Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il Responsive Web Design per le organizzazioni non profit

L’obiettivo principale della tesi è studiare lo stato dell’arte del responsive web design, in particolare in ambito non profit: individuare problemi e fattori critici, pattern comuni, buone pratiche.
L’analisi di alcuni casi di studio è affiancata dalla realizzazione di un prototipo, sviluppato per sperimentare alcune delle tecniche disponibili per realizzare siti responsive e far emergere possibili linee guida sul processo e metodo di sviluppo.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 Introduzione Il mercato globale di Internet è in continua evoluzione: la crescente diffusione di dispositivi mobile (smartphone, tablet) ha causato un cambiamento nei paradigmi di sviluppo per il web. Tra le pratiche di maggior interesse è emerso negli ultimi anni il responsive web design: si tratta di una metodologia di lavoro, una serie di tecniche sperimentali per creare siti responsive, reattivi, che si adattino alle caratteristiche del dispositivo usato dall’utente. Internet è uno strumento ormai indispensabile per le organizzazioni non profit di tutto il mondo, che nel progettare una strategia di presenza online devono considerare i cambiamenti dettati dall’evoluzione di questo mercato globale. Il responsive web design offre numerosi vantaggi per la creazione di un’esperienza utente distribuita su numerosi dispositivi e può rappresentare una scelta ottimale per numerose organizzazioni non profit, soprattutto in determinati mercati come quelli dei paesi in via di sviluppo, in cui i dispositivi mobile rappresentano una fetta di mercato sempre più numerosa. L’obiettivo principale della tesi è studiare lo stato dell’arte del responsive web design, in particolare in ambito non profit: individuare problemi e fattori critici, pattern comuni, buone pratiche. L’analisi di alcuni casi di studio è affiancata dalla realizzazione di un prototipo, sviluppato per sperimentare alcune delle tecniche disponibili per realizzare siti responsive e far emergere possibili linee guida sul processo e metodo di sviluppo.

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Francesco Vitale Contatta »

Composta da 163 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2589 click dal 06/11/2013.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.