Skip to content

Progettazione a collasso controllato di sistemi sismo-resistenti accoppiati telaio- controvento eccentrico

Informazioni tesi

  Autore: Gerardo Contaldo
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Salerno
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria civile e ambientale
  Relatore: Vincenzo Piluso
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 96

Lo scopo del presente lavoro è lo sviluppo di una metodologia di progetto, del resto già messa a punto per i telai sismo-resistenti (Mazzolani e Piluso 1997b), per i controventi eccentrici (Mastrandrea et al. 2001b; Mastrandrea et al. 2002) ed in questa sede estesa ai sistemi sismo-resistenti accoppiati telaio-controvento eccentrico, che consenta di dimensionare la struttura in modo che essa, per forze orizzontali sismiche crescenti, evolva cinematicamente secondo un meccanismo di collasso di tipo globale.
Assumendo che le sezioni delle membrature orizzontali siano note, in quanto progettate in funzione dei carichi verticali e dei taglianti sismici di progetto, le incognite di progetto sono costituite dalle sezioni delle colonne e delle diagonali, progettate in modo che sia il meccanismo globale a caratterizzare il collasso.
In particolare, il metodo di progettazione presentato include anche l’influenza degli effetti del secondo ordine. Questi ultimi, giocano un ruolo non trascurabile nella progettazione delle strutture in acciaio, e sono tenuti in conto a mezzo delle curve di equilibrio dei meccanismi di collasso analizzati.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Motivazioni del lavoro 1 “Progettazione a collasso controllato di sistemi sismo-resistenti accoppiati telaio-controvento eccentrico” Contaldo Gerardo mat. 163000122 Anno Accademico 2008/09 MOTIVAZIONI DEL LAVORO Il lavoro svolto si propone di individuare una metodologia di progettazione per sistemi sismo- resistenti accoppiati telaio-controvento eccentrico finalizzata al conseguimento di un meccanismo di collasso di tipo globale sotto l’azione di forze sismiche orizzontali. Tale metodologia definita a collasso controllato, segue il filo logico scandito dalla teoria del calcolo a rottura, e dunque trova le sue radici su rigorose basi teoriche. Un simile approccio risulta quanto mai utile per la considerazione che per tale tipologia sismo-resistente le normative non illustrano nessun criterio di progettazione specifico. A tale scopo, lo strumento operativo che viene utilizzato è il calcolo a rottura. Tale metodo di calcolo, infatti, focalizzando l’attenzione sulla situazione in cui la struttura viene a trovarsi al momento del collasso, permette di cogliere alcune caratteristiche comportamentali che altrimenti non potrebbero essere valutate. Il primo risultato è la possibilità di un confronto diretto, in termini di prestazioni offerte, tra i diversi meccanismi di collasso che possono attivarsi per una struttura. Ciò pone in evidenza che alcune tipologie di meccanismo di collasso sono decisamente sconvenienti poichØ responsabili di capacità dissipative ridotte rispetto a quelle che potenzialmente la struttura potrebbe offrire. Una modalità di collasso di tipo globale è caratterizzata dalla plasticizzazione di tutte le zone dissipative e del numero di zone non dissipative necessarie ad attivare il cinematismo. Con riferimento a un sistema accoppiato telaio-controvento eccentrico le zone dissipative sono rappresentate dalle estremità di tutte le travi e dai link, mentre le zone non dissipative necessarie ad attivare il cinematismo sono costituite dalle sezioni di base delle colonne e delle diagonali del primo livello (Figura 1). Questo è certamente da preferirsi in quanto massimizza il numero delle zone dissipative; inoltre la capacità di dissipazione della singola cerniera plastica su trave, a causa dell’assenza di sforzi normali, è certamente superiore rispetto a quella che si manifesterebbe nel caso di colonne. Al contrario il caso limite è il meccanismo di piano, cioè il meccanismo di collasso che si manifesta completamente a livello di un singolo piano, che nel caso di un sistema accoppiato è rappresentato in (Figura 1). In questa circostanza, il numero di zone che ciclicamente dissipano energia è ridotto ai minimi termini, e in piø, poichØ le cerniere plastiche interessano le colonne, le rotazioni plastiche sono affette da valori ingenti degli sforzi normali, i quali inficiano l’ampiezza e la stabilità dei cicli di isteresi, e conseguentemente la capacità dissipativa.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

progettazione
acciaio
strutture
collasso
telaio
controvento eccentrico
sismo-resistenti
meccanismo di collasso globale
secondo ordine
taglianti sismici
diagonali
curva di equilibrio
ntc 2008

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi