Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Guide alla mobilità internazionale

Obiettivo del progetto di tesi è la rielaborazione e riprogettazione delle Guide alla Mobilità Internazionale in collaborazione con il Dipartimento degli Affari Internazionali del Politecnico di Torino. Al fine di risolvere le problematicità rilevate grazie a test di gradimento, incontri partecipati con gli studenti e riunioni operative con la committenza, è stata progettata una nuova linea di guide, tre in tutto, in termini di immagine coordinata, progetto editoriale e rielaborazione dei contenuti. Le nuove Guide alla Mobilità Internazionale sono indirizzate rispettivamente agli studenti stranieri regolarmente iscritti (INTERNATIONAL), gli studenti stranieri in mobilità (EXCHANGE) e gli studenti italiani in partenza per un periodo di studio all’estero (VADEMECUM).
Queste guide si pongono come intermediarie nella comunicazione tra gli attori del progetto, vogliono essere canale attraverso cui aumentare e semplificare la comunicazione tra gli uffici competenti e gli studenti agevolando gli aspetti tecnici, amministrativi e burocratici.
Il progetto ha presentato fin da subito limiti di realizzazione posti dal budget e dalla strumentazione tecnica a disposizione. Le difficoltà non sono state considerate come limiti, ma come punti di partenza e motivo di valorizzazione del prodotto finale.
L’ultima fase di lavoro è stata dedicata a test di verifica dell’usabilità delle guide.
I test effettuati hanno restituito risultati genericamente positivi a favore delle nuove Guide alla Mobilità Internazionale.

Mostra/Nascondi contenuto.
7 INTRODUZIONE Confrontarsi con nuove realtà accademiche e sociali è una sfida , è importante disporre di strumenti efficaci. Scopo ricerca La collaborazione con il Department of International Affairs del Politecnico di Torino ci ha fornito l’opportunità di applicare le conoscenze acquisite durante il nostro corso di studi in comunicazione visiva. La nostra ricerca si propone di ottenere gli strumenti e le risorse neces- sarie per riprogettare le guide alla mobilità internazio- nale rivolte agli studenti coinvolti in progetti di scambio internazionale e che scelgono il Politecnico per il loro percorso di studi. Obiettivi e finalità Per gli studenti in arrivo e in partenza confrontarsi con nuove realtà accademiche e sociali è una sfida, è impor- tante perciò disporre di tutte le informazioni neces- sarie per orientarsi. Analizzando le guide di partenza abbiamo rilevato alcune carenze che ne ne limitavano la comprensione dei contenuti, impedivano l’usabilità e riducevano l’affezione al prodotto. Il nostro obiettivo era fronteggiare queste carenze ed implementare (in seguito alla ricerca) le guide per gli studenti in mobilità. Affinché potessero effettivamente usare questa guida come strumento per inserirsi al meglio nelle nuove realtà. Metodologia di lavoro Gli attori principali del progetto sono due: l’Ufficio Internazionalizzazione, che ha espresso l’esigenza di rinnovare le guide e commissionato il lavoro e gli studenti, utenti finali. Fin dall’inizio e poi nel procedere del progetto è stato fondamentale tener conto delle esigenze di entrambi. Con l’Ufficio Internazionalizzazione si è instaurata una stretta collaborazione grazie a riunioni e incon- tri a scadenza mensile durante i quali è stato possibile confrontarsi e condividere idee ed esigenze. Anche lo scambio e il confronto con gli studenti è stato proficuo e fondamentale per la realizzazione delle Guide alla Mobilità Internazionale soprattutto nella fase iniz- iale per scegliere le linee progettuali e poi in fase di chiusura del progetto. In un primo momento è stata effettuata una ricerca relativamente a casi studio già esistenti e all’analisi delle guide a nostra disposizione. Ciò ha permesso di individ- uare punti di forza e di debolezza delle guide esistenti fornendo spunti e indicazioni per decidere come imple- mentare e riprogettare le vecchie guide. Con le conoscenze acquisite è stato possibile sviluppare un progetto embrionale e sottoporre alla committenza le prime linee guida. Qui sono emerse le prime esigenze

Laurea liv.I

Facoltà: Architettura

Autore: Eliana Simionato Contatta »

Composta da 121 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 623 click dal 17/10/2013.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.