Skip to content

Crowdfunding: una visione d'insieme tra opportunità e prospettive future

Informazioni tesi

  Autore: Siro Martini
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2012-13
  Università: Università Commerciale Luigi Bocconi di Milano
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia aziendale
  Relatore: Emanuela Prandelli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 61

La trattazione in oggetto vuole documentare come il crowdfunding possa assumere un ruolo di ponte tra le sfide della crisi finanziaria globale e le opportunità che il web oggi permette, aprendo nuove possibilità di finanziamento.
Nonostante si tratti di un fenomeno recente, ha già avuto un notevole successo. Tutto ciò porta a chiedersi quali siano le ragioni della sua affermazione.
Per rispondere a questa domanda può essere utile innanzitutto andare ad analizzare le origini del fenomeno, sia dal punto di vista dell’evoluzione del ruolo del consumatore (cap. 2), sia delle tecniche di crowdfunding sviluppatesi nel tempo (cap. 3).
Il crowdfunding necessita di una strategia di lancio e gestione, tema che verrà affrontato proponendo alcuni consigli per sostenere il successo di una campagna (cap. 4) e un’analisi delle diverse piattaforme a cui potersi affidare (cap. 5).
E’ opportuno, poi, contestualizzare il tutto nel quadro normativo di riferimento, con cui le aziende devono misurarsi e che fatica a reggere il passo dell’innovazione permesso dalla tecnologia. In particolare ci si soffermerà sulla situazione italiana e statunitense (cap. 6).
L’ultimo capitolo (cap. 7) riassume i precedenti per individuare i principali limiti e punti di forza del crowdfunding rispetto alle forme di finanziamento tradizionali.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Crowdfunding: una visione d’insieme tra opportunità e prospettive future Tesi di Siro Martini - 3 - 1. INTRODUZIONE…………………………………… Negli ultimi anni due fenomeni, più di altri, hanno avuto un forte impatto sulla società: la crisi finanziaria e la nascita dei social network. Due fenomeni che implicano nuovi rischi e nuove opportunità per il tessuto economico. Le turbolenze nei mercati finanziari nel 2007/2008 hanno portato alla più grave crisi finanziaria dopo la Grande Depressione degli anni ’30. L’ascesa vertiginosa nel tasso d’insolvenza dei mutui subprime ha costretto un gran numero di agenzie di credito al fallimento, che ha reso oggi molto più difficile e costoso per imprese e famiglie l’accesso al credito [G. Giudici et al., 2012]. In particolare le banche tendono a penalizzare progetti e attività che comportano elevati costi fissi e lunghi periodi di gestazione, e le imprese che sono meno conosciute alle banche e che non possono esibire una lunga storia creditizia. E’ il caso soprattutto di imprese giovani e innovative (specie le start-up). Dall’altro lato la diffusione di internet presso un pubblico sempre più vasto e l’esplosione dei social network ha rivoluzionato l’approccio con il quale gli utenti si rivolgono al Web, che è passato fondamentalmente dalla semplice consultazione (seppure supportata da efficienti strumenti di ricerca, selezione e aggregazione) alla possibilità di contribuire alimentandolo con propri contenuti e interagendo con gli altri utilizzatori. Tutto ciò ha aperto nuovi scenari per le imprese: mentre precedentemente solo una selezionata minoranza poteva sperare di raccogliere fondi tra il pubblico, ora chiunque può costruire una comunità online, coinvolgendo

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

raccolta fondi
piattaforme
crowdfunding
peer to peer lending
jobs act
raccolta fondi online
piattaforme italiane
mid-campaign deadzone
piattaforme americane

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi