Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Metodologia per la valutazione in itinere delle prestazioni di progetto

Il presente elaborato è la risposta alla necessità, riscontrata nell'azienda Techub, di progettare una metodologia atta alla valutazione delle prestazioni dei progetti. L'obiettivo appare subito chiaro: si vuole ideare una strategia per monitorare il progetto lungo ogni sua fase, tale che sia in grado di fornire, a diversi livelli di dettaglio, tutte le informazioni necessarie all'analisi di performance sotto ogni aspetto del progetto. Tali informazioni hanno la prerogativa d'essere chiare e di immediata lettura, in modo da permettere veloci e tempestive azioni valutativo­ correttive. Gli ambiti su cui si è deciso di porre maggiormente l'attenzione sono quelli di carattere economico e temporale; dividendo ulteriormente gli aspetti di un progetto in qualitativi e quantitativi, si è potuto procedere identificando gli indici di performance che costituiscono la vera e propria struttura di questo lavoro. Questi valori, intrinsecamente legati tra loro, forniscono la percezione, chiara, univoca e di facile interpretazione, di come il progetto, ed ogni sua sottoparte, stia procedendo. Al presentarsi di scostamenti, di anomalie, di ritardi e di situazioni di inefficienza, gli indici progettati evidenzieranno non solo l'effettivo abbassamento del livello di performance, ma anche l'ambito dove esso si registra individuando, cioè, il Task e quindi il progetto responsabili. L'idea, dunque, è proprio la seguente: progettare un sistema di valutazione delle performance sui progetti, che segua l'intero andamento del programma, fornendo indici valutativi durante tutto lo svolgimento del progetto stesso. L'espressione chiave è proprio “in itinere”, atta a voler sottolineare l'esigenza di un controllo che segua il progetto di pari passo al suo avanzamento. La fase iniziale di studio, analisi, inquadramento del problema, ed elaborazione di una possibile soluzione sarà oggetto dei primi quattro capitoli; il quinto capitolo, a seguito dello studio di fattibilità che caratterizza la prima parte del documento, sarà più strettamente di carattere operativo, poiché tratterà il vero e proprio fulcro del progetto: l'identificazione e la scelta degli indici chiave di valutazione. L'elaborato si concluderà con il test del sistema per valutarne l'effettiva bontà e coerenza. Il capitolo sesto è dunque composto da due parti: la prima è quella di simulazione mentre la seconda è incentrata sulla progettazione di un cruscotto aziendale, oggetto di future implementazioni, per ideare un sistema che in modo automatizzato distribuisca le informazioni raccolte ed elaborate secondo la metodologia proposta.

Mostra/Nascondi contenuto.
Ringraziamenti Il documento proposto è frutto del lavoro svolto nell'azienda Techub la quale  ha ospitato questa attività di tirocinio; doverosi quindi i ringraziamenti. In primis chi  ha  reso  il  tutto  possibile,  proponendo  questo  progetto  e  offrendo  la  possibilità  di  dedicarmici, nella figura del correlatore, l'ing. Emanuele Bracci, senza il cui supporto  questo  elaborato  non  sarebbe  stato  possibile.  Ovviamente,  segue  il  docente  universitario, nella figura del relatore, il Prof. Dario Pacciarelli, che accuratamente e  puntualmente ha seguito lo svolgersi del tirocinio proponendo soluzioni e offrendo  utili  consigli.   Ma  il  ringraziamento  ancora  più  doveroso è  ai  miei  genitori,  veri  e  propri finanziatori, soprattutto morali, di questo progetto. A mia madre Laura, che  inconsciamente ha messo in me il seme della curiosità matematica. Per tutte quelle  volte che mi sono sentito dire “Fai da solo” e che solo oggi riesco a comprendere e  apprezzare.  A  mio  padre  Andrea  che,  con  poche  parole  e  molti  gesti,  mi  ha  continuamente  dimostrato  orgoglio  per  l'impegno  e  la  dedizione.  A  mio  fratello  Simone, che spero trovi presto la passione per lo studio e la realizzazione dei propri  progetti. Molto sentiti i ringraziamenti alle persone che mi sono state vicino lungo  questi  primi  tre  anni  di  esperienza  universitaria,  i  compagni  di  corso:  Lorenzo  Minelli,  da  poco  laureato  alla  triennale  di  questo  stesso  corso,  senza  l'appoggio  e  l'amicizia del quale, questo risultato avrebbe di certo un sapore più amaro. Il collega,  neolaureato,  Roberto  Spaziani,  solida  spalla  e  grande  persona  che  merita  tutta  la  stima e i migliori ringraziamenti per l'appoggio, il sostegno e l'amicizia dimostrata.  Mi permettano ora un simpatico inciso i dottori, da poco laureati, Valerio Cestarelli e  Andrea Iuliano, senza l'esempio dei quali, probabilmente, avrei preso differenti scelte  di curriculum universitario, a loro un grande grazie e un altrettanto forte in bocca al  lupo  per  una  soddisfacente  carriera.  Va  citato  lo  staff  aziendale,  nelle  persone  di  Marco  Valentino,  Manuela  Vecchio e Gabriele Picardi,  per  il  contributo  tecnico  e  personale  durante  l'attività  svolta  in  azienda.  Ultimi,  ma  ovviamente  non  meno  importanti, gli amici di sempre, per la costante fiducia, incoraggiamento, sostegno e  appoggio  dimostrati:  il  grazie  dunque  a  Giacomo  Leone,  ineguagliabile  amico,  Gianluca  Capotorto,  grande  persona  e  mente  brillante,  ed  Eugenio  Roberti,  cui  auguro  una  rapida  e  gloriosa  carriera.  Infine  per  la  grande  pazienza  dimostrata,  e  7

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Alessio Paccarie Contatta »

Composta da 121 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2975 click dal 01/08/2013.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.