Skip to content

Le relazioni tra Russia e Unione Europea dal 1992 ad oggi

Informazioni tesi

  Autore: Alice Bruni
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Perugia
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Relazioni internazionali
  Relatore: Lorenzo Medici
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 164

Il lavoro ripercorre le tappe principali del processo di trasformazione avvenuto nell’ex Unione Sovietica dopo il 1991, anno di cruciale importanza per il futuro geopolitico non solo di tale area, ma dell’intero sistema internazionale. In particolare, interessa in questa sede analizzare l’impatto che tali eventi hanno avuto sull’Europa, considerata qui nella sua dimensione politica e istituzionale di Unione Europea, per rilevare in particolare le tappe che hanno portato all’approfondimento della cooperazione tra i due soggetti.
La disgregazione dell’Urss e la conseguente nascita della Comunità degli Stati Indipendenti e della Federazione Russa, infatti, coincisero con il processo di trasformazione che interessò la Comunità Europea e che portò alla creazione dell’Unione Europea. Nelle intenzioni dei suoi membri, questa nacque come una nuova entità politica oltre che economica, che aspirava a rivestire un ruolo internazionale di primo piano attraverso una propria politica estera che fosse in grado di rappresentare la posizione degli Stati membri sulle questioni internazionali di maggior rilievo con un’unica voce coesa.
In questo senso, i primi anni novanta possono essere, ovviamente, ascritti tra i momenti storici e politici più determinanti nella storia della politica e delle relazioni internazionali. Lo spartiacque fu indubbiamente rappresentato dalla fine della Guerra Fredda, da cui scaturirono assetti internazionali nuovi e fluidi che andarono a caratterizzare un sistema mondiale instabile sul quale si affacciavano numerosi attori rappresentanti ciascuno proprie priorità ed interessi, spesso contrastanti tra loro.
L’obiettivo primario della tesi è rappresentato, in sintesi, dall’esame dei fattori accomunanti e da quelli divergenti che costituiscono e hanno costituito, nel periodo preso in considerazione, la base dei rapporti tra Mosca e Bruxelles. Focalizzeremo l’attenzione sui primi, per arrivare a dimostrare come per entrambi i soggetti in questione sia utile valorizzare tali elementi comuni per portare avanti un dialogo che acquisisca reale efficacia sulle tematiche internazionali di mutuo interesse e che rafforzi a vicenda i due partner, e come da questo dialogo sia possibile creare una forza politica capace di incidere sullo scenario mondiale, ampliandone al contempo le prospettive di cooperazione e multipolarità.
Si procederà, nel primo capitolo, a descrivere i tratti principali della situazione interna e della politica estera russe in seguito alla dissoluzione della potenza sovietica e all’elezione di Boris Elcin alla guida del Cremlino nel 1991, sottolineandone l’evoluzione e i principali mutamenti in relazione al rapporto con la comunità occidentale e, soprattutto, con l’Europa fino alla rielezione dell’attuale Presidente Vladimir Putin del 1999 e ai primi anni del suo secondo mandato. Nel secondo capitolo verrà approfondito il tema delle relazioni con l’Unione Europea. Partendo dai primi passi della cooperazione tra i due soggetti, ne seguiremo poi l’evoluzione che ha portato alla formulazione del concetto di “Spazi Comuni” nel 2003, strategia che costituisce tutt’ora la base delle relazioni tra Russia e Unione Europea. Particolare attenzione è stata rivolta all’importanza del Partnership and Cooperation Agreement (PCA), firmato nel 1994 e principale quadro di riferimento nel processo di cooperazione euro-russo. Il terzo e ultimo capitolo è, infine, dedicato ai rapporti degli stessi con i Paesi dell’area che componeva un tempo lo spazio vitale dell’Unione Sovietica, a cui le istituzioni europee hanno iniziato a rivolgere un’attenzione maggiormente mirata, soprattutto a seguito del processo di allargamento ai Paesi dell’Europa centro-orientale che ha esteso i confini esterni dell’Unione fino a Paesi storicamente legati a Mosca sia sul piano politico sia su quello economico. Il risultato principale di questo accresciuto interesse nei confronti di tale area è costituito dall’elaborazione della Politica Europea di Vicinato, che dal 2003 pone le basi per un rapporto amplio e duraturo tra i soggetti cui si rivolge e l’UE.
Nella realizzazione della tesi le fonti principali sono state fornite da documenti ufficiali dell’Unione Europea inerenti ai rapporti con Mosca, pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale UE, da papers, analisi e studi storico-politici e geopolitici sullo stesso tema realizzati da riviste specializzate, istituti di ricerca italiani e stranieri.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Alice Bruni Corso di Laurea specialistica in Relazioni Internazionali Introduzione Questo lavoro intende ripercorrere le tappe principali del processo di trasformazione avvenuto nell’ex Unione Sovietica dopo il 1991, anno di cruciale importanza per il futuro geopolitico non solo di tale area, ma dell’intero sistema internazionale. In particolare, interessa in questa sede analizzare l’impatto che tali eventi hanno avuto sull’Europa, considerata qui nella sua dimensione politica e istituzionale di Unione Europea, per rilevare in particolare le tappe che hanno portato all’approfondimento della cooperazione tra i due soggetti. La disgregazione dell’Urss e la conseguente nascita della Comunità degli Stati Indipendenti e della Federazione Russa, infatti, coincisero con il processo di trasformazione che interessò la Comunità Europea e che portò alla creazione dell’Unione Europea. Nelle intenzioni dei suoi membri, questa nacque come una nuova entità politica oltre che economica, che aspirava a rivestire un ruolo internazionale di primo piano attraverso una propria politica estera che fosse in grado di rappresentare la posizione degli Stati membri sulle questioni internazionali di maggior rilievo con un’unica voce coesa. In questo senso, i primi anni novanta possono essere, ovviamente, ascritti tra i momenti storici e politici più determinanti nella storia della politica e delle relazioni internazionali. Lo spartiacque fu indubbiamente rappresentato dalla fine della Guerra Fredda, da cui scaturirono assetti internazionali nuovi e fluidi che andarono a caratterizzare un sistema mondiale instabile sul quale si affacciavano

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

geopolitica
unione europea
cooperazione
politica estera
relazioni internazionali
bruxelles
mosca
federazione russa
ucraina
moldavia
politica europea di vicinato
cremlino
bielorussia
vladimir putin
comunità degli stati indipendenti
ex unione sovietica
post guerra fredda
boris elcin
michail gorbaciev
accordo di partnernariato e cooperazione

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi