Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Transfer pricing: strategie, costi e problematiche delle imprese multinazionali

La pianificazione fiscale è una delle principali fonti di profitto dell'impresa moderna soprattutto per quelle imprese che svolgono la loro attività in Paesi a diverso regime fiscale il cui fine è quello di realizzare utili attraverso scelte di localizzazione delle società affiliate, tali da ridurre il più possibile il carico fiscale.
In questo contesto assume rilevanza il fenomeno del transfer pricing, ovvero quella pratica per cui attraverso cessioni di beni e/o prestazioni di servizi tra imprese associate ed appartenenti in genere ad uno stesso gruppo, operate sulla base di corrispettivi superiori o inferiori a quelli di mercato, si realizza di fatto un trasferimento di redditi da una società del gruppo ad un'altra.
Uno degli obiettivi di tale lavoro è quello di descrivere gli elementi costitutivi dell'istituto per poi passare ad un'analisi della disciplina nazionale e di quella progettata da organizzazioni internazionali quali l'OCSE e la Comunità Europea che hanno tentato di garantire i principi comuni, con lo scopo di assicurare la parità di trattamento nelle transazioni intercompany.
La parte centrale della tesi è incentrata sulle strategie operative che i gruppi multinazionali adottano da tempo al fine di migliorare la propria gestione economica e sui problemi delle multinazionali nella determinazione del prezzo di trasferimento.
Viene inoltre introdotto il concetto di valore normale basato sul principio di libera concorrenza e i relativi metodi per la determinazione di un prezzo equo da applicare alle transazioni internazionali infragruppo.
La finalità della tesi è quella di applicare, attraverso lo studio di un caso pratico, uno dei metodi per la determinazione del valore normale.

Mostra/Nascondi contenuto.
10 CAPITOLO 1 LE CARATTERISTICHE ECONOMICHE 1.1) CHE COS’¨ IL TRANSFER PRICING 1.1.1) Premessa Con l’espressione transfer pricing (parola inglese che indica il prezzo di trasferimento) si intende il complesso di tecniche e procedimenti utilizzati dalle imprese multinazionali, nella composizione dei prezzi relativi alle cessioni di beni ed alle prestazioni di servizi che intervengono tra imprese associate e facenti parte generalmente ad uno stesso gruppo. Le motivazioni che possono indurre alla determinazione di un prezzo di trasferimento diverso da quello applicato in transazioni indipendenti, rappresentano l’aspetto piø variegato del problema. ¨ possibile, ad esempio, che attraverso un condizionamento di prezzi l’impresa miri a: - eludere disposizioni valutarie o eventuali oneri anti-dumping; - incidere sulle richieste di aumenti salariali mostrando profitti meno elevati; - indurre le autorità governative ad elevare il prezzo imposto di alcuni prodotti in relazione all’aumento dei costi; - ridurre i profitti delle controllate al fine di evitare reazioni negative negli Stati esteri. Assume nondimeno una rilevanza particolare, la necessità di pianificare le diverse attività del gruppo per ottenere un maggior risparmio di imposta possibile. ¨ innegabile, infatti, che un’impresa che ne controlla un’altra in uno Stato estero a

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Luigi Cuba Contatta »

Composta da 74 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7450 click dal 29/03/2012.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.