Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I sistemi di incentivazione: il caso Edison

L'obiettivo di questo lavoro è quello di individuare ed analizzare gli strumenti che le aziende possono utilizzare per soddisfare, motivare ed incentivare il personale. Infatti, negli ultimi decenni, l'attenzione delle aziende si è spostata verso l'individuo, inteso come un insieme di bisogni, valori ed aspettative. Nel primo capitolo vengono descritte e discusse le teorie motivazioni, in modo da comprendere cosa motiva le persone da un punto di vista lavorativo. A seguire, vengono discussi i metodi di valutazione presenti nelle organizzazioni e il sistema premiante ad esse associato. Nella parte finale del lavoro viene esaminato il caso Edison, in modo da valutare come vengano concretamente applicati gli strumenti di incentivazione in una realtà aziendale complessa. Dall'analisi svolta si è rilevato che, per creare ed alimentare la job satisfaction, è necessario combinare una serie di incentivi, di natura sia monetaria che non monetaria.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Gli ultimi anni sono stati caratterizzati da una grave crisi finanziaria che ha avuto ripercussioni sull'economia reale. Nell’ultimo trentennio il ruolo del lavoratore ha acquisito un’accezione nuova e differente, sia dal punto di vista culturale che professionale. Il personale rappresenta oggi uno stakeholder distintivo per l'azienda. Ciò si è verificato anche grazie a un mutamento nella gestione aziendale, che ha consentito ai dipendenti di adeguarsi ai cambiamenti esterni, usufruendo di corsi formativi e di aggiornamento nel settore specifico. Nonostante lo sviluppo dei processi tecnologici, è l’uomo il principale fattore del successo aziendale. Le organizzazioni hanno quindi cercato di trattenere le figure professionali più adeguate, cercando di capire i loro bisogni. Il capitale umano è un asset intangibile e, in quanto tale, risulta essere la variabile più difficile da imitare. La risorsa umana non è un costo, ma è un investimento in grado di creare un vantaggio competitivo. L’azienda ha quindi focalizzato la sua attenzione nella capacità di rendere i suoi collaboratori maggiormente produttivi, motivati ed inseriti nell'ambiente aziendale, utilizzando un insieme di incentivi. Poiché l’individuo è una risorsa preziosa ed indispensabile per l’organizzazione, è necessario che la Gestione delle Risorse Umane riesca a individuare le potenzialità dello stesso, al fine di poter accrescere la sua motivazione professionale. Per Gestione Delle Risorse Umane si intende l’insieme delle attività che comprendono la selezione, la formazione, la valutazione, la retribuzione e la carriera del personale. 1. La motivazione Nel corso degli anni, il tema della motivazione si è largamente diffuso all'interno delle aziende, perché rappresenta una variabile cruciale della prestazione. Nello specifico, la prestazione è funzione della motivazione dell'individuo e delle sue capacità, come si evince dalla seguente relazione:

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Anna Iaria Contatta »

Composta da 39 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2196 click dal 02/07/2012.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.