Skip to content

UNI4PISA: il progetto di una biblioteca digitale e di un portale sui beni culturali di città e provincia

Informazioni tesi

  Autore: Giulia Sarti
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Pisa
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Informatica Umanistica
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 28

Il numero di laureati dell’Università di Pisa ruota ogni anno intorno a 7000 studenti.
Questo vuol dire che essi producono una numerosa quantità di elaborati finali per tesi triennali, magistrali, master e dottorati.
A questi si aggiungono tutti quei progetti richiesti per il superamento dell’esame di alcuni corsi.
Non esiste però un regolamento che preveda il deposito obbligatorio di tutti i lavori finali in formato digitale e l’unico modo per aggiungerli è quello di sapere che il “deposito” esiste e decidere autonomamente di rendere disponibile il proprio elaborato.
Consapevoli di tutto ciò, alcuni docenti del CISIAU (Centro Interdipartimentale di Servizi Informatici per l’Area Umanistica) hanno proposto un’idea che possa in qualche modo rendere le cose un po’ più facili almeno in un determinato settore: il progetto UNI4PISA, ovvero la creazione di una biblioteca digitale interfacciata ad un portale che permetta in modo facile e veloce per tutti l’accesso a questi elaborati in modo da trasformarli in strumento utile anche al di fuori dell’ambiente universitario.
L’obiettivo di questa tesi prevede quindi lo sviluppo del progetto così presentato.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 Capitolo 1 – Il progetto: UNI4PISA 1.1 Gli obiettivi Il nome dato al progetto, UNI4PISA ovvero l’Università di Pisa PER la sua città, ha già in sé parte delle motivazioni che hanno spinto alla sua realizzazione: la volontà è che il legame tra l’Ateneo e la sua città si rafforzi e possano insieme collaborare perché il patrimonio culturale sia ancora più apprezzato. UNI4PISA ha come oggetto di studi i beni culturali considerati in senso lato: non solo opere d’arte (quadri, collezioni, monumenti ed edifici), ma anche persone, progetti di riqualificazione, studi, analisi e proposte per tutto ciò che riguarda la città. Nella fase di stesura del progetto, sono stati individuati anche obiettivi di carattere più specifico. Tra i primi si colloca la divulgazione di tutti gli elaborati che purtroppo, come è già stato accennato, sono poco noti all’esterno dell’ambiente universitario. Fare in modo che questi elaborati siano conosciuti e apprezzati, non solo non renderebbe vano il lavoro di tutti coloro che hanno dedicato tempo ed energie alla loro realizzazione, ma darebbe ad essi un valore aggiunto oltre a quello del conseguimento del titolo desiderato. La promozione tramite la visibilità sul web, renderebbe la loro diffusione più immediata e raggiungerebbe in modo più rapido un numero maggiore di persone, soprattutto quelle al di fuori dell’ambiente universitario. A questi, si aggiunge un altro aspetto da non sottovalutare: tutti i lavori (quali più, quali meno) sono frutto di una ricerca di tipo scientifico e perciò con un certo grado di autorevolezza derivato anche dall’essere supervisionati nella preparazione da personale docente qualificato. Questo ci porta così a un altro degli obiettivi: la loro valorizzazione. Sapere che esistono, ma soprattutto che sono fonti affidabili, può servire come punto di partenza per chiunque abbia necessità di conoscere cosa è già stato fatto su un determinato bene trasformando così i lavori in un vero e proprio strumento di studio. Il progetto vuole allo stesso tempo valorizzare la città di Pisa e offrire ai suoi cittadini l’opportunità di conoscerla in modo più specifico e documentato e mettere a disposizione degli enti turistici nuove possibilità di scoperta del proprio patrimonio culturale. 1.2 A chi si rivolge UNI4PISA è stato pensato perciò per mettersi a disposizione di un target vario per tipologia e interessi: studiosi di diversi ambiti di ricerca: architetti, restauratori, critici d’arte, storici e tutti coloro che abbiano interesse alla storia culturale della città e della sua salvaguardia; ordini professionali e organismi di tutela per un eventuale intervento di scavo, restauro o rivalutazione della città; docenti di ogni ordine e grado, sia per ricerche proprie in ambito pisano, sia per la divulgazione ai propri studenti; cittadini pisani che vogliano riscoprire la loro città documentandosi magari su un particolare aspetto;

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

beni culturali
monumenti
tesi
pisa
piazza dei miracoli
torre di pisa
dublin core
pisa e provincia
biblioteca digitale
uni4pisa
greenstone
sistema etd
bae di dati tesi
storia pisana
artisti e personaggi pisani
camposanto monumentale
origini pisa e provincia

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi