Skip to content

L' Iran: dalla Persia de ''Le Mille e una Notte'' allo Stato Canaglia

Informazioni tesi

  Autore: Daniele Bagnol
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi Roma Tre
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Relazioni internazionali
  Relatore: Maria Luisa Maniscalco
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 269

Per comprendere la valutazione attuale dell’ Iran come Stato Canaglia e pericolo mondiale bisogna cercare di capire come sia stata possibile tale costruzione; c’è da analizzare innanzitutto una determinata visione del Medio Oriente in generale che si è strutturata nei vari secoli e che ha plasmato l’idea che oggi si ha di quella parte del mondo.
L’ argomento del Cap. 1 sarà rivolto alla valutazione di quelle tematiche generali dell’ intero sistema mediorientale che lo hanno portato al centro del pensiero occidentale, toccando solo alcuni dei momenti fondamentali percorsi dall’ orientalismo come dottrina che hanno causato una frattura così marcata, trasformando la letteratura in tutte le sue forme in uno strumento di politica e colonialismo. La strada sarà tracciata dall’ opera “Orientalismo”, per esaminare anche aspetti molto più attuali, tra cui la propaganda – e diffamazione – proveniente da Hollywood con alcuni modelli classici, ma anche esempi di letteratura antica e religiosa. Un ultimo paragrafo sarà dedicato ad un focus sulla visione italiana.
Il Cap. 2 rappresenta una lente d’ ingrandimento sullo stato iraniano, prima sul contesto storico antecedente i fatti di fine anni’70 (caso Mossadeq e rivoluzione bianca) per poi descrivere ogni dettaglio della rivoluzione del ’79, della successiva guerra che ha visto l’ Iran contrapporsi allo stato iracheno per la supremazia geo-strategica dell’ area, fino all’ analisi del Taccuino Persiano e Persepolis che descrivono in modi diversi l’ iniziale entusiasmo occidentale per la rivoluzione popolare – il primo - ed il punto di vista interno nella trasformazione in tempo reale della società iraniana durante la stessa stagione – il secondo; tutto ciò per comprendere, da parte iraniana, i motivi più attuali della radicalizzazione dello scontro dovuto alla intrusione occidentale nei fatti interni.
Il Cap. 3 sposterà l’ attenzione sulla visione occidentale dello stato, in particolare sulla dottrina Bush. Poi, attraverso un’ analisi sociologica di alcuni discorsi del Presidente, esaminerò il processo semiotico dell’ utilizzazione spasmodica di determinati termini che avevano il compito di giustificare di fronte al pubblico la global war on terror, e che hanno aperto definitivamente la strada alla considerazione attuale dell’ Iran – in cui l’ ideale Neocon ha giocato un ruolo prioritario - per poi raccontare il ruolo controverso del PNAC nelle sue sfaccettature; un paragrafo a parte sarà dedicato alla valutazione del rischio corso di un ulteriore intervento americano nell’ area in Iran.
Il Cap. 4 invece si concentra sui due fattori principali di scontro sui quali l’ America ha maggiormente investito a livello mediatico negli ultimi anni, che hanno spostato il baricentro delle relazioni tra i due paesi: la questione nucleare, al centro del dibattito tra i due paesi per vari motivi fin dalla seconda metà degli anni ’50 e che oggi si è ancora più estremizzato. Qui cercherò di esplorare la storia del nucleare iraniano dalle sue origini, i motivi che spingono l’ Iran a volere a tutti i costi tale tecnologia, i passi falsi e le ragioni di Teheran, le conseguenze possibili per lo scenario internazionale, sottolineando anche gli errori commessi come con l’ Operazione Merlino, oltre ad un quadro generale dell’ AIEA e della trattazione del caso al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite. Il secondo fattore è invece la pena di morte con il caso Sakineh in primo piano perché il più attuale ed il più mediatico, rispetto invece al silenzio pubblico delle esecuzioni compiute negli stessi Usa per esempio, attraverso un raffronto col caso Teresa Lewis, la Sakineh americana, per dimostrare il cosiddetto doppio standard e cioè la falsa coscienza occidentale che inorridisce per le esecuzioni iraniane, mentre di fronte a Washington ci si mobilita per sensibilizzarli.
In tutto ciò, in un mondo come quello attuale, la stampa è divenuta senza dubbio la prima arma di guerra, assumendo un ruolo di primo piano nel dare spazio ad alcuni argomenti specifici, nel fomentare paure infondate, nel creare il nemico stesso: per Chomsky in sostanza i media hanno acquisito un ruolo politico fondamentale più che di informazione, poiché le dichiarazioni violente del presidente Ahmadinejad - tra queste per esempio quelle “dubiously translated” riferite ad Israele - trovano ampio spazio nelle testate e nei commenti di governanti e ministri occidentali, al contrario invece del silenzio internazionale di fronte ad alcune dichiarazioni concilianti dell’ ayatollah Khamenei, unico vero responsabile della politica estera. È quello che il filosofo americano ha definito “la fabbrica del consenso”: si è sviluppato cioè un sistema auto-rinforzante di polarizzazione culturale e sociale che ha teso ad incarnare il male una per l’ altra con conseguenze terribili.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi