Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Locative media. Come cambia il modo di vivere gli spazi sociali.

La decisione di incentrare questa tesi sui locative media ha origine da una riflessione in merito ai rapidi cambiamenti di regole e modalità di interazione sociale apportati dall‘innovazione tecnologica. In particolare l‘ultimo ventennio è stato testimone dello sviluppo di una serie rapidissima di rivoluzioni , la maggior parte delle quali ha avuto un impatto rilevante sul modo di costruire i legami sociali fra gli individui, basatasi principalmente sulle possibilità fornite dal medium Internet. La mia attenzione si è focalizzata sulle innovazioni apportate a partire dal ventunesimo secolo, caratterizzato dall‘impiego delle tecnologie di geolocalizzazione e dal rapido sviluppo di servizi di comunicazione capaci di sfruttarle, definiti locative media.
A seguito di un approfondito lavoro di ricerca , ho deciso di porre al centro dell‘analisi di questa tesi le dinamiche che hanno caratterizzato l‘ultima generazione di Locative media, con l‘intento di definire l‘entità dell‘impatto che queste hanno avuto sulle relazioni sociali fra gli individui ed analizzandone le potenzialità, per cercare quantomeno di ipotizzare un trend di sviluppo del settore nei prossimi anni. Proprio perché si tratta di uno scenario in costante evoluzione, durante il processo di scrittura della tesi mi sono avvalso dell‘apporto di Internet che mi è stato fondamentale, oltre che per l‘attività di ricerca di fonti e materiali di supporto, anche per tenermi aggiornato sugli ultimi sviluppi all‘interno del campo d‘indagine. Basti pensare che alcune delle dinamiche più interessanti sono state sviluppate nell‘ultimo anno.
Per presentare lo scenario nel modo più completo possibile ho ritenuto opportuno dedicare il primo capitolo ad una breve ma esaustiva spiegazione del funzionamento delle tecnologie di geolocalizzazione e ad un‘analisi di alcuni casi in cui la tecnologia è stata sfruttata in modo innovativo. In seguito ho dedicato il secondo capitolo all‘analisi delle relazioni sociali in rete caratteristiche come sono state definite dall‘introduzione di Internet. Da questa base sono introdotte, nel terzo capitolo, le dinamiche proprie dei locative media considerando l‘impatto che hanno avuto sulle pratiche sociali degli individui e la rilevanza che sempre più stanno acquistando i locative media presenti su dispositivi mobili. Infine nel quarto capitolo mi sono soffermato sull‘analisi di Loopt, applicazione locative media che unisce alle possibilità della localizzazione in tempo reale le dinamiche proprie dei social network, concentrandomi in particolare su alcune funzioni recentemente introdotte che potrebbero indicare una futura via di sviluppo di queste applicazioni.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 CAPITOLO I Tecnologie e applicazioni dei Locative media Il termine Locative media è un concetto-ombrello, che comprende al suo interno tutti i media digitali di comunicazione che basandosi sulle tecnologie di geolocalizzazione forniscono un servizio, determinando nuove e particolari tipologie reazioni sociali 1 . Coniato inizialmente da Karlis Kalnins nel 2003 2 , il termine è oggi associato ad una vera rivoluzione che sta radicalmente cambiando il modo di intendere lo spazio e le relazioni fra gli individui. A monte di ulteriori distinzioni è possibile dividere i locative media in due categorie, push e pull, operando la distinzione in base al coinvolgimento o meno dell‘utente nel processo di consegna delle informazioni; I servizi pull forniscono l‘informazione su richiesta diretta dell‘utente, mentre i servizi push possono non essere richiesti dall‘utente o essere richiesti in maniera indiretta, e sono in genere attivati in base a un evento (ad esempio lo scadere di un limite di tempo o l‘ingresso dell‘utente in un‘area). Questi ultimi sono molto più complessi da stabilire, proprio perché slegati dall‘interazione con l‘utente. 1 T. Thielmann , 2010, ―Locative Media and Mediated Localities: An introduction to Media Geography‖, Aether, The Journal of Media Geography, n.5, California State University. 2 M. Tuters, K. Varnelis, 2006, ―Beyond Locative Media: Giving Shape to the Internet of Things‖, Leonardo, Vol. 39, N.4, pp. 357- 363

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Andrea Giudice Contatta »

Composta da 118 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1697 click dal 24/05/2012.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.