Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Dimensionamento e analisi di prestazioni di reti per servizi multimediali

I servizi che è possibile trasmettere sulle reti di computer sono diventati molto numerosi e riguardano i campi più svariati. Ciò che richiede molta attenzione sono i servizi in tempo reale per i quali deve essere tempestiva la consegna delle informazioni. Ci sono poi altri servizi per i quali è importante la corretta consegna delle informazioni anziché la loro tempestività.
Lo sviluppo del protocollo IP ha reso possibile la trasmissione non solo dei dati, ma anche di servizi multimediali, consentendo di distinguere i pacchetti in base alle informazioni che trasportano, in modo da processare per primi quelli che hanno priorità maggiore, cioè si riferiscono a servizi in tempo reale. Per questo motivo il dimensionamento delle reti deve essere adeguato al tipo di servizio trasmesso, in modo che tutti gli utenti possano riceverlo con uno standard di qualità, QoS (Quality of Service), garantito.
In tale ambito si inserisce il contenuto del presente lavoro in cui vengono valutate le prestazioni delle reti con il programma di simulazione COMNET III, costruendo il modello della rete ed impostando il traffico che si presume verrà trasmesso. Dall’analisi dei risultati delle simulazioni è possibile stabilire se le caratteristiche del modello soddisfano i requisiti di qualità richiesti ed eventualmente modificare i parametri di interesse.
I parametri principali cui si fa riferimento sono l’occupazione del canale, per stabilire la banda disponibile per la trasmissione del servizio, il ritardo di consegna delle informazioni, per valutare, in base al tipo di servizio, se vengono rispettati gli standard di qualità, e l’occupazione dei buffer, per realizzarli in modo da accettare il traffico della rete.
Il presente lavoro è costituito da un primo capitolo introduttivo in cui vengono descritti il protocollo IP per la trasmissione dei pacchetti e due possibili esempi di servizi multimediali che le reti possono realizzare: il Call Center e l’e-commerce.
Il secondo capitolo descrive brevemente le caratteristiche del programma utilizzato per eseguire le simulazioni con i modelli presentati nei capitoli successivi.
Il terzo capitolo considera un modello di evoluzione del Call Center telefonico come distributore di servizi in rete. Il modello realizza una rete locale, che utilizza lo standard Ethernet, in cui molti utenti sono collegati ad un server a cui richiedono un servizio. Poiché gli utenti hanno accesso ad un mezzo comune, le prestazioni sono condizionate dalle collisioni che possono subire i pacchetti in transito.
Il quarto capitolo realizza il modello di un possibile scenario per il commercio elettronico. Il venditore dispone di un proprio Server, su Internet, mediante il quale implementare il software specifico per l’e-commerce. Gli utenti richiedono l’accesso al Provider Internet, collegato al server del venditore. Il Provider costituisce l’interfaccia verso Internet di molti utenti, è quindi interessato da molto traffico e deve garantire un risultato soddisfacente a molti utenti.
Infine, nel quinto capitolo, viene proposta l’analisi della Rete Telematica della Regione Marche che collega gli uffici della Pubblica Amministrazione del territorio marchigiano. Tale Rete è strutturata con accessi Frame Relay ed è interessata da un intenso scambio di informazioni tra gli utenti ed il Capoluogo, dove risiede la Server Farm. Poiché i servizi offerti dalla Rete Telematica sono molti, l’analisi si sofferma sul Progetto Tellus che dimostra la caratteristica principale di questa struttura: l’intenso scambio di informazioni quando gli utenti accedono ad un archivio comune.
Per la Rete della Regione Marche si è eseguito il dimensionamento della tratta S. Elpidio a mare-Fermo-Macerata-Ancona, analizzando in particolare il tratto periferico che collega il nodo di S. Elpidio a mare al nodo di Fermo, appartenente al backbone della rete WAN.

Mostra/Nascondi contenuto.
Università degli studi di Ancona Facoltà di ingegneria Dipartimento di elettronica ed elettronica DIMENSIONAMENTO E ANALISI DI PRESTAZIONI DI RETI PER SERVIZI MULTIMEDIALI Tesi di laurea di: Paola MANGIALARDO Relatore: Chiar.mo Prof. Giovanni CANCELLIERI Correlatore: Ing. Paola PIERLEONI Anno accademico 1999 / 2000

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Paola Mangialardo Contatta »

Composta da 122 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2227 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.