Skip to content

Analisi 4D del progresso di cantiere mediante tecniche TLS

Informazioni tesi

  Autore: Mirko Zenari
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Brescia
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria Civile
  Relatore: Giorgio Vassena
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 82

Lo scopo di questa tesi è di creare una procedura che consenta di associare automaticamente dati reperiti in cantiere a un modello 3D e che, in tal modo, sia d’ausilio alla verifica “as built” e alla stesura dello Stato di Avanzamento dei Lavori. L’associazione di dati raccolti in tempi diversi ad un modello tridimensionale viene definita “Analisi 4D”, dove alla quarta dimensione è attribuita, per l’appunto, la variabile tempo.
Lo S.A.L. viene solitamente aggiornato mediante metodi manuali, basati su rapporti giornalieri, che richiedono notevoli investimenti di tempo e possono essere affetti da errori. Questa è una delle cause di ritardo nel progresso dei lavori e impedisce un’adeguata tempestività nell’assunzione dei provvedimenti necessari ad evitare ripercussioni negative su tempi e costi. Inoltre, solo recentemente la tecnologia ha consentito di associare le informazioni dello S.A.L. a dei modelli tridimensionali, poiché, in passato, una simile operazione sarebbe stata troppo onerosa sia in termini di tempo che di lavoro. Di conseguenza, oggi, si ha la possibilità di integrare informazioni di questo tipo anche all’interno di un contesto di Building Information Modeling. [...]
Con l’auspicio di poter corredare il Building Information Modeling di tali informazioni, si è proceduti attraverso due vie: l’imaging, ossia l’assemblaggio di fotografie bidimensionali che permette di ottenere un modello tridimensionale e il laser scanning. Mentre il primo tema è stato affrontato da alcuni tesisti guidati dal professor Angelo Ciribini, professore ordinario presso il Dipartimento di Ingegneria Civile, Architettura, Territorio e Ambiente dell’Università degli Studi di Brescia, la presente tesi, relata dal professor Giorgio Vassena, docente di Topografia e Cartografia presso l’Università degli studi di Brescia e presidente della spin off Gexcel s.r.l., è atta a sperimentare delle applicazioni tuttora inedite della tecnica Terrestrial Laser Scanning (TLS). La tecnologia di scansione laser 3D è già stata adottata come supporto nello sviluppo di modelli “as-built” di impianti industriali in costruzione, o in fase di manutenzione, ma ci sono delle limitazioni negli attuali software commerciali per quanto riguarda l’interpretazione automatica delle informazioni rilevate. Due software innovativi, uRegister e uControl, forniti dal dottor Frédéric Bosché, lettore presso l’Università Heriot - Watt di Edimburgo, Scozia, riescono per la prima volta ad associare i dati ottenuti dalle scansioni laser 3D, denominati “nuvole di punti”, a un modello tridimensionale, permettendo in tal modo una verifica diretta tra lo stato di fatto e lo stato di progetto del cantiere stesso.
Parallelamente a quanto esposto, si è pensato di procedere con una sperimentazione della stessa tecnica, ma per scopi diversi, ossia, non più finalizzata ad un monitoraggio dello stato di avanzamento dei lavori, ma per una verifica sull’ “as built”. Con tale termine si intende il rilievo di un’opera per come effettivamente la si sta costruendo, così da poter associare al progetto esecutivo un progetto costruttivo, comprendente tutte le eventuali modifiche che è necessario attuare nel corso dei lavori. [...] Attualmente viene effettuata una verifica a campione. Utilizzando invece la tecnica laser scanning, si può ricreare un modello virtuale dell’edificio ed eseguire una verifica puntuale. Più precisamente, si può organizzare una battuta di scansioni, allinearle le une con le altre ricreando quindi un unico modello della parte di edificio scansionata e, infine, andare a effettuare tutte le misure necessarie sulla riproduzione virtuale dell’edificio. Questa procedura era già fattibile prima d’ora, ma non conveniente. Infatti, dato che i rilievi non sono più finalizzati alla verifica dell’esistenza di elementi, ma delle loro geometrie, devono essere più precisi e detta- gliati rispetto a quelli ipotizzati nel caso precedente. In sostanza, per poter fare una verifica sull’ “as built”, c’è bisogno di un notevole numero di scansioni con un’alta densità di punti. Mentre l’esecuzione delle scansioni non richiede, solitamente, tempi molto lunghi, ciò che penalizza maggiormente la tempistica nella loro elaborazione è l’allineamento, il quale deve essere fatto manualmente, impedendo in tal modo una rapida verifica dei lavori eseguiti. Quindi la velocità e la dinamicità del metodo risulterebbero inficiate dalle operazioni di gestione dei dati, che sarebbero molto onerose sia in termini di hardware che di lavoro da parte di un operatore. Nuovi algoritmi per l’unione automatica di scansioni denominati AutoAlign rendono finalmente possibile l’acquisizione e l’allineamento automatici di più scansioni. Questa tecnologia, ancora inedita, potrebbe abbattere notevolmente i tempi necessari per l’elaborazione dei dati e permettere così di monitorare la qualità della costruzione con una tempestività che prima era impensabile.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Verifica dell’avanzamento di cantiere mediante TLS: una procedura innovativa _________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________ 3 INTRODUZIONE Verifica dell’avanzamento di cantiere mediante TLS: una procedura innovativa Lo scopo di questa tesi è di creare una procedura che consenta di associare automaticamente dati reperiti in cantiere a un modello 3D e che, in tal modo, sia d’ausilio alla verifica “as built” e alla stesura dello Stato di Avanzamento dei Lavori. L’associazione di dati raccolti in tempi diversi ad un modello tridimensionale viene definita “Analisi 4D”, dove alla quarta dimensione è attribuita, per l’appunto, la variabile tempo. Lo S.A.L. viene solitamente aggiornato mediante metodi manuali, basati su rapporti giornalieri, che richiedono notevoli investimenti di tempo e possono essere affetti da errori. Questa è una delle cau- se di ritardo nel progresso dei lavori e impedisce un’adeguata tempestività nell’assunzione dei provvedimenti necessari ad evitare ripercussioni negative su tempi e costi. Inoltre, solo recentemen- te la tecnologia ha consentito di associare le informazioni dello S.A.L. a dei modelli tridimensiona- li, poiché, in passato, una simile operazione sarebbe stata troppo onerosa sia in termini di tempo che di lavoro [23], [24]. Di conseguenza, oggi, si ha la possibilità di integrare informazioni di questo ti- po anche all’interno di un contesto di Building Information Modeling. Il Building Information Modeling, o B.I.M., è un processo che permette di gestire la vita di un’opera in tutte le sue fasi: l’ideazione, la progettazione, la costruzione, la manutenzione e la de- molizione. Esso si basa sulla coordinazione di tutte le tipologie di informazioni che devono essere contenute in un progetto, dalle esigenze dei committenti alle caratteristiche architettoniche, a quelle strutturali, impiantistiche, gestionali ed economiche, dando così vita, attraverso degli appositi sof- tware, a dei modelli in cui ogni elemento non è più concepito come una serie di linee e forme, come

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

tls
s.a.l.
building information modeling
uregister
ucontrol
reconstructor
autoalign
stato avanzamento lavori
porta nuova garibaldi
b.i.m.
heriot watt
laser scanner
nuvola di punti
progresso cantiere
terrestrial laser scanning
frédéric bosché
verifica as built
giorgio vassena
scansione 3d
grattacielo cesar pelli
analisi 4d
eth
cantiere bicocca

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi