Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Cultura e business practices: studio di possibili criticità per le aziende italiane in Cina

Il sempre più spinto processo di internazionalizzazione delle imprese pone rilevanti questioni in materia di sviluppo di strategie e gestione coerenti con il mercato estero prescelto come obiettivo. Tale coerenza diventa ancor piu importante, nonché più difficile da conseguire, laddove le caratteristiche socio-culturali del mercato target differiscono notevolmente da quello di origine della impresa.
Il seguente lavoro analizza l'impatto delle variabili culturali sulle principali business practices e su i vari aspetti della vita organizzativa, focalizzandosi sul caso delle multinazionali italiane che operano in Cina.
Dopo un'introduzione teorica sul tema della cultura nei contesti aziendali, segue l'applicazione dei modelli proposti da Hall e Hofstede alle due culture coinvolte, quella italiana e quella cinese. Da tale analisi si evince che numerosi aspetti critici possono derivare da un'errata percezione della cultura ospitante e che molteplici sono le realizzazioni concrete derivanti da tale errore di valutazione.
Il lavoro si conclude con due testimonianze di managers italiani operanti in Cina. Le interviste confermano, con qualche innovazione rispetto alle descrizioni proposte dalla letteratura sul tema, come le differenze culturali riscontrate incidano concretamente sulla vita organizzativa e sulle pratiche manageriali applicate nelle filiali cinesi.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 Abstract Il sempre più spinto processo di internazionalizzazione delle imprese pone rilevanti questioni in materia di sviluppo di strategie e gestione coerenti con il mercato estero prescelto come obiettivo. Tale coerenza diventa ancor piu importante, nonché più difficile da conseguire, laddove le caratteristiche socio-culturali del mercato target differiscono notevolmente da quello di origine della impresa. Il seguente lavoro analizza l'impatto delle variabili culturali sulle principali business practices e su i vari aspetti della vita organizzativa, focalizzandosi sul caso delle multinazionali italiane che operano in Cina. Dopo un'introduzione teorica sul tema della cultura nei contesti aziendali, segue l'applicazione dei modelli proposti da Hall e Hofstede alle due culture coinvolte, quella italiana e quella cinese. Da tale analisi si evince che numerosi aspetti critici possono derivare da un'errata percezione della cultura ospitante e che molteplici sono le realizzazioni concrete derivanti da tale errore di valutazione. Il lavoro si conclude con due testimonianze di managers italiani operanti in Cina. Le interviste confermano, con qualche innovazione rispetto alle descrizioni proposte dalla letteratura sul tema, come le differenze culturali riscontrate incidano concretamente sulla vita organizzativa e sulle pratiche manageriali applicate nelle filiali cinesi.

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Andrea Carucci Contatta »

Composta da 57 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1804 click dal 11/04/2013.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.