Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Bere l’acqua - Analisi qualitativa e quantitativa degli oggetti e contenitori per l’acqua

L’acqua è una risorsa indispensabile, che ha permesso la nascita della vita sul nostro pianeta. Nel corso del tempo l’uomo ha costruito recipienti per contenerla, tecnologie e strumenti per purificarla e macchine per gassarla.
L’obiettivo di questa tesi è di classificare e valutare alcune delle modalità di consumo dell’acqua: sono esaminati oggetti appartenenti a due categorie, prodotti per acqua confezionata e prodotti per il consumo di acqua di rubinetto. Scopo delle analisi e degli studi che sono stati sviluppati, è di mostrare vantaggi e svantaggi delle due categorie di oggetti, per arrivare ad indicare delle linee guida per un miglior prodotto adatto al consumo dell’acqua.

Mostra/Nascondi contenuto.
9 Introduzione L’acqua è una risorsa indispensabile, che ha permesso la nascita della vita sul nostro pianeta. Nel corso del tempo l’uomo ha costruito recipienti per contenerla, tecnologie e strumenti per purificarla e macchine per gassarla. L’obiettivo di questa tesi è di classificare e valutare alcune delle modalità di consumo dell’acqua: sono esaminati oggetti appartenenti a due categorie, prodotti per acqua confezionata e prodotti per il consumo di acqua di rubinetto. Scopo delle analisi e degli studi che sono stati sviluppati, è di mostrare vantaggi e svantaggi delle due categorie di oggetti, per arrivare ad indicare delle linee guida per un miglior prodotto adatto al con- sumo dell’acqua. I tre capitoli iniziali, che compongono la parte prima, sono lo scenario che sta alla base dello sviluppo successivo della tesi: qui è spiegato cos’è l’acqua dal punto di vista chi- mico e biologico, il suo inquinamento, il rapporto dell’uomo con la risorsa idrica e come l’acqua viene potabilizzata. Nella parte seconda è invece affrontato il discorso dell’acqua da bere. I capitoli quattro e cinque descrivono il tema dell’acqua potabile: è indicata la composizione chimica dell’acqua potabile, la classificazione delle acque, l’etichettatura delle bottiglie, quali sono i benefici per la salute e le leggi e normative che regolano la distribuzione e la vendita dell’acqua. Il capitolo sei affronta invece il discorso sul servizio idrico: qui è delineato il panorama europeo, italiano e provinciale su come è gestito il servizio idrico, cercando di spiegare la differenza tra la amministrazione pubblica e privata del servizio. La parte terza mostra invece quali siano le iniziative volte al risparmio dell’acqua. In particolare sono descritte le campagne di sensibilizzazione e gli strumenti on-line dedicati ai consumatori, per renderli consapevoli riguardo ai propri consumi di acqua. Il capitolo otto, è dedicato alla sola impronta idrica, indicatore nato nel 2002 utile alla determinazione di quanta acqua dolce viene utilizzata per la produzione dei prodotti. Infine la quarta parte riguarda lo studio e le analisi delle modalità di consumo dell’acqua distinte nelle due categorie. È riportata l’analisi LCA semplificata di sei oggetti appartenenti alle due categorie: bot- tiglia PET, PLA e vetro e borraccia in alluminio, caraffa filtrante e gasatore. Attraverso l’analisi dello studio LCA e altre valutazioni oggettive, come aspetti econo- mici e pratici, è stato possibile porre a confronto gli oggetti e sviluppare delle linee gui- da sulla base degli studi LCA e dello scenario che è stato esaminato in precedenza. Le linee guida sono sviluppate per il prodotto, affinché i produttori possano adottarle per migliorare gli oggetti per il consumo dell’acqua, e per il consumatore, per rendere più sostenibile il proprio comportamento.

Laurea liv.I

Facoltà: Architettura

Autore: Valentina Piroddi Contatta »

Composta da 295 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1550 click dal 18/05/2012.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.