Skip to content

Il governo Thatcher nella stampa inglese: dall'elezione del 1979 alla guerra delle Falklands

Informazioni tesi

  Autore: Lucia Ruggiero
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1999-00
  Università: Università degli Studi di Bergamo
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere
  Corso: Lingue e Letterature Straniere
  Relatore: Oliviero Bergamini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 251

Non è sbagliato o eccessivo occuparsi degli anni Ottanta in Gran Bretagna parlandone come di un periodo di cambiamenti così radicali da apparire quasi rivoluzionari. Non è un caso che gran parte della bibliografia esistente sull’argomento e pubblicata dagli anni Ottanta ad oggi ne parli in questi termini e che molto raramente non appaia la parola “rivoluzione” nelle pagine di questi testi. Principale protagonista di questa “rivoluzione” fu Margaret Hilda Thatcher, la leader conservatrice andata al governo in Gran Bretagna nel 1979 e, tra alti e bassi, rimasta al suo posto sino al 1990, anno delle sue dimissioni. I suoi anni in Parlamento furono così incisivi nella vita del suo paese tanto da lasciare ai posteri un “ismo” coniato dal suo nome e poi tradotto in tutte le lingue: Thatcherism. Perché il Regno Unito non è stato più lo stesso dopo “il decennio Thatcher”? Perché un paese importantissimo nello scenario internazionale come la Gran Bretagna fu così sconvolto da un premier che lo accompagnò non solo attraverso un cambiamento politico-economico ma anche (forse la vera rivoluzione) sociale e culturale? Cosa aveva, insomma, di così speciale questa donna?
È attraverso la stampa di quegli anni , e in particolar modo attraverso l’analisi di una serie di articoli tratti da The Daily Telegraph e da The Times, che si vuole ricostruire questa vicenda. Si tenterà di seguire i passi di Margaret Thatcher e del suo governo attraverso gli anni del primo mandato (1979-1983) e si utilizzeranno come confini temporali la campagna elettorale del 1979 e il conflitto nelle isole Falkland (1982). Tali confini saranno però abbastanza elastici da permettere di comprendere la Gran Bretagna che ha appoggiato l’avvento della Iron Lady nel 1979 e per lasciar intravedere la prosecuzione dell’era Thatcher oltre il 1983. In questo contesto storico, politico e culturale la stampa sarà considerata come testimone di quegli anni, documento primario per la ricostruzione dei fatti. Insieme alla stampa saranno inserite citazioni da diversi saggi, articoli e monografie dedicati a Margaret Thatcher e alla Gran Bretagna dei primi anni Ottanta. La maggior parte di queste opere fu scritta durante gli anni del Thatcherismo ma, proprio perché gli autori furono generalmente accompagnati da buona capacità critica e da prove documentate, è un insieme di opere che si può considerare ulteriore documento per il lavoro.
Il primo capitolo affronterà un’analisi storica e critica degli avvenimenti che portarono all’elezione di Margaret Thatcher prima alla carica di leader del partito conservatore e poi a quella di primo ministro, senza tralasciare un discorso sui valori e sulle idee della Lady di Ferro. Nel secondo capitolo invece si inizierà a leggere la vicenda Thatcher attraverso le pagine di The Daily Telegraph dei primi sei mesi di governo sino, dunque, alla fine del 1979 per poi, nel resto del lavoro, analizzare alcuni fatti salienti attraverso le pagine di The Times che non fu in edicola per gran parte del 1979 a cause di forti agitazioni per il trasloco delle attività dalla sede di Fleet Street alla zona di Wapping, e per l’introduzione di nuove tecnologie nella stampa del quotidiano, che avrebbero portato al taglio di diversi posti di lavoro. Per quanto riguarda i primi anni Ottanta il fatto sul quale ci si soffermerà più a lungo sarà la guerra nelle isole Falkland. La guerra sarà occasione per concludere il discorso sulle scelte di campo della stampa dell’epoca, viste attraverso la lettura di un quotidiano (The Times) che appoggiò di fatto le politiche del governo conservatore. Il fine di questo lavoro vuole essere quello di raccontare quattro anni di Storia inglese e di mettere in evidenza la parzialità della stampa britannica rispetto ai fatti per, in un certo senso, mettere in questione l’idea per la quale in Italia ci si riferisce spesso al giornalismo anglosassone come imparziale e autorevole. Senza nulla togliere al prestigio di testate come The Daily Telegraph e The Times, si vuole qui evidenziare la scelta di campo filo-conservatrice che entrambe le testate fecero durante l’era Thatcher, per dimostrare come “l’essere al di sopra delle parti” non sia semplice e scontato, neppure nel mitizzato mondo del giornalismo britannico.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Introduzione Non è sbagliato o eccessivo occuparsi degli anni Ottanta in Gran Bretagna parlandone come di un periodo di cambiamenti così radicali da apparire quasi rivoluzionari. Non è un caso che gran parte della bibliografia esistente sull’argomento e pubblicata dagli anni Ottanta ad oggi ne parli in questi termini e che molto raramente non appaia la parola “rivoluzione” nelle pagine di questi testi. Principale protagonista di questa “rivoluzione” fu Margaret Hilda Thatcher, la leader conservatrice andata al governo in Gran Bretagna nel 1979 e, tra alti e bassi, rimasta al suo posto sino al 1990, anno delle sue dimissioni. I suoi anni in Parlamento furono così incisivi nella vita del suo paese tanto da lasciare ai posteri un “ismo” coniato dal suo nome e poi tradotto in tutte le lingue: Thatcherism. Perché il Regno Unito non è stato più lo stesso dopo “il decennio Thatcher”? Perché un paese importantissimo nello scenario internazionale come la Gran Bretagna fu così sconvolto da un premier che lo accompagnò non solo attraverso un cambiamento politico- economico ma anche (forse la vera rivoluzione) sociale e culturale? Cosa aveva, insomma, di così speciale questa donna? E’ attraverso la stampa di quegli anni , e in particolar modo attraverso l’analisi di una serie di articoli tratti da The Daily Telegraph e da The Times, che si vuole ricostruire questa vicenda. Il racconto non è facile. Il nostro passato ci viene presentato per mezzo di interpretazioni già confezionate che recepiamo leggendo i libri di Storia. Per alcuni avvenimenti che hanno segnato a fondo l’umanità vi sono interpretazioni che sono nate, cresciute e che hanno, per così dire, messo radici nelle nostre menti, nella nostra cultura per diventare parte della Storia stessa. La Storia è fatta di parole e spesso una stessa parola può essere ricca di significati e di diverse connotazioni. Più recenti sono i fatti, più possono essere ancora oggetto di opposte interpretazioni, soprattutto nel caso in cui chi ce li narra li ha anche vissuti. E’ il caso del decennio Thatcher che noi guardiamo da un punto di osservazione ancora molto vicino. Anthony Seldon lo spiega chiaramente:

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

parlamento britannico
stampa inglese
thatcherism
the times
storia del giornalismo
partito conservatore
guerra delle falkland
margaret thatcher
the daily telegraph
giornali inglesi
rupert murdoch
storia della gran bretagna

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi