Skip to content

Impact of ocean acidification on Corallium rubrum (L. 1758): an experimental approach

Informazioni tesi

  Autore: Ulisse Cardini
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2010-11
  Università: Università Politecnica delle Marche
  Facoltà: Scienze
  Corso: Biologia Marina
  Relatore: Roberto Danovaro
  Lingua: Inglese
  Num. pagine: 80

Ocean acidification refers to the decrease in pH resulting from the increased dissolution of atmospheric carbon dioxide (CO2) in the seawater. Increasing evidence suggests that ocean acidification might have an impact on several marine species. However, the information available on the effects of acidification on gorgonians of the Mediterranean Sea is almost completely lacking. The red coral Corallium rubrum plays a prominent role in sustaining high levels of biodiversity and ecosystem functioning and is affected both by climate change and local over-harvesting. To evaluate possible effects on biocalcification, growth and polyps’ activity of C. rubrum, colonies collected from Portofino Marine Protected Area have been exposed to different pCO2 conditions through bubbling under experimental conditions. Three levels were used: a control (372 ppm) and two pCO2 scenarios (734 and 975 ppm) expected to occur by the end of this century by the Intergovernmental Panel on Climate Change. Results showed that calcification and growth rates as well as activity of coral polyps are significantly affected by increasing pCO2. The results of the present study also indicate that ocean acidification has the potential to negatively impact the energy allocation, metabolic and ingestion rates, reproductive output and recruitment success. All these variables have the potential to determine shifts in population size structure of this relevant species, and may contribute to a substantial decline in size and distribution of C. rubrum populations in the future.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
6    1. Introduction 1.1. Ocean acidification Over the past 250 years, atmospheric carbon dioxide (CO 2 ) levels increased by nearly 40%, from pre-industrial levels of approximately 280 ppm (parts per million) to nearly 384 ppm in 2007 (Solomon et al. 2007). This rate of increase, driven by human fossil fuel combustion and deforestation, is at least an order of magnitude faster than that occurred for millions of years (Doney & Schimel 2007), and the current concentration is higher than experienced on Earth for at least the past 800,000 years (Luthi et al. 2008). Rising atmospheric CO 2 is tempered by oceanic uptake, which accounts for nearly a third of anthropogenic carbon added to the atmosphere (Sabine et al. 2004), and without which atmospheric CO 2 would be approximately 450 ppm today: a level of CO 2 that would have led to even greater climate change than that presently experienced. Ocean CO 2 uptake, however, is not benign; it causes pH reductions and alterations in fundamental chemical balances that together are commonly referred to as ‘ocean acidification’. Since climate change and ocean acidification are both caused by increasing atmospheric CO 2 , acidification is commonly referred to as the ‘other CO 2 problem’ (Doney et al. 2009). Ocean acidification is a predictable consequence of rising atmospheric CO 2 and does not suffer from uncertainties associated with climate change forecasts. Absorption of anthropogenic CO 2 , reduced pH, and lower calcium carbonate (CaCO 3 ) saturation in surface waters are well predicted by models and verified by hydrographical surveys and time series data (Caldeira & Wickett 2003, Caldeira & Wickett 2005, Orr et al. 2005, Solomon et al. 2007, Feely et al. 2009). At the Hawaii Ocean Time-Series (HOT) station ALOHA the growth rates of surface

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

ocean acidification
corallium rubrum

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi