Skip to content

Rilievo idrogeologico nella parte alta del bacino del Rio Mantaro, nei Distretti di Aco, Chambarà e Manzanares (Regione Junin, Perù)

Informazioni tesi

  Autore: Filippo Lucini
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Milano - Bicocca
  Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali
  Corso: Scienze geologiche
  Relatore: Giovanni B. Crosta
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 138

Il lavoro svolto è suddiviso in due parti. Nella prima è stata effettua un'attività di rilevamento geologico sul terreno nella parte alta del bacino del rio Mantaro, nei Distretti di Aco, Chambarà e Manzanares, situati in Provincia di Concepcion (Regione Junin), nel Perù centrale. Nella seconda parte è stata svolta un'attività finalizzata alla descrizione idrogeologica dell'area, accompagnata dall'analisi di qualità dei campioni d'acqua prelevati alle sorgenti visitate.
Il rilevamento geologico effettuato si estende su un'area di circa 155 km2 e ha consentito la realizzazione di una carta geologica alla scala 1:50'000, accompagnata dalle sezioni geologiche e dalla colonnina stratigrafica. Nell'area studiata affiora diffusamente la successione carbonatica Triassica-Liassica del Gruppo Pucarà, suddivisibile in tre formazioni: Chambarà Fm., Aramachay Fm. e Condorsinga Fm. Nella porzione occidentale prevalgono, invece, gli affioramenti dell'unità molassica Cretacico-Terziaria (Formazione Casapalca) caratterizzata, nella parte basale, da isolate intercalazioni basaltiche. Infine è stata rilevata la manifestazione superficiale di un'intrusione riolitica di età Terziaria.
In base alle sezioni geologiche effettuate si è ricostruita una sezione stratigrafica e l'assetto strutturale dell'area studiata. Quest'ultimo è contraddistinto, alla mesoscala, da una piega sinclinale, di età andina e orientazione NW-SE; e dalla presenza di numerosi altri piegamenti di carattere, però, discontinuo. Per quanto riguarda le faglie, l'area è interessata da un'importante sovrascorrimento che ha accomodato la compressione nella porzione settentrionale dell'area studiata. L'orientazione è concorde con quella della sinclinale, NW-SE, immergente a NE.
La seconda parte di questo lavoro è stata eseguita allo scopo di caratterizzare quest'area dal punto di vista idrogeologico, in quanto soggetta a gravi problemi di approvvigionamento idrico nella stagione secca (Giugno-Settembre). A tal scopo si è proceduto, in primo luogo, a valutazioni di massima sulla permeabilità nell'ambito delle formazioni lapidee e all’ individuazione, di conseguenza, delle aree in cui i sistemi di circolazione si sviluppano maggiormente.
Successivamente è stata realizzata un'accurata catalogazione, descrizione e classificazione delle opere di presa, mettendone in luce i principali punti di criticità. Inoltre, sono state caratterizzate le proprietà fisico-chimiche delle emergenze misurandone, “in situ”', la portata, la temperatura e la conducibilità idraulica e, tramite cinque kit analitici Visocolor® Eco, la durezza totale e il contenuto ionico (ammonio, cloruri, ferro e nitrati).
Infine, è stata eseguita una parte di elaborazione tramite ESRI ArcMap10 al fine di delimitare i bacini imbriferi e modellare la soggiacenza della falda.
I risultati ottenuti hanno permesso di dedurre la presenza di numerosi bacini idrici, limitati arealmente, e caratterizzati da circuiti idrici subsuperficiali e brevi. Per questo motivo risultano essere molto influenzati dalla stagionalità delle precipitazioni, che si concentrano nel trimestre Dicembre-Febbraio. L'acqua di tutte le emergenze è medio-minerale e con una qualità molto buona. Non è stata riscontrata, infatti, la presenza di alcuna contaminazione. Questo studio vuole dunque contribuire ad un ampliamento delle conoscenze idrogeologiche della zona, favorendo un più completo e razionale sfruttamento delle risorse idriche esistenti e, allo stesso tempo, di costituire un lavoro preliminare a future indagini di maggior dettaglio.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
9 Capitolo 1 Premessa La zona oggetto di studio e situata nella valle del Mantaro, sulla sponda destra dell’omonimo ume, e comprende tre distretti appartenti alla Provincia di Concep- cion: Aco, Chambar a e Manzanares. Quest’area presenta gravi problemi inerenti all’approvigionamento idrico nei mesi invernali (Luglio, Agosto e Settembre), in ag- giunta all’aggravante rappresentata dal tipo di attivit a produttiva che la caratterizza. I tre distretti, infatti, basano la propria economia essenzialmente su agricololtura e pastorizia, le quali richiedono una cospicua disponibilit a di risorse idriche. La situa- zione e ancora pi u preoccupante se si considera il fatto che, secondo il Tyndall Centre for Climate Change Research R , il Per u e tra i tre Paesi pi u vulnerabili ai cambiamenti climatici (insieme a Honduras e Bangladesh). Questa regione e caratterizzata dall’alternanza di una stagione secca (da Aprile a Novembre) e di una piovosa (da Dicembre a Marzo) ma, confrontando le precipitazioni medie mensili dei periodo 1922-1976 e 1977-2009 si evince come, nel mese di Febbraio, le precipitazioni siano in aumento di 8.6 mm/mese, mentre in Marzo, Maggio e Settembre le stesse siano in calo. Ci o potrebbe indicare che, negli ultimi trent’anni, la stagione delle piogge inizia pi u tardi e termina prima, registrando contemporanea- mente un aumento di intensit a (Vidal, Trasmonte e Giraldez, \Variabilidad de las precipitaciones en el valle del rio Mantaro", 2010). Tali cambiamenti causeranno, prevedibilmente, un ulteriore incremento del pro- blema idrico. Secondo uno studio dell’Instituto Geosico del Per u (\Vulnerabilidad

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi