Skip to content

Recenti trasformazioni economiche, logistiche ed urbanistiche di Bologna

Informazioni tesi

  Autore: Giovanni Francolino
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi di Catania
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Filologia moderna
  Relatore: Sergio Guglielmino
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 197

Il lavoro si propone di esaminare l'articolazione e la trasformazione della città di Bologna nel ventunesimo secolo. Esso è composto da una breve descrizione storica, culturale e artistica, il tutto correlato dalle considerazioni personali del candidato, frutto di uno studio fatto sul campo. In un'ottica di crescita sostenibile della città è importante focalizzare l'attenzione sul programma di valorizzazione e di sviluppo delle risorse di Bologna, determinando una nuova identità sul piano strategico. Università, centri di ricerca e di alta specializzazione, nuovi mezzi di trasporto, attività culturali e di svago, ingegnosi assetti urbanistici e logistici, necessitano di essere valorizzati, tanto quanto la posizione strategica della metropoli che si espande. Completano l'analisi di Bologna lo studio sul centro storico, con il suo ricco patrimonio artistico ed architettonico ormai in simbiosi con una crescente sensibilità verso l'ambiente.
Lo sviluppo urbanistico virtuoso del capoluogo emiliano mira a trovare la giusta ricetta che combini nel modo migliore gli ingredienti già presenti in città.
Tutto questo è possibile attraverso l'identificazione di reti sia virtuali che materiali volte a costituire un sistema unitario che racchiuda risorse e potenzialità della città.
Attraverso le connessioni fatte emergere dalla mappa del territorio, si identificano dei nuovi snodi e dei punti energetici da cui far ripartire la città stessa. Spesso si tratta di interventi di rigenerazione urbana attuati sia nel centro, sia nelle nuove periferie. Bologna, oggi non può essere considerata solo come un insieme di edifici, ma è un innovativo sistema metropolitano, con nuove energie e con nuove funzioni della periferia, in un'ottica di moltiplicazione dei suoi centri che funzionano meglio se tutte le loro parti lavorano in modo sinergico.
La tesi analizza la crescita della realtà urbana negli ultimi anni, trattando i piani per la mobilità all'interno del territorio. Tale crescita favorita dalla posizione strategica tra nord e sud, è avvenuta grazie anche alla costruzione di un buon sistema autostradale ed alla realizzazione della rete ferroviaria ad alta velocità che viene a far parte del Servizio Ferroviario Metropolitano del territorio provinciale bolognese. Il Piano della Mobilità Provinciale permette di inquadrare in un unico strumento di programmazione i "grandi progetti" (Passante Nord, Servizio Ferroviario Metropolitano, Alta Velocità, nuovi sistemi del trasporto pubblico urbano di Bologna, ecc.).
L'aumento del traffico, sia autostradale che ferroviario, comporterà non poche difficoltà nelle strategie di miglioramento, nonchè un aumento dell'inquinamento urbano.
La trasformazione della città in una grande area metropolitana ha permesso la nascita di "superluoghi", veri poli specializzati attrattori di traffici e presenze. I "superluoghi" quali la stazione ferroviaria, l'aereoporto, l'interporto, la fiera e l'università, pur mantenendo una loro autonomia, influiscono significativamente sulla vita della città stessa.
"Bologna è la città italiana in cui si vive meglio!" si legge sulle pagine de "Il Sole 24 Ore". Essa infatti, ha guadagnato il primo posto nella ventiduesima edizione della ricerca sulla "Qualità della vita nelle province italiane" per l’anno 2011, svolta dal più importante quotidiano economico nazionale. Nonostante l'ottimo risultato, il capoluogo emiliano punta a diventare la capitale europea dell'«innovazione» e della «modernità». Alla luce degli obiettivi già conseguiti: possiamo affermare che la città felsinea si trova sulla buona strada per raggiungere l'entusiasmante traguardo.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1. TRASPORTI E COMUNICAZIONI 1.1 LO SPAZIO DELLA MOBILITA' Bologna si è sviluppata dapprima seguendo le arterie infrastrutturali principali, poi allargandosi in modo reticolare. La dilatazione degli insediamenti urbani e l'esplosione dei nuclei cittadini, ha creato un sistema che non è ancora urbano e non è più rurale: gli abitanti di Bologna sfruttano il territorio e la città allargata, servendosi dell'automobile per accorciare le distanze, creando nella stagione estiva, dei “quartieri” sul litorale adriatico, con gruppi di persone affini per gusti e desideri. La mobilità tra aree geografiche vicine, ma non vicinissime, viene colmata con architetture dette di “consumo”, con grossi centri commerciali o altre strutture attrattive, accessibili con le auto, cosa che non può avvenire nel centro storico cittadino. Nello stesso tempo si è rafforzato di più il legame di appartenenza del cittadino bolognese ai simboli storici della civiltà di cui fa parte: la magnificenza del centro storico, la “piazza” con il Municipio, la Cattedrale, costituiscono l'orgoglio del cittadino ed idealizzano i valori della società che li ha voluti e prodotti. 17

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi