Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Propulsione COGAS per l'ottimizzazione del sistema nave

Studio ed ottimizzazione dell'impianto motore combinato COGAS in sostituzione del motore Diesel 2T per la propulsione navale. Elaborazione codice di calcolo per l'ottimizzazione degli scambi energetici nella caldaia a recupero, elaborazione codice di calcolo per la previsione di funzionamento dell'impianto in fuori progetto, sistemazione layout apparato motore per incrementare la capacità di carico

Mostra/Nascondi contenuto.
Propulsione COGAS di navi portacontenitori per l’ottimizzazione del sistema nave Capitolo 1 : Introduzione 6 Capitolo 1 Introduzione Lo studio proposto ha come obiettivo la verifica, da un punto di vista prevalentemente tecnico, della possibilità di installare a bordo di navi un impianto COGAS (Combined Gas and Steam Turbines) in sostituzione dei motori diesel. L’attenzione per queste tipologie d’impianto motore, già introdotte in passato su un ridottissimo numero di navi per applicazioni particolari, che nel loro insieme offrono possibili vantaggi rispetto ai loro concorrenti di oggi, più diffusi, comincia a crescere per via delle mutate condizioni del mercato nel settore marittimo e della maggiore sensibilità dell’opinione pubblica nei confronti dei problemi ambientali. Lo scenario a cui si assiste attualmente è un predominio dei motori diesel lenti utilizzati per la propulsione delle grandi navi: Navi porta contenitori, Navi cisterna, Navi trasporto alla rinfusa. La prima ragione è imputabile alla alta efficienza di queste tipologie di motori (anche acarichi ridotti) e alla loro predisposizione a poter bruciare olio combustibile pesante HeavyFuelOil (HFO). Questo carburante, essendo meno pregiato, ha il vantaggio di avere un costo inferiore rispetto ad esempio al Marine Diesel Oil (MDO), ma al contempo più denso, viscoso e contenente impurità, come lo zolfo, dannose per gli stessi motori e l’ambiente. Il tema delle emissioni inquinanti sta avendo una forte risonanza e nel campo navale viene legiferata da organizzazioni a livello nazionale e internazionale.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Ingegneria

Autore: Michele Laviola Contatta »

Composta da 243 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 685 click dal 14/02/2012.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.