Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Valorizzazione e contabilizzazione dei Lavori in Corso Pluriennali in valuta coperti da Swap secondo i principi OIC e IAS. Analisi di una commessa del Gruppo Techint.

Il lavoro proposto al lettore nasce da un’esperienza lavorativa presso una premiata società di costruzioni internazionale e vede come tema centrale la rilevazione nel bilancio d’esercizio dei lavori in corso su ordinazione, comunemente chiamati “commesse”, nel particolare caso essi siano riferiti ad una società appaltatrice che opera in stati esteri, con un’analisi allargata a tutte le implicazioni contabili che derivano dalla gestione di ricavi e costi in valuta estera.
Il problema fondamentale della valorizzazione dei Lavori in Corso Pluriennali muove dalla necessità di attribuire i costi e i ricavi di commessa agli esercizi in cui le prestazioni o le produzioni sono effettuate.
L'analisi del lavoro è rivolta nello specifico alla rilevazione degli accadimenti contabili tipici di una società che opera all'estero, con ricavi e costi di commessa in moneta non di conto, coperti parzialmente o in toto dal rischio della variazione dei tassi di cambio attraverso strumenti finanziari derivati, quali, nel caso di studio, i Currency Swap.
Le varie casistiche sono sviluppate prendendo come esempio una commessa dal portafoglio ordini del gruppo Techint, leader multinazionale nei settori delle costruzioni e dell’impiantistica siderurgica.
La disamina è svolta in ottica comparativa valutando l'impatto delle rilevazioni contabili sia sul bilancio civilistico redatto in ottemperanza ai principi contabili nazionali OIC, che nel processo in corso, nella società appaltatrice oggetto di analisi, di adeguamento ai principi contabili internazionali IAS/IFRS.
Dunque, la trattazione si sviluppa in tre parti.
La prima apre con le note introduttive alla valorizzazione e alla contabilizzazione dei Lavori in Corso e con la presentazione del gruppo cui fa capo la commessa oggetto di analisi.
La seconda parte, sviluppata sul profilo della commessa, fornisce la metodologia atta alla valorizzazione ed alla contabilizzazione delle poste di bilancio attinenti i Lavori in Corso secondo la prospettiva civilistica nazionale. E’ dunque illustrato il preventivo costi ed il preventivo ricavi, per la determinazione degli stessi qualora siano espressi in valuta estera.
Segue il calcolo dello “Stato Avanzamento Lavori” per la definizione delle rimanenze di periodo e quindi della percentuale di utile di competenza dell’esercizio, attraverso il metodo, privilegiato dalla prassi, del costo sostenuto (Cost to cost).
Verrà inoltre fornita evidenza dell’impatto patrimoniale e reddituale d’esercizio derivante dal passaggio alla rilevazione secondo i principi contabili internazionali in base al processo in corso di First Time Adoption IAS/IFRS previsto dall’amministrazione della società appaltatrice esaminata.
Il terzo capitolo si sostanzia nella disamina contabile degli strumenti finanziari derivati stipulati dalla società appaltatrice con il fine della copertura dei ricavi e dei costi di commessa dalle fluttuazioni, e quindi dal rischio, del cambio valutario. La procedura interna di Techint per la contabilizzazione dei DCS (Domestic Currency Swaps) secondo i principi OIC è dapprima applicata alla commessa di riferimento e successivamente raffrontata all’ipotesi di una rilevazione in ambiente IAS/IFRS.
L’analisi contabile della trattazione è coadiuvata dal riporto a documenti periodici di controllo (budgets, monthly reports) e da interrogazioni dal sistema informatico aziendale SAP, atti a garantire una comprensione integrale circa lo stato di avanzamento dei lavori, della commessa proposta a titolo di esempio.

Mostra/Nascondi contenuto.
Valorizzazione e contabilizzazione dei Lavori in Corso Pluriennali in valuta coperti da Swap secondo i principi OIC e IAS. Analisi di una commessa del Gruppo Techint. 9 Prefazione Il lavoro proposto al lettore nasce da un’esperienza lavorativa presso una premiata società di costruzioni internazionale e vede come tema centrale la rilevazione nel bilancio d’esercizio dei lavori in corso su ordinazione, comunemente chiamati “commesse”, nel particolare caso essi siano riferiti ad una società appaltatrice che opera in stati esteri, con un’analisi allargata a tutte le implicazioni contabili che derivano dalla gestione di ricavi e costi in valuta estera. Il problema fondamentale della valorizzazione dei Lavori in Corso Pluriennali muove dalla necessità di attribuire i costi e i ricavi di commessa agli esercizi in cui le prestazioni o le produzioni sono effettuate. L'analisi del lavoro è rivolta nello specifico alla rilevazione degli accadimenti contabili tipici di una società che opera all'estero, con ricavi e costi di commessa in moneta non di conto, coperti parzialmente o in toto dal rischio della variazione dei tassi di cambio attraverso strumenti finanziari derivati, quali, nel caso di studio, i Currency Swap. Le varie casistiche sono sviluppate prendendo come esempio una commessa dal portafoglio ordini del gruppo Techint, leader multinazionale nei settori delle costruzioni e dell’impiantistica siderurgica. La disamina è svolta in ottica comparativa valutando l'impatto delle rilevazioni contabili sia sul bilancio civilistico redatto in ottemperanza ai principi contabili nazionali OIC, che nel processo in corso, nella società appaltatrice oggetto di analisi, di adeguamento ai principi contabili internazionali IAS/IFRS. Dunque, la trattazione si sviluppa in tre parti. La prima apre con le note introduttive alla valorizzazione e alla contabilizzazione dei Lavori in Corso e con la presentazione del gruppo cui fa capo la commessa oggetto di analisi. La seconda parte, sviluppata sul profilo della commessa, fornisce la metodologia atta alla valorizzazione ed alla contabilizzazione delle poste di bilancio attinenti i Lavori in Corso secondo la prospettiva civilistica nazionale. E’ dunque illustrato il preventivo costi ed il preventivo ricavi, per la determinazione degli stessi qualora siano espressi

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Alessandro Viva Contatta »

Composta da 73 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 770 click dal 23/10/2013.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.