Skip to content

Il western all'italiana: rilettura politica di un genere

Informazioni tesi

  Autore: Luca Nigro
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi Roma Tre
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Cinema e Video nell'era Digitale
  Relatore: Christian Uva
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 156

Negli anni Sessanta e Settanta del secolo scorso il western all'italiana é stato il fenomeno di maggior rilevanza estetica e produttiva nel panorama cinematografico italiano.

Il primo capitolo fornisce un'analisi del western all'italiana in generale, sottolineandone il suo carattere eversivo nei confronti del western classico; un'eversione “politica” in primo luogo nei confronti dei codici imposti di rappresentazione hollywoodiana, in secondo luogo un'eversione rispetto alle tematiche culturali che questo genere ha tentato di imporre negli anni con la sua diffusione planetaria del “way of life” americano.
Va sottolineato come questa ri-scrittura del genere, sicuramente il caso più compiuto e più ampio nella storia del cinema, sia potuto avvenire solamente all'interno di un cinema a carattere fortemente popolare, all'interno di una struttura produttiva e distributiva che ora il nostro Paese ha irrimediabilmente perso, certo anche a causa del carattere estenuante che questo tipo di produzione ha avuto.
Il secondo capitolo analizza i western all'italiana che si sono rivolti coscientemente ad un discorso politico preciso. Sergio Sollima e Damiano Damiani hanno celato dietro la struttura di genere la loro riflessione sulla situazione politica del periodo. Diverso il discorso per quel che riguarda i western di Sergio Corbucci, che partendo da una cultura fatalistica tipicamente italiana e del Sud del mondo (Il grande Silenzio) arriva, cavalcando l'onda del successo delle tematiche rivoluzionarie, a una parodia delle stesse, ad un addomesticamento borghese di quel tipo di discorso che si andava diffondendo tra i giovani del periodo.
Il terzo capitolo analizzerà i western di Sergio Leone, creatore e «legislatore» del western all'italiana. Questa tesi vuole dimostrare come nell'opera del grande cineasta romano si dispieghi il vero senso “politico” di questo filone. I suoi film qui analizzati si presentano come rilettura e rielaborazione tout court di altri testi, proiettando Leone nell'universo degli autori post-moderni.
La trilogia del dollaro si presenta come una demistificazione dei codici e dell'ideologia del western classico, portando con sé una riflessione fortemente intrisa di fatalismo romano sul legame che intercorre tra dollaro e violenza che sta alla base della società americana. Giù la testa diventa un'auto-riflessione sulle derive populiste dello stesso western all'italiana, dichiarando l'inutilità di qualsiasi forma di violenza politica. Infine C'era una volta il West rappresenta un atto di amore disilluso dell'autore nei confronti dell' “America” tanto sognata in gioventù attraverso i suoi testi filmici. Disillusione che nasce dalla consapevolezza che la nascita di un mondo fondato sulla realtà del capitale comporti sempre la morte di un mondo fondato sulle favole dei miti.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Negli anni Sessanta e Settanta del secolo scorso il western all'italiana é stato il fenomeno di maggior rilevanza estetica e produttiva nel panorama cinematografico italiano. Questi anni sono stati per il nostro Paese anni di grandi conquiste politiche e sociali e questa tesi vuole dimostrare come dal fecondo humus di quegli anni si sia sviluppato un cinema prodotto «in massa e per le masse» 1 , che germogliato da esso, tentava allo stesso tempo una riflessione sull'instabile situazione italiana del periodo. Prima di tutto, attraverso un approccio culturalista, si analizzerà il filone del western all'italiana come un fenomeno di ibridazione culturale, che ha permesso alla cultura italiana, da sempre geograficamente ponte tra Nord e Sud del mondo, di fornire un'analisi cosciente o incosciente dei nuovi scenari culturali che si andavano delineando a seguito dei forti cambiamenti geopolitici che stavano avvenendo. Attraverso un'analisi della storia e della politica italiana di quegli anni si analizzerà la riflessione spesso contraddittoria (Faccia a faccia) che gli autori di questo filone hanno compiuto nei confronti della violenza, considerata alla base di qualsiasi forma politica (su ciò si fonda una delle caratteristiche principali della filmografia di Leone). 1 S. Daney, Il etait une fois dans le West, in « Cahiers du cinéma », n. 216, ott. 1969;

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

silenzio
testa
ford
western
west
thomas
milian
damiani
leone
sergio
spaghetti
brutto
buono
volonté
trintignant
cattivo
sollima
corbucci
chorizo
grande
cuchillo
corri uomo corri
quien sabe
vamos a matar companeros

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi