Skip to content

Il contratto di mutuo - tipologie negoziali

Informazioni tesi

  Autore: Silvia Pellegrin
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi di Udine
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia aziendale
  Relatore: Massimo Lembo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 52

Finalità di questa tesi è quella di spiegare ed approfondire un tema che, a mio avviso, risulta essere uno dei problemi più attuali e meno focalizzati in tema di mutuo.
La maggior parte delle persone al giorno d'oggi trova difficoltà nel farsi concedere un mutuo a causa degli enormi problemi economici che il nostro paese sta attraversando e si trova, quindi, nella necessità di doversi confrontare con la richiesta di un finanziamento in uno scenario ben differente rispetto al passato.
In queste pagine ho provato ad analizzare alcune delle varie tipologie di mutuo che si possono scegliere, partendo naturalmente dal classico contratto di mutuo previsto dall'art. 1813 del Codice Civile.
In questa tesi si è potuto analizzare e spiegare alcune fra le principali tipologie di mutuo.
Siamo partiti dal mutuo espresso come consegna di una somma di denaro od altre cose fungibili ad un soggetto il quale poi si obbliga a restituire tale somma. Tale contratto è tra i più diffusi e si conclude con la consegna dei beni.
Esistono altre tipologie di mutuo, come il contratto chirografario, il quale prevede come garanzia soltanto la firma di una terza persona garante e non quindi ipoteche.
Ci sono inoltre mutui di liquidità e di scopo. I primi vengono scelti da tutti quei soggetti(persone fisiche) che posseggono già un immobile ma che lo vogliono “trasformare” in denaro contante a causa del bisogno di immediata liquidità che li investe. Il secondo prevede un trasferimento di risorse necessarie per lo svolgimento di uno scopo previsto; la parte che ha ricevuto tali risorse è obbligata a restituirle e ad eseguire l'attività concordata nei tempi pattuiti.
C'è poi un'ultima tipologia di mutuo presa in analisi in questa tesi ed è il mutuo ipotecario.
Si sono infine analizzate le nuove leggi entrate in vigore recentemente che riguardano la cancellazione semplificata dell'ipoteca.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
2- CONTRATTO DI MUTUO 2.1 Il mutuo come contratto reale Il mutuo viene disciplinato dagli articoli 1813-1822 del Codice Civile, “Libro IV-delle obbligazioni”, titolo III, Capo XV. L'articolo 1813 C.C. presenta la seguente definizione: “ il mutuo è il contratto col quale una parte consegna all'altra una determinata quantità di danaro o di altre cose fungibili, è l'altra si obbliga a restituire altrettante cose della stessa specie e qualità.” Il mutuo, nella maggioranza dei casi e, in particolare, il mutuo bancario, si può configurare come un finanziamento a medio-lungo termine tra i più diffusi, con una durata che, in genere, oscilla da un minimo di 5 ad un massimo di 30 anni. Costituisce, pertanto, un impegno finanziario notevole, per cui deve essere valutato, prima della formalizzazione contrattuale, con grande attenzione soprattutto in riferimento per le persone fisiche, all’incidenza della rata sul proprio reddito, anche nel futuro, e sulla propria capacità di risparmio. Per le sue caratteristiche giuridico-finanziarie si ricorre al mutuo prevalentemente per effettuare l'acquisto o la ristrutturazione della casa di proprietà per quanto attiene ai privati, per effettuare investimenti in beni strumentali per quanto attiene le imprese. Il cliente della banca (mutuatario) rimborsa il debito con rate di importo costante o variabile, di solito mensili o, meno frequentemente, trimestrali o semestrali. Raro è il caso del rimborso c.d. “bullet” vale a dire senza pagamento di rate intermedie ma con il rimborso totale del capitale alla scadenza. Più frequente, invece, è il caso del mutuo con “preammortamento”; ci si riferisce a quel piano di rimborso del debito in cui non si inizia subito a rimborsare il capitale ma per un certo periodo si rimborsano solo interessi (i cosiddetti interessi di preammortamento). Come già anticipato, il mutuo non è un contratto tipicamente bancario, dato che viene utilizzato anche da soggetti diversi dalle banche, ma possiamo certamente ricondurlo a pieno titolo tra i contratti bancari nel caso in cui la banca ne sia parte quale mutuante. Di norma il mutuo bancario rappresenta una forma di finanziamento meno onerosa rispetto ad altre poiché a favore della banca viene costituita, di norma, una garanzia reale 4

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

legge bersani
mutuo di scopo
mutuo fondiario
contratto di mutuo
mutuo di liquidità
mutuo chirografario
promessa di mutuo
ipoteche

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi