Skip to content

Lo specchio della Follia. "L’inquilino del terzo piano" di Roman Polanski tra psicosi paranoica ed esperienza del perturbante

Informazioni tesi

  Autore: Barbara Nazzari
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lettere
  Relatore: Stefano Ferrari
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 65

Elemento demoniaco, sogno e follia: L’inquilino del terzo piano si nutre di questi elementi, che si sovrappongono e confondono in un’atmosfera incerta e inquietante. Roman Polanski è autore che ama scandagliare le profondità dell’essere umano, muoversi sul confine tra pazzia e normalità, infrangere ogni rassicurante barriera che divide la realtà dall’immaginario. Certo fa parte del suo potere suggestivo il mantenere questa aurea di incertezza e se ne può godere senza bisogno di chiarire ogni passaggio. Ma d’altra parte analizzarlo non è un passatempo ozioso: il film giustifica una visione “ingenua” come una più approfondita, e, nello specifico, psicanalitica. E lo fa nella sua chiara vocazione psicologica, nel discostarsi dalla sua fonte letteraria – Le locataire chimerique di Roland Topor – in passaggi che sottolineano la dissociazione del protagonista più che il complotto dei vicini, che caratterizzano i personaggi attraverso una sessualità anomala, che non lasciano dubbi sulla natura della morte-suicidio finale

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione La follia fa paura perché sai di arrivare proprio a te stesso. [ …] Normalmente si ha la certezza di una sedia, e la certezza di potercisi sedere. Ma se non si ha più questa certezza, e ci si siede di colpo in un immenso vuoto, tutto diventa terrorizzante. 1 Que sto lavor o vuole e ss e re un’inter p re taz ione ps icoa na li ti c a de ll ’ Inquilino del terzo piano di Roman Polanski 2 , film poco amato dalla critica – per lo più considerato un tentativo mal riuscito – e da ll o stesso a utore . E’ il fil m che ha realizzato più rapidamente (otto mesi dalla lettura del libro alla prima proiezione) e nella sua autobiografia 3 vi dedica solo poche righe. Credo che que sto tra tt a mento non re nda g iust iz ia a d un’op e ra c ompl e ss a e ric c a di suggestioni come questa, che riunisce e sviluppa i più interessanti temi polanskiani. Credo altresì che un approccio psicoanalitico sia legittimato su tutti i fronti. Innanzitutto per le innumerevoli convergenze tra psicoanalisi e arte in generale: Freud ha sottolineato più volte la naturale vocazione degli artisti per la psicologia, in particolare in Sofocle, Shakespeare, Goethe, Dostoe vski j, I bs e n e a lt r i. Gli a rtist i sono i ve ri s c opritori de ll ’inc onscio e de i conf li tt i psi c hici c he torme ntano l’ uomo. Ma, se è legittimo sottolineare la dimensione prevalentemente letteraria, ve rba le d e ll a psicoa n a li si e de ll ’inc onscio – lettura imposta negli anni settanta da una visione strutturalista della psiche – , è però innegabile che la natura visiva del film si adatta perfettamente alla descrizione di stati mentali disturbati e deliranti. 1 D a u n ’ i n ter v i s ta a P o lan ski, raccolta in Edoardo Bruno (a cura di), Roman Polanski, Gremese, Roma 1993 p.11. 2 Titolo originale Le locataire, scritto da Roman Polanski e Gèrard Brach, Marianne Productions, France 1976, tratto da un racconto di Roland Topor, Le locataire chimerique, del 1964. 3 Roman Polanski, Roman Polanski di Roman Polanski, trad. it. Bompiani, Milano 1984.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

doppio
psicosi
perturbante
roman polanski
l'inquilino del terzo piano
le locataire
roland topor

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi