Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Prestiti di lusso e falsi anglicismi nei periodici femminili italiani

Tra i diversi tipi di contatto linguistico, il prestito lessicale è sempre stato fondamentale per l’innovazione, il cambiamento e l’incremento del lessico.
Per quanto riguarda il contributo dato dall’inglese all’italiano, si può dire che il prestito linguistico sia stato soggetto di un’evoluzione: è mutato col tempo soprattutto con la diffusione dei mezzi di comunicazione di massa.
Il presente lavoro analizza l’apporto dei termini inglesi all’italiano scritto di alcuni periodici femminili italiani e ne valuta la dimensione lessicale, semantica e l’uso che tali anglicismi hanno assunto nel linguaggio della stampa.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Tra i diversi tipi di contatto linguistico, il prestito lessicale è sempre stato fondamentale per l’innovazione, il cambiamento e l’incremento del lessico. Per quanto riguarda il contributo dato dall’inglese all’italiano, si può dire che il prestito linguistico sia stato soggetto di un’evoluzione: è mutato col tempo soprattutto con la diffusione dei mezzi di comunicazione di massa. Il presente lavoro analizza l’apporto dei termini inglesi all’italiano scritto di alcuni periodici femminili italiani e ne valuta la dimensione lessicale, semantica e l’uso che tali anglicismi hanno assunto nel linguaggio della stampa. Nel primo capitolo si descrive il prestito linguistico come fenomeno di contatto tra lingue e si definisce il calco elencando, inoltre, alcune tra le più diffuse classificazioni tipologiche operate dagli studiosi che si sono dedicati allo studio dell’interferenza e dei suoi derivati. Oggi è l’inglese ad esercitare la maggiore influenza sulle altre lingue. Essa è ormai diventata una lingua “internazionale” in ambito politico, economico e tecnologico, quindi il secondo capitolo illustra l’influenza anglo-americana sulla lingua italiana e, in particolare, il fenomeno del falso anglismo. Il terzo capitolo è dedicato a una breve analisi delle riviste femminili in Italia, alla loro affermazione come genere editoriale e alla loro evoluzione nel tempo. Si evidenziano le caratteristiche peculiari del linguaggio giornalistico e si presenta il periodico come mezzo che favorisce il moto innovativo di una lingua. 1

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Giulia Sechi Contatta »

Composta da 174 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6739 click dal 20/07/2012.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.