Skip to content

La coda lunga: box-office e streaming a confronto

Informazioni tesi

  Autore: Marco Magnani
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia delle istituzioni e dei mercati finanziari
  Relatore: Mattia Nardotto
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 40

Il fenomeno della coda lunga è emerso negli ultimi anni grazie all'esplosione dei mercati digitali. Prodotti un tempo di nicchia, introvabili, sono diventati fonte di guadagno consistente per compagnie come Amazon ed eBay, con i suoi modelli di business basati sul costo pressoché nullo dei bit, e su cataloghi infiniti. Tre le parti di questa breve ricerca: una panoramica sulla coda lunga con numerosi esempi atti a descrivere questo recente fenomeni; una breve introduzione matematico-statistica ed un'analisi econometrica utilizzando il software Gretl e mettendo a confronto la popolarità dei film al box-office statunitense con quelli in un servizio di streaming. Il risultato conferma quanto descritto nella prima parte: i mercati digitali mostrano il fenomeno della coda lunga in tutta la sua potenza.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
- 2 - I. Il fenomeno della coda lunga Da sempre, i colori più quotati per gli elettrodomestici da cucina di uso comune (e.g. forno a microonde, tostapane) sono il bianco, il nero e qualche variazione intermedia come il grigio metallico. Cosa ha portato, quindi, l’arancione mandarino ad essere la più popolare tra le tonalità disponibili del classico frullatore Stand Mixer di KitchenAid 1 ? Semplice, è stato reso disponibile. Fin quando il prodotto occupava spazio sugli scaffali di un negozio di articoli per la casa, colori come il cachi o il blu fiordaliso erano introvabili; troppo particolari, troppa poca gente disposta a comprarli e troppo costosi da tenere in magazzino qualora non avessero venduto. A rotazione, KitchenAid propose ad ogni rivenditore di affiancare uno dei colori inconsueti del catalogo a fianco del bianco e del nero; l’iniziativa ebbe un modesto successo (anche se per qualche strana ragione di marketing, aumentarono le vendite del più rassicurante bianco) ma fu solo quando la società mise in vendita tutte le varietà cromatiche nel negozio online del sito che si rese conto di come gli acquirenti in realtà avessero preferenze meno convenzionali. Il motivo è da ricercarsi nella peculiare struttura dei mercati digitali: poiché i bit hanno un costo troppo a buon mercato per essere misurato (a differenza dello scaffale, valutato per ogni centesimo che può far guadagnare) i cataloghi online sono pressoché smisurati; alcuni onerosi passaggi scompaiono del tutto, per cui il cliente si trova a diretto contatto con l’azienda produttrice, o al più con un intermediario che offre lo spazio virtuale per le operazioni necessarie (si pensi all’App Store di Apple che fornisce lo spazio per i contenuti dedicati alle piattaforme compatibili come l’iPhone); ancora, internet è una rete globale e rappresenta quindi una vetrina irrinunciabile per chiunque voglia espandere il proprio business al di là del raggio locale di cui dispone un negozio in calce e mattoni. Di conseguenza, raggiungendo un maggior numero di persone, aumenta la probabilità di trovare più acquirenti per prodotti dal target particolare e ristretto, i cosiddetti beni di nicchia, i quali rimarrebbero altrimenti sconosciuti, nascosti se non addirittura non prodotti. 1 http://www.kitchenaid.com/flash.cmd?/#/product/KSM150PSER/

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

ebay
amazon
wikipedia
coda lunga
gretl
chris anderson
boxoffice e streaming
film streaming
distribuzione di pareto
legge di pareto
fenomeno coda lunga

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi