Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Buzz Marketing, Word of Mouth ed il brusio digitale. Il caso YourPersonalJames.com

Dopo una breve introduzione sull’influenza delle comunità digitali nel processo decisionale d’acquisto del consumatore postmoderno, il presente elaborato esamina l’importanza del passaparola tradizionale (Word of Mouth) e digitale (Word of Mouse) come innovative forme di interazione nelle comunità virtuali. Successivamente, alla luce delle potenzialità di questi strumenti, si è deciso di focalizzare l’attenzione sul Buzz Marketing, quale tecnica virale utilizzata dalle aziende per aumentare il volume delle conversazioni riguardanti prodotti/servizi e per migliorare la propria reputazione. Il lavoro si conclude con la descrizione della campagna di Buzz Marketing di YourPersonalJames.com (YPJ), start-up presente nel territorio romano in cui ho svolto la mia prima esperienza di stage. Basata su un sistema di prenotazione online dedicato al servizio di noleggio con conducente, YPJ ha deciso di inserire la propria immagine nel web per creare un brusio digitale e far parlare di sé non sono in siti specializzati ma anche in famose testate giornalistiche come, ad esempio, La Repubblica.it, L’Espresso e Quattro Ruote.

Mostra/Nascondi contenuto.
13 INTRODUZIONE Obiettivo del presente lavoro è analizzare l’importanza del Word of Mouth (WOM) e del Word of Mouse (e-WOM) in un’ottica di marketing, al fine di comprendere i comportamenti dei nuovi consumatori che si sono sviluppati a seguito dell’avvento di Internet e della diffusione degli strumenti del web 2.0. L’elaborato consente di delineare i presupposti base delle modifiche in atto non solo del consumatore ma anche delle imprese che propongono una serie di attività volte a soddisfare i nuovi bisogni e ad essere presenti nei nuovi contesti virtuali focalizzandosi sull’utilizzo del passaparola. Si ritiene necessario sottolineare il ruolo sempre più attivo e critico del consumatore che, grazie alle potenzialità della Rete e alla costituzione di comunità online, diventa fonte autonoma di offerta di servizi al mercato ed emittente di messaggi (positivi e/o negativi) relativi a prodotti/servizi e brand. La prima parte del lavoro fornisce un’analisi completa sull’influenza delle comunità online in relazione al comportamento del consumatore e sulle nuove forme di interazione sul web, ponendo particolare attenzione al Word of Mouth (WOM o passaparola) e al Word of Mouse (e-WOM o passaparola digitale). In particolare, nel primo paragrafo si illustrano i principali approcci sul comportamento del consumatore sia a livello internazionale che a livello nazionale, soffermandosi sui contributi degli studiosi di marketing italiani Dopo aver delineato le principali caratteristiche del nuovo consumatore moderno, si descrivono gli strumenti del web 2.0 più utilizzati, introducendo il concetto di passaparola e la relativa evoluzione digitale. Intesi come una comunicazione interpersonale recepita dall’utente come non commerciale, sia il WOM che l’ e-WOM rivestono un ruolo di fondamentale importanza nello scambio di informazioni ed opinioni all’interno del processo decisionale d’acquisto. L’elaborato prosegue schematizzando i modelli teorici di riferimento relativi sia al Word of Mouth che al Word of Mouse Infine, vengono elencati i principali strumenti del Word of Mouth Marketing, delineato come “uno sforzo di un’organizzazione, rilevante dal punto di vista del marketing, al fine di incoraggiare, facilitare e amplificare la comunicazione tra i

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Economia

Autore: Valeria La Cognata Contatta »

Composta da 128 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2163 click dal 18/09/2013.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.