Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il made in Italy nel settore vitivinicolo: la comunicazione pubblicitaria in lingua inglese

Nel mio lavoro di tesi di laurea specialistica mi sono occupata delle tecniche di comunicazione di marca del Made in Italy nei paesi anglofoni, con riferimento al settore vitivinicolo.
Il mio lavoro di tesi si suddivide in quattro capitoli. Il primo approfondisce la tematica del Made in Italy;
Il secondo capitolo prende in analisi la comunicazione del Made in Italy nel settore vitivinicolo. Per questa parte è stato molto difficile reperire materiale adeguato, poiché la letteratura a riguardo è molto scarsa. Per questo mi sono affidata prevalentemente agli articoli presenti sul sito americano www.winebusiness.com e all'International Journal of Wine Business Research.
Il terzo capitolo è invece dedicato alla pubblicità su carta stampata inglese.
Particolare enfasi viene data alla definizione del concetto di pubblicità e ai vari livelli del messaggio pubblicitario.
L'ultimo capitolo è dedicato all'analisi delle pubblicità del settore vitivinicolo in lingua inglese. Per far ciò ho utilizzato principalmente materiale proveniente da riviste del settore conosciute su scala mondiale: il mensile anglosassone Decanter e la rivista Wine Spectator.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Nel mio lavoro di tesi di laurea specialistica mi sono occupata delle tecniche di comunicazione di marca del Made in Italy nei paesi anglofoni, con riferimento al settore vitivinicolo. Ho scelto di effettuare delle ricerche su questo argomento in quanto la mia regione, il Piemonte, è una terra molto ricca in questo ambito. Nella fase di ricerca del materiale mi sono però accorta che le aziende della mia regione non attuano rilevanti campagne pubblicitarie a livello internazionale. La maggior parte dei prodotti pubblicizzati sulle riviste di settore internazionali provengono infatti dal nord-est e dal sud Italia. Effettuare ricerche su questo argomento è stato interessante e certamente arricchente. La lingua inglese inoltre ha sempre rappresentato per me fonte di grande interesse, soprattutto dal punto di vista del linguaggio e della comunicazione pubblicitaria. Per la stesura di questa tesi e in particolare per il primo capitolo, mi sono state molto utili le nozioni apprese durante il corso di Comunicazione Internazionale tenuto dalla professoressa Gambetti e dal professor Brioschi nel biennio di laurea specialistica. Il mio lavoro di tesi si suddivide in quattro capitoli. Il primo approfondisce la tematica del Made in Italy: dapprima viene analizzato il concetto di Made in secondo le tre definizioni più conosciute (concetto purista, concetto di Confindustria e concetto derivato), successivamente viene posta attenzione sulla nascita del fenomeno in Italia, sulla sua evoluzione e sull'immagine che esso ha a livello internazionale. 1

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze linguistiche

Autore: Francesca Bosca Contatta »

Composta da 209 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1941 click dal 06/03/2014.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.