Skip to content

La questione manageriale - Analisi retrospettive e sfide future

Informazioni tesi

  Autore: Federica Farace
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Scienze della Comunicazione
  Corso: Organizzazione e Marketing per la Comunicazione d'Impresa
  Relatore: Francesco Perrone
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 309

“Il management è una pratica in cui arte, scienza e mestiere si incontrano” afferma Henry Mintzberg, ed è proprio partendo da questa convinzione che è stato costruito il presente lavoro di tesi. Per scoprire in che direzione le organizzazioni si stanno muovendo è necessario guardare ciò che è stato il passato e, attraverso l’analisi delle retrospettive passate, leggere così le sfide future. Ma cos’è un’organizzazione?
Nel primo capitolo si è cercato di rispondere alla domanda facendo una breve rassegna delle principali teorie organizzative che si sono avvicendate nella sociologia dell’organizzazione. E’ stato usato l’espediente della metafora per poter creare un modello di facile interpretazione, che fosse capace di esprimere quanto radicale sia stata l’evoluzione del concetto stesso di organizzazione in così poco tempo: da un meccanismo all’interno del quale gli ingranaggi si addentellano con una perfezione millimetrica, ad un insieme di unità interrelate tra loro a formare una rete gestita attraverso il governo delle transazioni.
Nella seconda parte del lavoro è stata analizzata a fondo la figura del manager, il suo ruolo, le sue funzioni e le sue caratteristiche. L’obiettivo è stato quello di individuare possibili aree ad alto rischio, quelle che possono presentarsi come sfide che il management deve affrontare e superare. L’ossatura di questa fase è stata progettata sulla base di alcune riflessioni del noto guru del management Peter F. Drucker. L’austriaco di adozione americana, nel suo testo, Le sfide di management del XXI secolo, sostiene che gli ambiti oggi più sfidanti nella pratica del governo aziendale sono la gestione delle persone, la gestione delle informazioni e la gestione del cambiamento. La riflessione di Drucker ha la capacità di fondere le preoccupazioni passate, presenti e future del management, poiché, in effetti questi tre aspetti della gestione sono insiti nel ruolo stesso del manager.
L’ultima parte del lavoro, infine, è organizzata come un’indagine esplorativa che ha l’obiettivo di verificare empiricamente in che misura le osservazioni di Drucker sono aderenti alla realtà manageriale. Il lavoro di ricerca è stato svolto in uno dei maggiori centri economici europei, Londra; attraverso un questionario e una serie di interviste di approfondimento è emerso che il management inglese deve lavorare ancora su sé stesso per poter dire di “controllare” nel modo adeguato queste sue tre funzioni: grazie alla maggiore consapevolezza delle variabili che possono incidere sulle prestazioni di un team, la leadership, dei tre temi, è sicuramente quello su cui il management è più preparato. Diverso è il discorso sulla gestione delle informazioni e del cambiamento: per quanto riguarda le informazioni è chiaro che si faccia ancora confusione tra gli obiettivi e gli strumenti, la gestione e la divulgazione del sapere sono concepiti dai manager solo limitatamente all’utilizzo di una tecnologia adatta alle esigenze. La gestione del cambiamento si è mostrata come l’ambito in cui i manager affrontano criticità maggiori, non solo dovute alla natura di questo aspetto, difficilmente “gestibile” di per sé, ma soprattutto causate da una conoscenza superficiale del tema. Ma cosa accadrebbe se si applicasse questo metodo di indagine al management italiano? Quali risultati si otterrebbero? Questa domanda non si propone di cercare il confronto tra i due stili che, come è noto, sono entrambi influenzati dalle rispettive culture, ma è l’evidenza di una necessità: verificare la consapevolezza da parte del management italiano delle sue pratiche, i suoi punti di forza e quelli di debolezza.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE “Management is, above all, a practice where art, science, and craft meet” 1 afferma Henry Mintzberg, ed è proprio partendo da questa convinzione che è stato costruito il presente lavoro di tesi. Per scoprire in che direzione le organizzazioni si stanno muovendo è necessario guardare ciò che è stato il passato e, attraverso l’analisi delle retrospettive passate, leggere così le sfide future. Ma cos’è un’organizzazione? Nel primo capitolo si è cercato di rispondere alla domanda facendo una breve rassegna delle principali teorie organizzative che si sono avvicendate nella sociologia dell’organizzazione. È stato usato l’espediente della metafora per poter creare un modello di facile interpretazione che fosse capace di esprimere quanto radicale sia stata l’evoluzione del concetto stesso di organizzazione in così poco tempo. Dal concepire l’organizzazione come un meccanismo all’interno del quale gli ingranaggi si addentellano con una perfezione millimetrica, si è passati ad una concezione diametralmente opposta in cui essa è un insieme di unità interrelate tra loro a formare una rete gestita attraverso un governo delle transazioni. Questo quadro di riferimento è indispensabile per 1 Trad: “Il management è una pratica in cui arte, scienza e mestiere si incontrano.”

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi