesi all’interno di un campione preso in esame.
Mi sono per l’appunto concentrato su un gruppo di 19 ragazzi di età compresa tra gli 11 e i 12 anni che alleno a calcio. L’intero campione è stato sottoposto ad una prima valutazione posturale ed antropometrica per avere una panoramica generale delle condizioni fisiche e stabilire un punto di partenza del lavoro da effettuare. Il campione è stato in un secondo tempo suddiviso in due gruppi: gruppo sperimentale, composto da dieci ragazzi, sottoposti nell’arco di tre mesi ad un allenamento specifico basato su esercizi di allungamento muscolare, di mobilizzazione, di equilibrio, di propriocezione; gruppo di controllo, formato da nove ragazzi sottoposti invece a esercizi di tecnica di base. Si è voluto dimostrare che una ginnastica posturale adeguata abbinata ad una disciplina sportiva può apportare significativi benefici alla persona.
Durante l’età dello sviluppo, soprattutto nei ragazzi dai nove anni in poi, un’attività motoria non adeguata o un atteggiamento posturale scorretto nella vita quotidiana può comportare una di serie alterazioni che possiamo definire “paramorfismi”. Tipiche dell’età evolutiva, queste alterazioni, colpiscono in modo particolare l’apparato muscolo-scheletrico causando un atteggiamento cifotico, dorso curvo, iperlordosi lombare, valgismo delle ginocchia e piede piatto.
Ho voluto quindi evidenziare come il connubio tra, attività motoria corretta-educazione posturale, possa migliorare sensibilmente l’equilibrio posturale dei ragazzi in via di sviluppo.
L’allenamento da me elaborato è stato volutamente applicato allo sport del calcio, una delle attività più diffuse tra i giovani, che proprio per questo ha il dovere di essere un sport completo; l’allenatore deve concentrarsi non solo sull’insegnamento della tecnica sportiva, ma anche sull’apporto di un’attività psicomotoria ricca di esperienze polivalenti, entrambi gli aspetti devono essere presi in considerazione.
Alla fine di quattro mesi di lavoro è stata eseguita la seconda analisi posturale ed antropometrica ed i dati acquisiti sono stati confrontati con quelli dell’inizio per valutare se l’allenamento specifico proposto ha portato a sostanziali modifiche posturali nel campione analizzato.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
7 1 Introduzione 1.1 Anatomia e biomeccanica del rachide La colonna vertebrale è un vero e proprio pilastro centrale del nostro tronco ed è in grado di conciliare due parametri meccanici in netta contrapposizione tra loro: la rigidità e l’elasticità. Il rachide infatti è in grado di sostenere il cingolo scapolare e gli arti ma allo stesso tempo è abbastanza mobile da permettere un gran numero di movimenti. Oltre a alla funzione di sostegno il rachide svolge il ruolo di protettore dell’asse nervoso: il canale rachideo che inizia a livello del forame occipitale accoglie il bulbo e il midollo offrendo una protezione flessibile e resistente di questo asse nervoso. La colonna dell’adulto è costituita da 33-34 vertebre le quali proteggono il midollo ed aiutano a mantenere una corretta posizione del corpo, sia in posizione da seduta che eretta. Il rachide è diviso in regioni. Cominciando dal cranio, le regioni sono cervicale, toracica, lombare, sacrale e coccigea. Sette vertebre cervicali costituiscono il collo e si estendono verso il tronco. La prima vertebra cervicale, detta Atlante, si articola con i condili dell’osso occipitale, mentre la settima, l’Epistrofeo, si articola con la prima toracica. Dodici vertebre toraciche formano la regione mediana posteriore e ciascuna si articola con uno o più paia di coste. La dodicesima vertebra toracica si articola con la prima vertebra lombare. Cinque vertebre lombari formano il tratto posteriore inferiore; la quinta vertebra lombare si articola con il sacro che, a sua volta, si articola con il coccige. Le regioni cervicale, toracica e lombare sono costituite da singole vertebre. Durante lo sviluppo, il sacro origina come un gruppo di cinque vertebre ed il coccige come

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

calcio
sport
bambini
valutazione
muscoli
postura
stabilità
colonna vertebrale
esercizio fisico
allenamento
pallone
bmi
rachide
appoggio plantare
massa grassa
massa magra
capacità coordinative
analisi posturale
analisi antropometrica
massa muscolare
capacità condizionali
pedana posturo-stabilometrica
esordienti
verticale di barrè

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi