Skip to content

Le sponsorizzazioni in Formula 1: panoramica teorica ed analisi sul ruolo dello status nella determinazione del valore dei contratti

Informazioni tesi

  Autore: Francesco Brandonisio
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2011-12
  Università: Università Commerciale Luigi Bocconi di Milano
  Facoltà: Economia
  Corso: Management
  Relatore: Fabrizio Castellucci
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 61

Il lavoro presentato va a studiare le sponsorizzazioni in Formula 1. Consultando la stampa sportiva specializzata, si possono trovare articoli che trattano dell’argomento in questione e non è infrequente meravigliarsi di comportamenti degli sponsor che non sono giustificati dalle performance dei team ai quali si legano e quindi che sembrano irrazionali. Ci devono essere dunque altri fattori che influiscono sul comportamento dello sponsor oltre alle performance dei team. L’obiettivo principale è analizzare il ruolo dello status di una squadra nelle contrattazioni con gli sponsor e capire se questo è rilevante rispetto alle performance recenti del team. Dopo una prima parte informativa e teorica, si procede con l’analisi dei dati relativi al valore dei contratti di sponsorship siglati. Preso quest’ultimo come variabile dipendente, si è costruito un modello con 4 gruppi di variabili indipendenti: performance recente, status, commitment e visibilità (gli ultimi due gruppi sono costituiti da variabili di controllo). Tutti i dati sono stati trovati nelle statistiche relative alla Formula 1, sul sito ufficiale o nella letteratura. Più interessante e complessa è stata la misurazione della variabile status: la metodologia utlizzata verrà presentata nel dettaglio nella trattazione. I risultati ottenuti ci mostrano, come sperato, che lo status ha un’importanza del tutto paragonabile a quella delle performance nel determinare il valore dei suddetti contratti. Il risultato risulta essere quindi rilevante per i team principal o i proprietari delle squadre: questi per assicurarsi continuità nel tempo devono curarsi sia delle performance, ma anche dello “status” del proprio team.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
2 2. INTRODUZIONE La Formula 1: 20 macchine che corrono in tondo su un circuito per 300Km. Un concetto altamente anacronistico per l’auto, lo strumento che ha rivoluzionato la vita e l’attività dell’uomo, che sembrerebbe sminuire il valore del mezzo tecnico, riducendolo ad una mera giostra. Ma qua non è questione di spostarsi da un punto all’altro: è questione di essere i migliori, i più vincenti, i più veloci per scrivere il proprio nome nei cuori di milioni di persone che tengono il fiato sospeso fino all’ultimo giro di un campionato lungo un anno. E così anno dopo anno da più di 50 anni. Milioni di persone anonime che fanno da sfondo alle vicende di leoni, professori, ragionieri, aviatori che invece si sono meritati, a suon di sorpassi e vittorie, la gloria eterna. La brillantezza di grandi ingegneri, che cercano la perfezione del mezzo, si mescola con il coraggio, la personalità, gli eccessi e la vita stessa dei piloti con un unico scopo: vincere il titolo. Ma con il passare del tempo, la competizione fine a se stessa al lasciato spazio a qualcosa di più terreno: il business. Sono sempre meno quelli che partecipano per il gusto di correre: ecco quindi che i “vecchi garagisti” hanno sempre più difficoltà a trovare spazio nella Formula 1 e sono costretti a compromessi (ad es. la cessione delle quote di Williams e Sauber alla BMW) o a rinunciare dopo anni di sacrifici non sempre ripagati (su tutti, il grande Giancarlo Minardi). Persino il severo Enzo Ferrari si è dovuto piegare al denaro del tabacco dopo aver sostenuto per tempo che le sue auto non avrebbero mai “fumato”. Oggi la Formula 1 è una torta che si spartiscono grandi case costruttrici di auto super lusso e nuovi ricchi. Le prime vedono nella corsa un’occasione di promozione e di sperimentazione (ovviamente finalizzata allo sviluppo delle vetture stradali); i secondi vedono invece solo occasioni per fare soldi e soprattutto per ostentarli dalle piscine del principato di Monaco o sui super yacht a Yas Marina. Ecco che quindi la perfezione, che prima veniva ricercata per la voglia di prevalere, adesso è solo un mezzo per riempire le casse di milioni e milioni.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi